;
Home / Lettere / Lidl, latte Milbona andato a male prima della scadenza: un altro caso. La risposta della catena

Lidl, latte Milbona andato a male prima della scadenza: un altro caso. La risposta della catena

latte milbona lidl letteraUna lettrice ci scrive per segnalare una confezione di latte Milbona di Lidl andato a male ben prima della data di scadenza riportata sulla confezione. Non è la prima volta che accade: nel novembre 2020 un altro lettore aveva portato alla nostra attenzione un caso simile. Di seguito la segnalazione e la risposta di Lidl, con l’immagine inviata dalla lettrice.

Buongiorno, questa mattina, come un vostro lettore, mi sono imbattuta in una confezione di latte Milbona avariato, con scadenza 12/12/2021, acquistata in data 13 novembre nel punto vendita Lidl di Lainate. Il latte apparentemente non manifestava nessun alterazione (non era cagliato) ma il sapore era rancido e dall’odore avariato. Stupita di questa cosa ho cercato su internet il marchio Milbona per fare una segnalazione e mi sono imbattuta nel vostro articolo che parlava dello stesso problema che ho avuto. Per ora ho contattato il servizio clienti Lidl ma non ho ancora ricevuto una risposta.
Vi ringrazio per la vostra attenzione
Un saluto
Ilaria

Ecco la risposta di Lidl Italia.

La ringraziamo per la segnalazione, che ci era pervenuta nella medesima giornata anche da parte della cliente. Al fine di procedere all’analisi del caso abbiamo richiesto ulteriori foto dalle quali è emerso che la bottiglia presentava segni di danneggiamento che potrebbero aver causato l’ingresso di aria, e di conseguenza l’alterazione del prodotto.

Ci teniamo a sottolineare che il prodotto in questione è sensibile alle variazioni di temperatura, essendo un latte refrigerato, pertanto l’inconveniente potrebbe essere stato causato da una errata conservazione casalinga o durante il trasporto. Inoltre, le verifiche effettuate su campioni dello stesso lotto non hanno evidenziato alcun tipo di non conformità.

Riteniamo quindi si sia trattato di un caso isolato in quanto non abbiamo ricevuto ulteriori segnalazioni relative al prodotto. La informiamo che abbiamo già provveduto a dare riscontro alla cliente la quale riceverà, in ogni caso, un buono spesa a titolo di rimborso.

© Riproduzione riservata Foto fornita dalla lettrice

Il Fatto Alimentare da 11 anni pubblica notizie su: prodotti, etichette, pubblicità ingannevoli, sicurezza alimentare... e dà ai lettori l'accesso completamente gratuito a tutti i contenuti. Sul sito non accettiamo pubblicità mascherate da articoli e selezioniamo le aziende inserzioniste. Per andare avanti con questa politica di trasparenza e mantenere la nostra indipendenza sostieni il sito. Dona ora!

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Dove butto la pellicola del vasetto di Nutella? La risposta di Ferrero e Amsa al dubbio di un lettore

Con l’anno nuovo, salvo ulteriori slittamenti, su ogni imballaggio dovremmo trovare le indicazioni precise di …

2 Commenti

  1. Avatar

    La risposta della Lidl mi pare corretta. Devo segnalare un ulteriore problema che purtroppo si verifica in particolare nei discount, per il basso livello di controllo dovuto anche immagino al ridotto personale.
    Purtroppo la riduzione del rispetto che si può notare in genere nella società, si estende anche ai luoghi di acquisto. Frequento molto la Lidl e purtroppo molti genitori lasciano che i figli più o meno piccoli facciano i bambini, cioè giochino con tutto ciò che trovano, buttando all’aria, per terra, rompendo le confezioni e così via. La questione può divenire anche pericolosa quando riguarda prodotti refrigerati che vengono tolti e lasciati dove capita. Come ovvio, se tali prodotti vengono poi rimessi al loro posto, magari da altri clienti dopo nel tempo, poi finiscono a casa nostra e si hanno casi come quelli segnalati dalla signora.
    Sono disgustato da questi genitori che rinunciano al loro ruolo di controllo ed educazione, andrebbero presi a ceffoni, loro non i figli…
    Voglio aggiungere che quando mi capita di trovare e segnalare prodotti refrigerati tolti ed abbandonati fuori dal fresco, gli addetti della Lidl li ho sempre visti buttare correttamente (sebbene certo è una correttezza che fa male) i prodotti senza rimetterli al loro posto.

    • Avatar

      confermo quanto detto dal signor Osvaldo. Spesso trovo prodotti da frigorifero appoggiati in giro per il punto vendita e nessuno fa nulla. Ma accade anche nei supermercati non discount…