Frullatore o tritatutto da cucina con frutta

Un lettore ci scrive per segnalare un apparente difetto di progettazione di un elettrodomestico da cucina Silvercrest, il famoso marchio della catena di discount Lidl. Di seguito la lettera giunta in redazione e la risposta della catena.

La lettera sul frullatore Silvercrest

Scrivo per segnalare un problema riscontrato su un prodotto della Lidl denominato ‘frullatore 3 in 1’ della Silvercrest (vedi foto sotto, ndr). Ho già messo al corrente la Lidl tramite mail e tramite telefono, che però si è limitata a rispondermi che il prodotto è fuori garanzia e quindi non possono aiutarmi. La mia segnalazione fatta alla Lidl, che non era intenzionata a chiedere assistenza in garanzia, e che adesso riporto a voi per aiutarmi, è la seguente:

frullatore ad immersione 3 in 1 silvecrest lidl

“Desidero segnalare che dopo aver utilizzato il prodotto in modalità tritatutto, quando si procede a pulire il coperchio-ciotola (lavandolo sotto il rubinetto e messo ad asciugare, così come indicato nelle istruzioni), purtroppo, l’asciugatura non può avvenire completamente del tutto. Di fatti, all’interno del corpo del coperchio-ciotola rimane dell’acqua con rimanenze di cibo formatosi dopo l’utilizzo: ciò ne pregiudica la pulizia, in quanto questo liquido formatosi all’interno del corpo del pezzo (che non può essere assolutamente smontato per poterlo asciugare, in quanto è un pezzo unico) potrebbe essere habitat di batteri/funghi e quant’altro, pregiudicando la salubrità del cibo che verrà successivamente preparato (anche il sapore del cibo risulta alterato)”

Su internet è stato pubblicato un video da parte di una consumatrice che spiega nei dettagli quanto già descritto. Riporto il link del predetto video, con dettagli specifici dal minuto 4.00 in poi:

 

Inoltre il prodotto, anche se mi è stato risposto da Lidl che è fuori garanzia, viene comunque ancora venduto in una versione molto simile: di fatti è stato presente sul volantino della settimana dal 13 al 19 maggio scorso. Spero che la vostra testata/team riesca ad avere più informazioni che possano tranquillizzare i consumatori.

La risposta di Lidl

Confermiamo di aver ricevuto la segnalazione anche attraverso la nostra Assistenza Clienti, la quale ha dato il seguente riscontro:

“Gentile Signore, a seguito della sua ultima comunicazione, abbiamo valutato nuovamente il caso e La ringraziamo per la segnalazione che come da procedura è stata inviata agli uffici competenti. Riteniamo altresì la pratica risolta essendo il prodotto andato in vendita oltre sette anni fa. Cordiali saluti”

Pertanto, riconfermiamo di aver accolto quanto segnalato e di averlo inoltrato agli uffici di competenza, che valuteranno e gestiranno attentamente il caso tenendo conto dei suggerimenti ricevuti per il futuro.

Il nostro commento

Dato che quella del nostro lettore non è l’unica segnalazione, può trattarsi di un difetto, a causa del quale l’acqua penetra all’interno del blocco coperchio, oppure di un problema dovuto all’uso ripetuto, visto che il nostro lettore ha acquistato l’elettrodomestico ormai sette anni fa. Se invece dovesse trattarsi di un problema di progettazione, ci auguriamo che non si presenti più nelle versioni più recenti del prodotto, ancora in vendita nei discount Lidl.

© Riproduzione riservata. Foto: Lidl, Depositphotos

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

5 2 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

27 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
donprohel
donprohel
26 Giugno 2024 18:08

Non si tratta né di un difetto né di un guasto: la stessa identica cosa si verifica con tutti i componenti simili di tutti i produttori, e anche se sembra che nessuno se ne sia accorto, lo stesso “problema” si verifica con il gambo del frullatore e la frusta smontabile.

È semplicemente una cosa praticamente inevitabile, e sarebbe interessante controllare se il manuale di istruzioni specifica di non immergere quel componente nell’acqua, come molti produttori fanno.

Sì, forse lo si poteva sigillare meglio, ma i costi sarebbero saliti e il consumatore ne avrebbe comprato uno meno costoso senza la sigillatura per poi andare a lamentarsi sul tubo.

Per contro, il fatto che il componente non sia sigillato rende più facile (o almeno meno disagevole) far asciugare l’acqua rimasta nel componente, acqua che con ogni probabilità è entrata durante il lavaggio (magari in lavastoviglie) e non durante l’uso.

Negliantadamo
Negliantadamo
Reply to  donprohel
27 Giugno 2024 14:11

Esatto!
Credo che succeda con tutti!
Ma anch’io pensavo fosse dovuto al fatto che (per esempio) mia moglie il gambo con le lame, invece che manualmente, lo lava con fierezza in lavastoviglie 😀
e che fosse quindi normale che, tra sbalzo termico e getti d’acqua continui, le guarnizioni perdano in tenuta anche se poi il frullatore è ancora utilizzabile…

comunque credo che ormai utensili ed elettrodomestici da cucina vengano progettati da assidui frequentatori di tavole calde senza un minimo di esperienza nel settore. Noi, per dire, siamo rimasti “scottati” anche da un piano cottura innovativo che appena preso, alla prima fuoriuscita d’acqua da una pentola, perdeva l’uso dell’accensione elettrica per sempre!
Adesso, nei nuovi modelli hanno rimediato, ma ormai hanno perso un cliente…

giova
giova
Reply to  Negliantadamo
29 Giugno 2024 17:32

il piano cottura presenta un problema di conformità? si può ritenere la fuoriuscita dell’acqua da una pentola una delle possibilità che possono eventualmente avvenire nell’uso del prodotto? allora si fa valere la garanzia. Non le pare?

Paolo
Paolo
Reply to  Negliantadamo
29 Giugno 2024 18:09

Buongiorno
Tutte le lame, qualsiasi esse siano non si mettono in lavastoviglie perché l’alta temperatura dell’acqua rovina l’affilatura e in breve non tagliano più.
Saluti
Paolo

Roberto
Roberto
Reply to  Paolo
1 Luglio 2024 11:55

Questa m è nuova: “l’alta tempertura dell’acqua della lavastovilgie rovina l’affilatura”?

A parte che l’acqua, lavastoviglie o altro, raggiunge al massimo 100°C (a parte la pentola a pressione ma lì è la pressione che fa aumentare la temperatura), le lame di metallo reggono temperature molto più alte (e al limte si rovinerebbe la tempra ma non l’affilatura).

Sono i coltelli con i manici in legno che NON vanno in lavastoviglie ma perchè si rovina il legno, non l’affilatura…

Valter Ottello
Valter Ottello
Reply to  Negliantadamo
30 Giugno 2024 17:06

esatto …

Valter Ottello
Valter Ottello
Reply to  donprohel
30 Giugno 2024 17:05

la sigillatura di un corpo in movimento è decisamente molto OBSOLETA

Amber
Amber
27 Giugno 2024 14:12

Sinceramente i prodotti silvecrest nella mia esperienza hanno sempre avuto difetti di fabbrica e quando chiedi di utilizzare la garanzia chissà perché ti dicono che sei tu che sbagli ad utilizzarlo. (Macchina sottovuoto/ se fate una ricerca internet troverete recensioni interessanti)
Io non compro più alla Lidl! ..la serietà è un optional!

Patrick
Patrick
Reply to  Amber
30 Giugno 2024 02:50

Bah, io fino ad ora nessun problema, la cosa del coperchio la confermo, come ho commentato, ma non ho mai avuto guai tali da non poter più utilizzare un prodotto, anche il sottovuoto mi funziona bene.
Sarò fortunato… 🙂

Nicola
Nicola
27 Giugno 2024 18:24

Ti sei rivolto all’Unione Consumatori?

Susanna
Susanna
27 Giugno 2024 22:36

Purtroppo il problema non è stato risolto, ho acquistato questo prodotto circa due anni fa ed effettivamente lavando il coperchio l’acqua penetra all’interno e non si riesce più a levarla.

Valter Ottello
Valter Ottello
Reply to  Susanna
30 Giugno 2024 17:13

non te ne sei mai accortama, anche la pulizia è deficitaria .. occhio allemuffe … !!!

Flavio
Flavio
27 Giugno 2024 22:49

Succede anche con prodotti simili a marchio bosch. Il problema é che anche lavando l’accessorio con una pezza bagnata, comunque ci va a finire umidità e residui di cibo precedentemente tritato. Sarebbe curioso aprire l’accessorio tritatutto del signore e vedere dopo 7 anni quanta promiscuità c’è li dentro..

Valter Ottello
Valter Ottello
Reply to  Flavio
30 Giugno 2024 17:14

da brivido ….

Marina
Marina
29 Giugno 2024 09:00

Anche quelli di altre marche sono fatti allo stesso modo (vedi Braun). Metto in lavastoviglie, il calore sterilizzerà…

Vanda Umari
Vanda Umari
29 Giugno 2024 09:05

Anche con Kenwood succede la stessa cosa

Markus
Markus
29 Giugno 2024 10:17

Desidero riportare la mia esperienza personale e posso confermare k c’è un DIFETTO di progettazione.
Anche io l’ho comprato circa 7 anni fa’ e questa problematica ovvero l’impossibilità di asciugare il coperchio c’è da subito,
… io però, visto che avevo speso SOLO € 19,99 non l’ho restituito ma ho Vietato a mia moglie di usarlo in modalità ciotola e di usarlo solo in modalità immersione.
… quindi Confermo senza ombra di dubbio che c’è un DIFETTO di progettazione.
Spero che la mia testimonianza Vi sia utile.

29/06/2014 Reggio Calabria
Cordiali Saluti da Marco Papasidero

Gilberto
Gilberto
29 Giugno 2024 11:55

Ma signora cara, per 19,99 €. cosa pretende ? Si acquisti un frullatore 3 in 1 di marca spendendo per lo meno 3 o 4 volte di più e vedrà che la il problema non esisterà più.

lucio
lucio
29 Giugno 2024 17:05

Secondo il mio parere la signora involontariamente sta facendo solo pubblicità al marchio Silvercrest, nello stesso tempo mette in luce il sue cattive doti nel maneggiare certi strumenti.
Dopo sette anni, ma quale elettrodomestico specie di piccole dimensioni funzioni ancora? Non se ne poteva accorgere prima?
Mia moglie un giorno arriva a casa con un tritatutto Girmi, ben più costoso del Silvercrest, al primo utilizzo durante il lavaggio a mano ci accorgiamo che una parte del sistema di rotazione lame si è consumata, non so quantificare quanta plastica ci siamo mangiati, ma se lo avessimo usato per sette anni forse qualche grammo si. Immediatamente contattato il negozio con tanto di foto e in pochi giorni abbiamo ricevuto il rimborso contante scuse.
Basta andare sulle recensioni dei clienti Amazon fanno su questi strumenti per rendersi conto

Paolo
Paolo
29 Giugno 2024 18:06

Buongiorno
Scusate, ma… La persona che si lamenta del tritatutto Lidl se ne accorge dopo sette anni???
Non dovrebbe svegliarsi prima.???

Consumatrice
Consumatrice
Reply to  Paolo
3 Luglio 2024 11:48

Pare sia da sette anni che cerca una risposta che non c’è.

Patrick
Patrick
30 Giugno 2024 02:44

Confermo!
Dovrei vedere quando l’ho acquistato esattamente, ma il coperchio ha questo difetto.
Bisogna scuoterlo ben bene per far uscire l’acqua, ma comunque non mi risulta che quello in mio possesso trattenga parti del cibo tritato al suo interno (sinceramente, lo ritengo improbabile poiché c’è una specie di “tappino” estraibile che serve per tener fermo il blocco lama e non permette infiltrazioni voluminose, e all’interno c’è la parte “ingranaggio” che comunque è a filo…).
Può solo entrare acqua, e presumo prettamente dalla parte superiore dove va agganciato il minipimer, che effettivamente è più esposto.
Questa cosa del cambio aroma mi pare strana (forse è più psicologica), trito ogni sabato mandorle o nocciole, e mai riscontrato comunque infiltrazioni d’acqua o altro all’interno, il prodotto tritato risulta asciutto e friabile, come deve essere.
Consiglio casomai di lavare bene il contenitore, specialmente in caso di trito per soffritto, poiché la cipolla è effettivamente fetente…

Valter Ottello
Valter Ottello
30 Giugno 2024 17:02

spesso i produttori s’attaccano ai vetri sporchi d’olio, se ha 7 anni ed è entrata acqua, che non ci credo, è stato progettato MALE altrimenti, come le autovetture dovrebbero essere REVISIONATE periodicamente, comunque conviene valutare il rumore se è acqua o movimenti degli elementi ASSEMBLATI; la via di fuga dell’acqua dev’essere GARANTITA per evitare muffe e cariche batteriche.

Elena
Elena
30 Giugno 2024 17:10

Se non si può detergere correttamente non andrebbe autorizzata la vendita! Il cibo che resta lí e contamina quello contenuto per gli usi futuri… ma anche no!

Gabriella
Gabriella
1 Luglio 2024 09:55

Io ho la stessa tipologia di frullatore ma della BRAUN ed il problema è lo stesso!!! Ho risolto facendo due forellini con un chiodo rovente ai bordi, così si svuota dall’acqua!‍♀️

Lettore Ilfattoalimentare
Lettore Ilfattoalimentare
Reply to  Gabriella
2 Luglio 2024 11:51

Ottima la soluzione dei buchini

Consumatrice
Consumatrice
3 Luglio 2024 11:54

Ma se glielo avessero sostituito, vista la garanzia di cinque anni offerta dal marchio (se non erro), non avrebbero risolto il problema?

27
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x