Home / Allerta / Monster Energy ritira in 33 Paesi tre bibite per contaminazione da arsenico. In Italia sono cinque le regioni coinvolte, ma il Ministero non dà informazioni

Monster Energy ritira in 33 Paesi tre bibite per contaminazione da arsenico. In Italia sono cinque le regioni coinvolte, ma il Ministero non dà informazioni

monster energy drink
Monster Energy, l’energy drink ritirato per allerta alimentare dovuta a presenza di arsenico

È in corso nei supermercati il ritiro dagli scaffali delle lattine di Monster Energy, la bevanda energetica a base di caffeina venduta anche in molti locali e discoteche. Secondo un comunicato diramato dalla società il richiamo e il ritiro riguardano tre linee di prodotto ed è causato da un difetto tra gli ingredienti. Secondo  il gruppo olandese  il problema – a oggi non ben specificato –  non provoca danni al consumatore. Non ci sono altre informazioni.

 

Secondo nostre fonti il ritiro è dovuto ad un eccesso di arsenico riscontrato in un additivo aggiunto alla  bevanda. L’allerta scattato in decine di paesi europei, dice che la presenza di arsenico nell’additivo è pari a 5,5 mg/kg-ppm , rispetto a un limite massimo di 1,0 mg/kg-ppm (valori validi per l’arsenico inorganico nell’additivo). Il valore riscontrato è 5 volte superiore, ma nessuno ha fatto una valutazione del rischio per spiegare se c’è effettivamente un pericolo. La questione è delicata perché il problema è dovuto all’aggiunta nella bevanda dell’aroma -conservante (*) trisodio citrato (E 331 ) importato dalla Cina, contaminato da arsenico inorganico . Avendo questo additivo valori elevati di arsenico inorganico  classificato tossico (mentre l’arsenico nella forma organica non lo è) è scattata l’allerta. L’altro aspetto da considerare è che la norma non prevede limiti massimi di presenza di arsenico inorganico nelle bevande, ma solo nell’additivo e questo complica la situazione. Abbiamo chiesto chiarimenti, al Ministero della salute ma invano per cui l’allerta è scattato ma non esiste una  valutazione del rischio.

 

monster rehab enerdy drink
Uno dei prodotti ritirati anche in Italia

Eppure il problema non si può considerare trascurabile, visto che il ritiro ha riguardato 33 paesi (* *) alcuni dislocati in Asia e Africa. Per rendersi conto di quanto sia ramificato l’allerta, basta dire che le notifiche e gli aggiornamenti del RASFF sono state più di trenta. La storia prende il via l’11 luglio 2014 quando le autorità belghe scoprono la contaminazione. Dopo questa segnalazione passano 6 mesi e solo il 27 febbraio 2015  scatta l’allerta in tutto il mondo.  In Italia la prima segnalazione risale al 3 marzo 2015,  e poi ci sono stati 5 aggiornamenti di notifica. L’allerta si è poi tradotta nel ritiro e nel richiamo in cinque regioni (Lazio, Lombardia, Puglia, Toscana e Veneto) di tre tipi di Monster, una settimana fa circa. Le nostre informazioni finiscono qui. Il consiglio è di non bere le bibite  che fanno parte di questi lotti. Deprecabile il silenzio del Ministero che ancora una volta preferisce tacere anziché chiarire.

I lotti ritirati dal mercato sono:
1) MONSTER ENERGY Green –  Lotti  LE1406D TT:TT     LE1431D TT:TT
2) MONSTER ENERGY Absolutely Zero -Lotto LE1419D TT:TT
3) MONSTER ENERGY Rehab – Lotto LE1429D TT:TT

L’aspetto sconcertante è che il Ministero della salute non ha diramato nessun comunicato, non ha avvisato i consumatori e non ha rivelato il nome del prodotto oggetto di ritiro, oltre a non avere condotto una valutazione del rischio. Vi terremo aggiornati.

 

(*)  Il Trisodio citrato è un additivo alimentare, numero E331, utilizzato sia per dare il gusto acidulo sia come conservante. È frequente  l’impiego in bevande gassate e in energy drink.

(* *) Albania (D) Azerbaijan (D) Belgium (D) China (O) Commission Services Croatia (D) Cyprus (D) Côte d’Ivoire (D) Denmark (D) Finland (D) France (D) Gabon (D) Germany (D) Gibraltar (D) Iceland (D) Ireland (D) Italy (D) Kenya (D) Latvia (D) Lithuania (D) Mauritius (D) Netherlands (O) Norway (D) Poland (D) Portugal (D) Russia (D) Serbia (D) Sierra Leone (D) Slovenia (D) Spain (D) Sweden (D) Switzerland (D) United Arab Emirates (D) United Kingdom (D) former Yugoslav Republic of Macedonia (D.

Sara Rossi

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Plastica in omogeneizzato per bambini ed Escherichia coli in ostriche dalla Francia… Ritirati dal mercato europeo 100 prodotti

Nella settimana n°45 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …

7 Commenti

  1. Avatar

    Se solo una valutazione del rischio può informare il livello di attenzione, l’utilizzo di un additivo non conforme ai requisiti della legislazione alimentare ha come conseguenza la non conformità del prodotto, e quindi il ritiro – anche se non c’è un limite nelle bevande. Il livello attualmente fissato si riferisce all’arsenico totale.

    • Avatar

      Salve, ma siete sicuri del ritiro? Cercando in rete non ho trovato nessuna fonte ufficiale che parla di questo ritiro. Tra l’altro in veneto, fino a qualche giorno fa, nel supermercato che frequento erano ancora in vendita.

    • Roberto La Pira

      Sì. Non trova la notizia in rete perché a volte riusciamo a dare delle esclusive.Il ritiro riguarda solo alcuni lotti come abbiamo scritto . Ci mandi le foto se il lotto è lo stesso

  2. Avatar

    Ma da che fonte avete avuto notizie di un ritiro addirittura internazionale? nell’articolo non ci sono citazioni…

    • Roberto La Pira

      La comunicazione è arrivata ad una catena di supermercati che ha ritirato il prodotto e richiamato. La notizia e assolutamente vera e il ritiro e stato coordinato dall’azienda che produce Monster. Il fatto che non la notizia su altri siti vuol dire semplicemente che abbiamo buone fonti.

  3. Avatar

    Io ho delle MONSTER ENERGY Rehab – Lotto LE1429D 23:19 comprate qualche mese fa (alcune le ho bevute prima di leggere questo articolo, altre 5 le ho ancora in frigo).
    Ora cosa devo fare?