Home / Sicurezza Alimentare / Escherichia coli: allerta Europeo non mangiare germogli crudi. Dopo i 12 casi in Francia, le agenzie inglese e irlandesi vietano il consumo. Si attiva il Rasff

Escherichia coli: allerta Europeo non mangiare germogli crudi. Dopo i 12 casi in Francia, le agenzie inglese e irlandesi vietano il consumo. Si attiva il Rasff

L’arrivo in Francia di germogli di soia, di fieno  greco e di altri semi contaminati  dal batterio Escherichia coli O 104, identico a quello che ha causato l’epidemia in Germania, è un segnale preoccupante. Chi pensava che  la vicenda tedesca fosse un problema grave ma  circoscritto  a una zona del territorio si sbagliava.

In Francia le persone colpite sono 12,  tutte hanno partecipato l’8 giugno a una festa a Begles, e hanno mangiato germogli o semi crudi utilizzati in insalata e in altri  piatti del buffet come guarnizione.

Secondo le autorità locali i ricoveri dovrebbero essere finiti, perchè i disturbi causati dal batterio si manifestano entro 15 giorni dall’ingestioen e da ieri non sono stati più segnalati ricoveri per  dissenteria emorragica. Una delle persone colpite è in rianimazione e le sue condizioni si stanno aggravando.

Come abbiamo già scritto ieri  le autorità hanno individuato  la causa  nei germogli venduti dalla società inglese Thompson & Morgan.

Per questo motivo domani  (27 giugno2011) la Francia molto probabilmente invierà una comunicazione  a Bruxelles che, attraverso il sistema di allerta rapido Rasff, verrà diramata a tutti i paesi.

In questo modo sarà  avviato il  ritiro immediato dal commercio di tutte le partite di germogli commercializzati dalla Thompson & Morgan.

Per il momento in Inghilterra non si sono registrati casi di intossicazione, ma per precauzione ieri l’Agenzia per la sicurezza alimentare inglese (Food standards agency) ha invitato i cittadini a non consumare semi e germogli crudi. Chi desidera mangiarli deve cuocerli prima.  L’Agenzia va però oltre e, data la tossicità del batterio, consiglia di lavare molto bene utensili e stoviglie che  sono stati a contatto con semi e germogli e di lavare bene le mani dopo avere manipolato semi o germogli crudi. Un analogo messaggio è stato diffuso  dall’Agenzia per la sicurezza alimentare irlandese.

Roberto La Pira

Foto:Flickr cc e Phtos.com

 

Avatar

Guarda qui

alimenti cibo dieta verdure pollo pesce salute

Aumentano le notifiche al sistema di allerta Rasff. Nel rapporto 2019 boom di segnalazioni per la Salmonella nel pollo dalla Polonia

Nel 2019 sono tornate a crescere le notifiche trasmesse attraverso il Sistema di allerta rapido …