Home / Nutrizione / Foie gras: stop alla produzione ottenuta da animali nutriti in modo forzato. Il provvedimento adottato in California confermato dalla Corte Suprema USA

Foie gras: stop alla produzione ottenuta da animali nutriti in modo forzato. Il provvedimento adottato in California confermato dalla Corte Suprema USA

foie gras
La produzione del foie gras sarà possibile solo senza alimentazione forzata delle anatre

La legge della California che ha bandito il foie gras ottenuto attraverso l’alimentazione forzata delle anatre mediante tubi, per ingrossare il fegato, resta in vigore, perché non interferisce con il commercio interstatale. Lo ha deciso la Corte Suprema USA, che ha rigettato, senza nemmeno discuterlo, il ricorso presentato da una catena di ristoranti e da produttori di foie gras newyorkesi e canadesi. La legge approvata nel 2004 ed entrata in vigore nel luglio 2012, vieta solo il foie gras prodotto attraverso l’alimentazione forzata, lasciando libera la produzione e la vendita di quello prodotto nel rispetto degli animali.

 

Il ricorso di ristoratori e produttori era stato appoggiato anche da tredici Stati americani, ma i giudici della Corte Suprema hanno riconosciuto alla California, come a ogni altro Stato, il diritto di limitare pratiche ritenute crudeli nei confronti degli animali. Come riferisce l’agenzia Reuters, il divieto disposto dalla legge riguarda qualsiasi prodotto derivato dalla “alimentazione forzata di un uccello al fine di ampliare il suo fegato oltre la dimensione normale”.

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Funny overweight sportsman lying down exhausted on the gym's floor

La ministra Giulia Grillo propone contro l’obesità buoni per attività fisica. Una ricetta inefficace che però piace alle multinazionali

L’ultima proposta della ministra della Salute Giulia Grillo, per contrastare l’epidemia di obesità e sovrappeso …