Home / Nutrizione / Troppi grassi e zuccheri da cibi confezionati e bevande zuccherate. Euromonitor avverte, servono leggi anti-obesità

Troppi grassi e zuccheri da cibi confezionati e bevande zuccherate. Euromonitor avverte, servono leggi anti-obesità

Secondo una ricerca di Euromonitor International, a livello mondiale le calorie provenienti da cibi confezionati e bevande zuccherate assunte ogni giorno, ammontano a circa 1,5 trilioni, con una media individuale di 765 calorie, che in Europa e Nord America sale a 1.500 e in Cina scende a 510. In testa alla classifica c’è il Messico, con una media di 1.919 calorie per persona, mentre in coda c’è l’India, con 151, sempre in riferimento ad alimenti confezionati e bibite.

Euromonitor International calorie
Nella tabella i Paesi con i maggiori apporti di calorie provenienti da cibi confezionati e bevande zuccherate

Nonostante il 40% della popolazione mondiale sia obesa o in sovrappeso, la previsione è che, alle attuali tendenze, nel 2019 ci sarà una maggiore assunzione media di 90 calorie a livello mondiale rispetto al 2014, mentre nella dieta occidentale sarebbe necessaria una diminuzione di cento calorie quotidiane.

 

Waffles and Syrup
Per lo zucchero l’Organizzazione mondiale della sanità consiglia 50 g al giorno

Secondo Euromonitor, che ha analizzato otto valori nutrizionali dei cibi confezionati e delle bevande in cinquantaquattro Paesi, se si vuol ridurre il tasso di obesità, sembrano inevitabili legislazioni più rigide.

 

Per quanto riguarda il consumo di zucchero, a fronte di una dose giornaliera consigliata dall’Organizzazione mondiale della sanità pari a 50 grammi, che una nuova proposta vorrebbe dimezzata, gli Stati Uniti guidano la classifica con 126 grammi, seguiti da Germania e Olanda, con quasi 103 grammi. L’Italia è al 24° posto, con 57,6 grammi giornalieri.

 

consumi grassi e zuccheri
Consumo di grassi e zuccheri a livello mondiale

 

Invece a proposito del consumo di grassi, secondo le tabelle pubblicate dal Washington Post, in testa c’è il Belgio, con una media di 95 grammi giornalieri per persona, seguito dalla Germania, con 86,5 grammi. L’Italia è quattordicesima, con 69,20 grammi.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com; Euromonitor.com; Washingtonpost.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

piatto di spaghetti

Troppe calorie nei piatti di ristoranti e fast food. La maggior parte dei pasti fuori casa supera i limiti raccomandati. E occhio agli spuntini sul lavoro

La causa principale del sovrappeso e dell’obesità è l’eccesso di calorie assunte, non solo a …