;
Home / Pianeta / Galline felici: ecco come vivono le ovaiole allevate con il metodo biologico

Galline felici: ecco come vivono le ovaiole allevate con il metodo biologico

GALLINEIl cibo biologico sta diventando sempre più una questione cruciale in Europa. I consumatori sono ora più preoccupati per le loro abitudini alimentari (da dove provengono i prodotti e come sono stati trattati); negli alimenti e nelle bevande bio trovano risposte chiare e garanzie di sostenibilità, sicurezza e gusto.
Di conseguenza, il settore in Europa sta crescendo più velocemente di qualsiasi altro nel comparto alimentare, e questa tendenza positiva continuerà anche nei prossimi anni.

È molto importante aumentare la consapevolezza tra gli operatori commerciali e i consumatori in merito al logo biologico europeo e accompagnarli in scelte consapevoli, aiutandoli a riconoscere tra prodotti certificati biologici e altri con sole etichette fantasiose come “bio-friendly”, “Naturale”, “dalla natura”, “verde”, “sostenibile”, “eco-compatibile”, prive di un quadro normativo e di controllo.
BIOrganicLifestyle.EU (*) è un progetto internazionale, proposto dai maggiori enti del settore agroalimentare biologico italiano e olandese per rafforzare la considerazione del settore bio europeo in tre mercati interni (Germania, Italia e Francia) e incrementare la quota dei prodotti bio sul mercato europeo, evidenziandone le caratteristiche. Proponiamo ai lettori questi brevi filmati che analizzano i vari aspetti dell’agricoltura e degli allevamenti bio che rispettano l’ambiente. Il primo tratta di polli e galline, il secondo i maiali e così via.

(*) L’intera strategia di BIOrganic.Lifestyle.EU, EOP e Bionext è in linea con le politiche dell’Unione a sostegno della produzione e del consumo di prodotti biologici e trasmetterà messaggi sulle pratiche alimentari corrette, sulle caratteristiche specifiche dei metodi di produzione agricola nell’Unione e del regime di qualità biologico, in particolare in termini di sicurezza alimentare, tracciabilità, autenticità, etichettatura, aspetti nutrizionali…

© Riproduzione riservata. Foto: Stock.adobe.com

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

bere acqua

Acqua potabile dall’aria di Tel Aviv: una fonte sicura per i Paesi delle zone più aride del pianeta?

L’acqua potabile del futuro potrebbe arrivare da una fonte finora sfruttata pochissimo: l’atmosfera, che ne …

4 Commenti

  1. Avatar
    MATTEUZZI DIEGO

    Continuate cosi’. Bene. La gente vuole essere informata su come vengono allevati gli animali per avere prodotti biologici.
    Riportate anche le truffe con tanto di nome e cognome delle aziende ( e dei loro prodotti) che barano.

  2. Avatar

    Ormai acquisto prevalentemente cibi biologici, ma a volte non è molto chiaro il metodo di allevamento o coltivazione. Auspico dati più trasparenti…

  3. Avatar

    Anche nella produzione biologica di uova i pulcini maschi vengono uccisi appena nati?

  4. Avatar

    Che bello vedere gli animali curati in modo davvero umano!