Home / Allerta / Migrazione di sostanze tossiche da bicchieri e piatti per bambini e Escherichia coli in formaggio di capra… Ritirati dal mercato europeo 187 prodotti

Migrazione di sostanze tossiche da bicchieri e piatti per bambini e Escherichia coli in formaggio di capra… Ritirati dal mercato europeo 187 prodotti

migrazioneNelle settimane n°27 e 28 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 187 (23 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende 16 casi: idrocarburi policiclici aromatici in olio di canapa biologico dalla Germania (nome del prodotto: Hanföl Nativ; marche: Naturata (bottiglia da 250 ml) e Govinda (bottiglia da 100 ml e 250 ml); termine minimo di conservazione: 01.02.2020; lotto numero: L16038); conserve vegetali con olio all’aglio e peperoncino dall’Italia in confezione con chiusura difettosa; migrazione di formaldeide e melammina da tazza di bambù dalla Turchia, attraverso il Belgio e la Croazia (Nome prodotto: Mr. Polar Bear; marca: Trixie; periodo di vendita: dal 01/01/2019 al 18/07/2019; natura della confezione: singolarmente e in una scatola; numero di lotto: 95-363; codice a barre: 5400858953636); migrazione di melammina da set di stoviglie in fibra di bambù per bambini dalla Cina (Marca del prodotto: BabyMoov – Coffret Vaisselle Bamboo Azur; ID articolo: A005510 (blu) e A005511 (pesca)); mercurio in lombate di pesce spada (Xiphias gladius) scongelate, sotto vuoto, dalla Spagna.

Senape non dichiarata in pasta di soia condita dalla Corea del Sud

Ocratossina A in paprika piccante, macinata, proveniente dalla Spagna; conteggio troppo alto di Escherichia coli in formaggio di capra dalla Francia; aflatossine (B1) in semi di girasole provenienti dalla Serbia; mercurio in verdesca (Prionace glauca) congelata, dall’Italia, con materie prime dalla Spagna; conteggio troppo alto di Escherichia coli in vongole vive (Chamelea gallina) dall’Italia; senape (1,1%) non dichiarata in pasta di soia condita dalla Corea del Sud, via Paesi Bassi (nome del prodotto: pasta di soia condita; Marca: Sempio; confezione da: 500g; termine minimo di conservazione: 27-02-2020; numero di lotto: 2020.02.27).

Solfiti non dichiarati in polpo (Octopus membranaceus) congelato sottovuoto Genepesca, proveniente dall’Italia (leggi qui i dettagli); aflatossine (B1) in mais biologico per pop corn dall’Italia a marchio Cerreto Amanti del Biologico (leggi qui i dettagli); solfiti non dichiarati in scorze di arancia candite ricoperte di cioccolato fondente dall’Italia, vendute con i marchi T’A Milano, Despar Teatro Italia e Cioccolatitaliani (leggi qui i dettagli); Salmonella enterica (ser. anatum) in preparazione per cani da masticare dalla Polonia, via Germania; aflatossine (B1) in noci di zigolo dolce essiccate del Burkina Faso.

Anacardi in crema di pistacchio dall’Italia

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: aflatossine (B1) in pistacchi tostati dall’Iran, spedite da Hong Kong; Salmonella enterica (ser. Infantis) in cosce di pollo congelate dall’Ungheria; mercurio in filetti di tonno pinna gialla (Thunnus albacares) sottovuoto e refrigerati, dalla Spagna; mercurio in tonnetto (Euthynnus alletteratus) refrigerato, dalla Spagna; infestazione parassitaria da Anisakis (fino a 30 larve) in sgombro (Scomber scombrus) refrigerato, dalla Norvegia, via Danimarca; cibo non autorizzato (Artemisia annua) dalla Germania.

Idrocarburi policiclici aromatici in olio di canapa biologico dalla Germania

Salmonella enterica (ser. Kentucky) in petto di tacchino refrigerato dalla Polonia; sostanza non autorizzata (triciclazolo) in riso parboiled dall’Italia; conteggio troppo alto di Escherichia coli in lumache di mare spinose colorante-murex dall’Italia; diossine in fegato di merluzzo in scatola dalla Polonia, via Lettonia (Nome del prodotto: fegato di merluzzo; Marchio: Glavtorg Dorschleber; Peso: 240g; Data di durabilità: 07/10/2023; Numero di lotto: L042-18281-2); infestazione parassitaria da Anisakis (fino a 10 larve) in sgombro (Scomber scombrus) refrigerato dalla Francia.

Diossine in fegato di merluzzo in scatola dalla Polonia

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: contenuto troppo elevato di solfiti in bevanda di guava del Bangladesh; aflatossine (B1) in pistacchi in guscio dagli Stati Uniti; aflatossine (B1) in mandorle sgusciate provenienti dagli Stati Uniti; datteri secchi dalla Cina infestati da insetti; aflatossine (B1) in arachidi con guscio dall’Egitto; migrazione di nichel da griglie per barbecue dalla Cina; aflatossine (B1) in pistacchi della Turchia.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato la Francia segnala mercurio in tonnetto (Euthynnus alletteratus) refrigerato; la Spagna segnala norovirus in tre lotti di vongole vive (Chamelea gallina); la Francia segnala un’allerta per focolaio di origine alimentare sospettato di essere causato da Salmonella enterica (ser. Typhimurium) in coppa dall’Italia, con materie prime provenienti da Francia e Germania.

Migrazione di melammina da set di stoviglie in fibra di bambù per bambini

La Francia segnala un’allerta per Listeria monocytogenes in gorgonzola; la Svizzera segnala un’allerta per tracce di anacardi in crema di pistacchio dall’Italia (marca: Globus Delicatessa; scatola da 220 g; da consumarsi preferibilmente entro il 30.04.2020); la Francia segnala alto conteggio di Escherichia coli in burrata fredda.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Plastica in omogeneizzato per bambini ed Escherichia coli in ostriche dalla Francia… Ritirati dal mercato europeo 100 prodotti

Nella settimana n°45 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …