Dopo la notte delle Cascine, la Milano “sostenibile” torna in scena con Kuminda, il Festival del diritto al cibo, ospitato – per l’appunto –  presso la Cascina Cuccagna e organizzato da Acra e Terre di mezzo eventi. Dal 14 al 16 ottobre, tre giorni di iniziative dedicate al cibo in tutte le sue sfaccettature: oltre a incontrare esperti e produttori, si potranno degustare pietanze da tutto il mondo, ma anche giocare, imparare, guardare e cucinare.

Un “assaggio” del programma? L’incontro “Grana Masala?”, in cui verrà presentata la curiosa situazione del territorio compreso tra Cremona, Mantova e Brescia, dove sono ormai i cittadini dell’etnia indiana punjabi a garantire la produzione dell’italianissimo Grana Padano. L’incontro sarà accompagnato dalla degustazione di un esperimento di mescolanza gastronomica a base di Grana Padano e pakora (frittelle  di verdura). Oppure il curioso laboratorio di cucina in lavastoviglie, durante il quale Lisa Casali mostrerà come cucinare deliziose pietanze utilizzando la lavapiatti come “forno” a impatto zero. O ancora gli incontri del ciclo “Cibo e democrazia” organizzati in collaborazione con il Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare.

Non mancherà un mercatino di prodotti biologici a filiera corta, gestito direttamente da produttori agricoli locali e numerose degustazioni e aperitivi etnici.

Ai più piccoli saranno dedicati laboratori ad hoc. Spazio anche alle scuole medie e superiori (durante le giornate di venerdì e sabato mattina) con laboratori teorici e pratici per accrescere consapevolezza sul tema “cibo e democrazia” attraverso giochi di ruolo, percorsi educativi e attività radiofoniche.

 

Stefania Cecchetti

Foto: Terre di Mezzo

- 30 Settembre 2011