Home / Expo2015 / Expo quanto mi costi? Affitti milionari e biglietti da 32 euro mettono a rischio le iniziative delle organizzazioni no profit alla cascina Triulza

Expo quanto mi costi? Affitti milionari e biglietti da 32 euro mettono a rischio le iniziative delle organizzazioni no profit alla cascina Triulza

expo progetto
I costi astronomici degli spazi all’interno di Expo 2015 sono esagerati: Lavazza ha pagato 1 milione per 85 mq, San Pellegrino 1,15 milioni per 100 mq

Il Fatto Alimentare ha già evidenziato i costi astronomici che comporta l’affitto degli spazi all’interno di Expo 2015. Si tratta  di cifre esagerate  (leggi articolo) anche per le realtà industriali più consolidate. Lavazza ha pagato 1 milione per 85 mq, San Pellegrino 1,15 milioni per 100 mq oltre al versamento dell8% sulle vendite dei prodotti! L’altro aspetto su cui vale la pena focalizzare l’attenzione è il prezzo dei biglietti di ingresso che variano da 10 a 39 euro secondo un criterio scalare simile a quello adottato per le tariffe aeree e sui treni. Ai nostri lettori proponiamo la riflessione fatta da enti e gruppi della società civile che all’interno di expo saranno ospitati dalla Cascina Triulza che focalizzano l’attenzione su fatto che un ticket di ingresso così oneroso, aggravato da altri 5 euro di biglietto della metropolitana per arrivare in loco, rappresentano oggettivamene un ostacolo per molte persone che desiderano partecipare ad alcuni tra centinaia di eventi che queste organizzazioni hanno in programma per i 6 mesi di durata di Expo 2015.

Di seguito pubblichiamo un comunicato di Info-cooperazione.it, il blog degli operatori della cooperazione internazionale.

 

Cara Expo, ma quanto ci costi?

Sono in vendita da lunedì scorso i biglietti d’ingresso a Expo 2015 che aprirà i battenti il primo maggio dell’anno prossimo. Si possono acquistare sul sito dell’Expo, attraverso l’App scaricabile da Apple e Google Store, online da rivenditori autorizzati, presso Intesa San Paolo, oltre che all’Expo Gate in piazza Castello a Milano, alla Triennale e, a breve, anche attraverso la rete commerciale di Telecom. La società Expo ha ideato svariate tipologie di accesso alle quali corrispondono diversi formati e costi: dai biglietti cartacei in filigrana a quelli da stampare a casa fino a quelli digitali. I prezzi variano dai 10 ai 39 euro.

 

euro currency
Il biglietto più caro per EXPO costerà 32 euro fino al 30 aprile 2015 e 39 euro dopo questa data. Due adulti con due bambini in un giorno prefissato pagheranno invece 67 euro.

Ci sono tariffe più economiche per chi fissa il giorno esatto della visita, più care se il biglietto non prevede una data specifica. Sono previsti sconti per famiglie, studenti, anziani e disabili. Tutti i biglietti acquistati prima dell’apertura di Expo sono scontati del 20% sul prezzo reale. Il biglietto più caro costerà 32 euro fino al 30 aprile 2015 e 39 euro dopo questa data. Due adulti con due bambini in un giorno prefissato pagheranno invece 67 euro. Alcune tipologie di biglietti sono ancora da fissare: quelli per le scolaresche e i notturni, per chi entra dopo le 18.30 (l’Expo sarà aperta dalle 10 alle 23). Non ci saranno invece biglietti multi-ingresso come quelli settimanali e mensili che vengono offerti da altre esposizioni o parchi divertimento.

 

Secondo la comunicazione ufficiale degli organizzatori il costo medio dei biglietti sarà di 22 euro ma questo calcolo prende in considerazione i biglietti ridotti per categorie particolari che avranno numeri molto limitati. In realtà considerando i diversi prezzi disponibili al pubblico più ampio la media si attesta a 29,50 euro a ingresso. L’obiettivo fissato dalla società Expo è di vendere almeno 10 milioni di biglietti prima dell’inaugurazione e di arrivare a un totale di 20 milioni di biglietti venduti. Considerando il valore medio dichiarato di 22 euro si tratterebbe di un incasso di 440 milioni di euro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Il servizio di biglietteria (ticketing) è uno dei più ricchi business dell’Esposizione Universale

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Expo 2015, il successo di Israele ed Emirati Arabi e il flop degli Stati Uniti. Continua il tour tra i padiglioni di Beniamino Bonardi

Il prossimo Expo si terrà nel 2020 a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, che nell’area espositiva …

5 Commenti

  1. Avatar

    Non so se anche gli altri expo hanno questi costi, però è veramente uno scandalo, c ome al solito facciamo le cose all’italiana, e ti viene quasi voglia di augurare il peggio a tutti gli organizzatori. Non è possibile che nel 2014 siamo ancora a questo punto, io sicuramente non ci andrò perchè non ho 40€ da buttare per andare a visitare degli stand. Come al solito le opportunità che ci vengono presentate siamo in grado di buttarle al vento completamente.
    Inoltre se penso alla mia azienda, operante nel settore alimentare, e al numero di colleghi immagino che non si vorrà spendere 400-500€ per partecipare a seminari, incontri ed iniziative proposte.
    Veramente come al solito siamo un paese che si merita a pieno la situazione ed il livello in cui siamo.

    • Avatar

      costi expo: 1,3 mld di euro. costo opere annesse: 9 mld e rotti di euro (penso si sapranno fra una decina di anni attraverso qualche indagine i veri costi, è infrastrutture lombarde che ne gestisce i lavori….)
      incasso stimato: 440 mln di euro.
      O qualcuno ha “riformato” la matematica o c’è un problema!

  2. Avatar

    Incredibile,un’altra sprecopoli, con la crisi che ci attanaglia, (crisi solo italiana),ho solo tre parole da dire: BOICOTTARE EXPO 2015!!!

    • Avatar

      come dire la nave imbarca acqua e noi facciamo altri buchi per affondare prima… ottimo ragionamento davvero

  3. Avatar

    Di cosa ci si stupisce??
    E’ un grande evento italiano con i soliti effetti collaterali…che sono il motore dell’evento stesso..