Home / Nutrizione / Obesità: anche l’India inizia a prendere provvedimenti. Per adesso solo una tassa sul junk food criticata da molti

Obesità: anche l’India inizia a prendere provvedimenti. Per adesso solo una tassa sul junk food criticata da molti

india donna
Anche i paesi emergenti iniziano a prendere provvedimenti contro l’obesità e sovrappeso

Anche i paesi emergenti iniziano a prendere provvedimenti contro l’obesità dilagante. Lo stato del Kerala, secondo per numero di obesi solo al Punjab, ha introdotto una tassa sul junk food del 14,5%, per il momento limitata alla pizza, ai tacos, agli hamburger e alle ciambelle, serviti nelle catene nazionali di ristoranti, suscitando molte critiche, di cui ha dato conto la BBC . Secondo diversi commentatori, il provvedimento, oltreché ingiusto, potrebbe essere inutile. Le grandi catene internazionali hanno iniziato da poco a diffondersi nel paese: McDonald’s ha sette ristoranti, Burger King uno solo, e altri hanno presenze sporadiche. D’altro canto, il cibo responsabile dell’aumento di peso e del crescente abbandono dell’alimentazione tradizionale non è limitato alle tipologie indicate nel provvedimento, che sembra destinato ad avere un effetto molto scarso. Infine, secondo alcuni gestori di locali di Kochi, la capitale, anche gli alimenti della cucina tipica sono farciti di grassi e zuccheri che di certo non hanno un effetto positivo sul peso.

India cibo di strada street food
Il governo non ha inserito in alcun tipo di campagna di educazione

Neppure i nutrizionisti sono entusiasti, dal momento che la normativa, almeno per ora, non ha inserito in alcun tipo di campagna di educazione, come invece di solito si cerca di fare, né sono previsti sconti per gli alimenti più sani.

Dal canto suo alcuni esponenti del governo  hanno difeso la tassa affermando che per ora è rivolta solo alle fasce più alte di popolazione. Lo scopo dell’iniziativa è cominciare a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di ciò che si mangia. Nelle intenzioni del governo la tassa dovrebbe essere estesa a molti altri alimenti e alle bevande zuccherate.

 

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Agnese Codignola

Agnese Codignola
giornalista scientifica

Guarda qui

Sweet donuts with measurement tape on the green background

Cibo industriale e salute: una dieta basata su alimenti ultra-processati fa ingrassare. Lo rivela uno studio americano

Ora è dimostrato inequivocabilmente, anche se i dati sono stati ottenuti su un campione piccolo …

Un commento

  1. Un’alieno guarda dallo spazio il pianeta terra e i comportamenti dei suoi abitanti e commenta:
    ” Ma che irrazionalità e autolesionismo ! Prima fanno di tutto per favorire la diffusione di cibi dannosi anche dove ci sono ancora cibi sani e poi , a danni fatti, si lamentano e si arrabattano a trovare soluzioni per impedire o frenare i misfatti!
    Ma il terrestre non si era definito homo sapiens ?
    Forse la definizione più adatta è: preda del potere economico?”
    Carla