pandoro

Il Pandoro Bauli è uno dei classici dolci natalizi che si trovano sugli scaffali dei supermercati durante le feste. Un lettore però ha chiesto all’azienda un chiarimento su una scoperta che lo ha un po’ indispettito. Di seguito pubblichiamo la segnalazione del consumatore e la risposta Gruppo Bauli.

La lettera

Buonasera, nel mese di dicembre 2023, ho acquistato presso un supermercato all’ingrosso due pandori classici Bauli da 1kg con scadenza aprile 2024. La confezione era uguale a quella dello scorso anno e l’involucro interno conteneva un codice del concorso con invito a collegarsi sul sito Bauli100 per inserirlo. In pratica lo stesso dello scorso anno ma, andando sul sito, compare la scritta “il concorso è terminato il 10/01/2023”.
Che significa tutto ciò? Mi hanno forse venduto un pandoro dello scorso anno oppure la Bauli non ha rinnovato il packaging per questo Natale? Max

pandoro bauli 2023
Il gruppo Bauli ha deciso di riutilizzare alcune confezioni interne – i cosiddetti “primi incarti”

La risposta del Gruppo Bauli

Bauli pone la massima attenzione alla qualità del prodotto e alla tutela del consumatore, al di là dall’adesione alle norme di produzione vigenti in tutta la filiera produttiva. Tutti i prodotti Bauli disponibili a scaffale, sono quindi stati prodotti nell’arco della campagna del Natale 2023, come è possibile riscontrare anche tramite l’etichettatura e il codice lotto di tracciabilità presente sulle confezioni, a garanzia della massima qualità e sicurezza dei nostri prodotti.

La decisione di riutilizzare alcune confezioni interne – i cosiddetti “primi incarti” – per una parte dei prodotti della campagna natalizia 2023 (Pandoro e Panettone da 1 kilo), si è presa nel rispetto dei principi di sostenibilità che da sempre ci impegniamo a perseguire, evitando in questo modo di destinare al rifiuto gli incarti, ancorché in plastica al 100% riciclabile, e confermando così gli sforzi di responsabilità sociale e ambientale dell’azienda, come testimoniato anche dai nostri Bilanci di Sostenibilità.

I consumatori che trovano i nostri prodotti confezionati all’interno di questi primi incarti, possono utilizzare il codice alfanumerico indicato su di essi direttamente dal sito indicato: bauli100.it e hanno così l’opportunità, entro il 20 gennaio 2024, di accedere all’estrazione del concorso della campagna promozionale di quest’anno che prevede la possibilità di vincere un kit di prodotti Bauli.

In conclusione, il riutilizzo di alcuni incarti in una logica di sostenibilità non condiziona in alcun modo la qualità e la piena conformità alle normative vigenti dei prodotti in questione.

© Riproduzione riservata

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

4 4 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

3 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
francis
francis
15 Gennaio 2024 17:32

Condivido la scelta di Bauli ed ovviamente che il pandoro fosse dell’anno prima (cioè di Natale 2022) era altamente improbabile per una azienda come Bauli, e poi il pandoro avrebbe manifestato per forza problemi di conservazione. Dopodiché, da quello che scrive il lettore, pare che Bauli abbia aspettato un po’ nell’aggiornare il sito del concorso….

Eola Villi
Eola Villi
18 Gennaio 2024 20:30

Fingiamo di crederci…

Mery0665
Mery0665
25 Gennaio 2024 21:17

Successo anche a me ai primi di dicembre, due pandori, pagati non poco, con la dicitura del centenario e all’interno un codice di un concorso scaduto. In seguito ho acquistato altri pandori e all’interno non era presente nessun codice , nonostante un concorso attivo fino al 20 gennaio 2024. Segnalato alla Bauli ma non ho avuto nessuna spiegazione. Ma… forse un po di confusione?!!

3
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x