Tiramisù in barattolo di vetro su un tavolo di legno accanto a savoiardi e cucchiaino, con grani di caffè sparsi

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria (IAP) ha censurato con l’ingiunzione n. 12/24 del 29/5/24 un nuovo caso di pubblicità non segnalata adeguatamente sui social. In questo caso, il Comitato di controllo ha messo nel mirino un reel pubblicato sul profilo Instagram di una travel influencer lo scorso 29 marzo. Il video in questione pubblicizzava i savoiardi Bonomi, senza però dichiarare in maniera corretta la natura commerciale del post, in violazione dell’articolo 7 del Codice di autodisciplina pubblicitaria (Identificazione della comunicazione commerciale).

Il post censurato mostrava l’influencer mentre prepara un tiramisù al mango, utilizzando come ingrediente i savoiardi dell’azienda Bonomi. Secondo il Comitato di controllo “Si tratta di una comunicazione che veicola un contenuto eminentemente promozionale del prodotto e del brand indicato, che non risulta tuttavia sufficientemente esplicita e dunque immediatamente riconoscibile come tale dal pubblico.

Reel Instagram Forno Bonomi IAP
Lo IAP ha censurato un post Instagram perché non indicava adeguatamente la natura pubblicitaria: ora l’influencer ha modificato il post evidenziando che si tratta di una partnership pubblicitaria e mettendo in evidenza l’hashtag #ADV

L’influencer marketing e la Digital Chart

L’hashtag #adv, obbligatorio per segnalare la natura pubblicitaria del contenuto, si trovava infatti solo in fondo alla descrizione del video (caption). Questa indicazione, invece, deve essere facilmente individuabile per gli utenti, per esempio mostrandola nelle scene iniziali del video e/o inserendola nella parte iniziale del post, come spiegato nel Regolamento Digital Chart dello IAP.

Il principio della trasparenza nelle comunicazioni pubblicitarie – continua il Comitato di Controllo – intende assicurare la distinzione non solo formale, ma sostanziale tra contenuti promozionali e contenuti di altro genere, così da assicurare che la pubblicità si presenti e possa essere facilmente riconosciuta dal pubblico, senza dover richiedere alcuno sforzo interpretativo, per la propria natura di messaggio promozionale, espressione di un punto di vista di parte e di un interesse dell’impresa i cui prodotti o servizi vengono illustrati o richiamati.

In seguito all’intervento dello IAP, l’influencer ha modificato il reel aggiungendo l’hashtag #ADV bene in evidenza sulla copertina del video e all’inizio della sua descrizione.

© Riproduzione riservata Foto: Depositphotos (copertina), Instagram

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

5 1 vota
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x