Home / Packaging / Packaging compostabile anche per la pasta fresca, si amplia l’offerta di soluzioni per la sostenibilità

Packaging compostabile anche per la pasta fresca, si amplia l’offerta di soluzioni per la sostenibilità

packaging, dove lo butto, indecisione tra plastica, vetro e cartaIl packaging ecologico è considerato uno degli aspetti principali che contribuiscono a definire la sostenibilità di un prodotto alimentare, il secondo per importanza dopo i metodi di produzione. È ritenuto anche più rilevante della filiera e dell’origine delle materie prime, nonché della responsabilità etica e sociale. Questo è quanto risulta dai dati di un sondaggio condotto per l’ultima edizione dell’Osservatorio packaging del largo consumo della società di consulenza Nomisma. È sempre più importante, quindi, per le aziende che vogliono dimostrare il loro impegno nella salvaguardia dell’ambiente, offrire prodotti con confezioni sostenibili e, tra le soluzioni più ecologiche, spicca il pack compostabile, cioè riciciclabile insieme ai rifiuti umidi.

Si tratta però di una scelta che richiede grandi investimenti da parte delle imprese, visto che per realizzarla devono essere sviluppati materiali che, pur decomponendosi come gli scarti alimentari, siano in grado, finché i pacchi sono chiusi, di proteggere il cibo dalla naturale degradazione, mantenendo gli stessi tempi di conservazione che avevano con le ‘vecchie’ confezioni. Sono molti i marchi che hanno affrontato questa sfida, in particolare per le linee di prodotto rivolte a un pubblico più attento alle tematiche ambientali, come quelle del mondo biologico. Lo ha fatto per esempio la catena della grande distribuzione Esselunga su tutta la frutta e verdura della sua marca Bio, oltreché sui prodotti da forno. Analoga scelta ha caratterizzato i pack della verdura surgelata biologica Orogel, ma anche la gamma di prodotti Natura Ricca di Misura. In altri casi è invece stato modificato in questo senso il packaging di alimenti ‘classici’, come lo Stracchino di Nonno Nanni, la pasta Agnesi, o il gelato Carte D’Or.

packaging compostabile
Dopo oltre due anni di sperimentazioni, la pasta fresca è disponibile in confezioni compostabili

Ora è entrata nel novero anche una pasta fresca. A produrla è Fontaneto, un’impresa della provincia di Novara. La novità, al momento introdotta solo su due formati (ravioli del plin e agnolotti piemontesi), rappresenta un significativo passo avanti per lo sviluppo delle confezioni compostabili. L’obiettivo era infatti particolarmente complesso da realizzare, perché occorreva creare una barriera all’ossigeno e all’umidità capace di conservare per circa 50 giorni una pasta fresca ripiena. Tale barriera doveva essere nello stesso tempo anche trasparente e non doveva perdere le sue caratteristiche alle diverse temperature di frigo, freezer o a temperatura ambiente.

A riuscirci è stato un team di imprese specializzate in questo settore (Novamont, Gualapack, Ilip e, per l’etichetta, Gruppo Poligrafico Tiberino) che hanno lavorato al progetto per oltre due anni, a partire da fine 2019. È stato così creato un pack compostabile multicomponente certificato Ok Compost da Tuv Austria. La nuova confezione è realizzata con materie prime di origine rinnovabile e, una volta conferita nella raccolta differenziata dei rifiuti di cucina, contribuirà alla produzione di compost, in grado di riportare fertilità nei suoli e, quindi, alla riduzione dell’emissione di gas climalteranti nell’atmosfera.

© Riproduzione riservata; Foto: AdobeStock

Il Fatto Alimentare da 12 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Chiara Cammarano

Guarda qui

acquario di genova acqua brick tetrapack

Anche l’Acquario di Genova dice basta all’acqua in bottiglie di plastica: arrivano i brick firmati

Anche l’Acquario di Genova, il più grande d’Europa, dice basta alle bottiglie di plastica monouso: …