Home / Recensioni & Eventi / Il servizio sul pesce al mercurio delle Iene e l’articolo sull’allevamento del salmone di Slow Food sono approssimativi e allarmistici. Il parere di Valentina Tepedino

Il servizio sul pesce al mercurio delle Iene e l’articolo sull’allevamento del salmone di Slow Food sono approssimativi e allarmistici. Il parere di Valentina Tepedino

pesce al mercurio tonno salmone
La trasmissione radio Rai Decanter spiega perchè i servizi delle Iene e di Slow Food sul pesce al mercurioe sui salmoni  sono allamistici

Dopo gli scoop allarmistici proposti nel servizio delle Iene sul pesce contaminato da mercurio e  l’articolo di Slow Food sull’allevamento del salmone, la trasmissione radiofonica Decanter  su Radio Rai 2  ha intervistato   la veterinaria Valentina Tepedino, che  spiega come stanno veramente le cose. Non è la prima volta che le Iene propongono  immagini e interviste approssimative su tematiche delicate. Per ascoltare l’intervista potete cliccare qui.

A breve la Società Scientifica di Medicina Veterinaria Preventiva produrrà un documento sull’argomento con  pareri ed esiti tra i più autorevoli nel settore.

 

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

Polli allevamento

Oltre 1,6 milioni di firme per chiedere lo stop agli allevamenti in gabbia

La petizione europea per la protezione degli animali negli allevamenti, End the Cage Age, lanciata …

13 Commenti

  1. Avatar
    gianni evangelisti

    buonasera , come per tutte le contestazioni , poi scattano i chiarimenti e i commenti ma cercate di essere onesti pure voi su tutto perche’ non si puo’ un giorno dare l’allerta mercurio con decine di casi dichiarati e poi il giorno dopo smentire tutto , dovete essere piu’ chiari , per favore.Grazie

    • Roberto La Pira

      Quello che dice il servizio delle Iene è spesso allarmistico. Il mercurio nei pesci c’è è vero ma le quantità sono al di sotto dei limiti. Anche i pesticidi sono dappertutto ma le quantità nel cibo commercializzato sono al di sotto dei limiti. Lo stesso discorso vale per decine di altre sostanze presenti nel cibo. Noi nel nostro articolo riportiamo una situazione contingente rilevata negli ultimi 4 mesi in Italia e invitiamo il ministero ad intervenire per garantire l’importazione di prodotti con valori di mercurio regolamentari. Valentina Tepedino evidenzia ancora le esagerazioni del servizio che non spiega le cose ma le rilancia in modo scandalistico per fare ascolti puntando sul rapporto tra tonno , pesce spada mercurio e salute. La conclusione del servizio è che il tonno rosso è ricco di mercurio ma quanto tonno rosso si vende e in Italia?

    • Avatar

      E non solo le Iene, ma ricordiamo l’ignoranza totale e l’approssimazione di Striscia la Notizia su additivi e ristoranti e Geo and Geo che consente di spacciare che Italiano è buono per definizione purché sia agricolo e tutti gli altri esperti presunti che affollano l’etere e la stampa senza alcun contraddittorio e senza rettifiche, sotto le bandiere di Tanto peggio = Tanta audience

    • Roberto La Pira

      Maurizio : purtroppo gli esempi di buon giornalismo sono pochi

  2. Avatar

    Si dovrebbe puntare ad avere carne pulita, pesce pulito e vegetali puliti e non accettare sempre il “massimo accettabile” come l’aria e lo smog

  3. Avatar

    Sicuramente i servizi di informazione delle Iene o di striscia la notizia, talvolta sono esagerati, però mi pare che in questo preciso caso, abbiano intervistato persone autorevoli e con tanto di dati analitici alla mano, hanno fatto delle dichiarazioni. non mi pare che questa volta sia stato un servizio totalmente infondato.

    • Roberto La Pira

      Puoi anche intervistare persone serie ma se fai allarmismo inutile per fare ascolti alla fine non è buon giornalismo

    • Avatar

      Io capisco l’allarmismo, però se i dati sono fondati e viene anche spiegate le modalità per consumare in sicurezza un determinato alimento, a me non sembra allarmismo. Io parlo di questo caso preciso, non in generale.
      Il medico che hanno intervistato ha spiegato come consumare il tonno in sicurezza e che tipologia di prodotto consumare.

    • Roberto La Pira

      Il tonno rosso di cui si parla nelservizio in Italia ha consumi ridicoli. Che senso ha parlare di tumore ecc.La valutazione del rischio è fondamentale prima di lanciare un allarme. L’arsenico c’è nell’acqua potabile ma nessuno lancia l’allarme perchè i valori sono sotto certi limiti. Batteri patogeni sono presenti dappertutto ma se sono sotto certi valori non dnano problemi. I polli sono spesso contaminati da salmonella ma se si mangiano cotti il problema è quasi inesistente. Certo c’è un problema di cross contamination ma va spiegato bene altrimenti si crea allarmismo inutile.

  4. Avatar

    be ma adesso veramente chi prende sul serio i servizi delle iene. spezzoni montati e rimontati a piacimento…
    mistero

  5. Avatar

    Concordo in pieno con il signor La Pira c’è poco buon giornalismo e spesso questi programmi tendono a fare allarmismo invece che spiegare realmente come sono le cose. Fortuna che c’è Il Fatto Alimentare 🙂

  6. Avatar

    Io ritengo che non ci sia un’informazione puntuale e dettagliata sulle sostanze contenute nel pesce e negli alimenti che mangiamo. Quindi anche se il servizio delle Iene può essere stato esagerato è allarmante il fatto che ci sia il mercurio indipendentemente dalla dose. Ma perchè dobbiamo mangiarci anche se a piccole dosi un metallo?? Le aziende produttrici non hanno interesse a tutelare la nostra salute?!! Ma noi dovremmo effettuare acquisti più consapevoli sapendo per quanto ci sia possibile la storia del prodotto. Grazie comunque a Fatto Alimentare buon mezzo di divulgazione.