Home / Nutrizione / Arriva la Dieta Dukan dei 7 giorni: modello nutrizionale scorretto che può portare a patologie cardiovascolari e tumori. Il parere di Enzo Spisni dell’Università di Bologna

Arriva la Dieta Dukan dei 7 giorni: modello nutrizionale scorretto che può portare a patologie cardiovascolari e tumori. Il parere di Enzo Spisni dell’Università di Bologna

Dal punto di vista biochimico, vi sono degli squilibri con Dukan?

Può esserci un aumento del colesterolo e quindi è una dieta non indicata per persone che già soffrono di ipercolesterolemia, e poi aumenta il carico renale. Si possono fare degli esami per verificare questi valori, sia del sangue sia delle urine. Dal punto di vista intestinale invece, uno dei problemi della dieta è dato dall’insorgere della stipsi. I sostenitori di Dukan diranno che viene contrastata efficacemente con la crusca di avena. Vero, ma la crusca funziona perché è un irritante delle pareti del colon.

 

La dieta dei 7 giorni ha qualche vantaggio?

alimentazione sana 101890772
La dieta dovrebbe fornire gli strumenti giusti per permettere alla persona in sovrappeso di cambiare abitudini

Questa dieta è identica a quella classica, nei principi di base, ma è distribuita in modo diverso nel tempo. La frutta è comunque troppo poca e anche le proteine animali continuano a essere eccessive, a discapito dei carboidrati. Può essere meno nociva perché non si prolunga troppo il periodo di restrizione, ma il ciclo va comunque ripetuto: ritorniamo quindi all’aumento nel rischio di andare incontro a patologie cardiovascolari e tumori. Anche la presenza di un pasto “della festa” a termine della settimana di privazione e prima di iniziarne una nuova settimana di Dukan non è lungimirante: chiunque, dopo 6 giorni di privazioni, è portato a mangiare di più scegliendo cibi ricchi di calorie grassi rispetto a ciò che farebbe normalmente.

 

In conclusione …

Si tratta di una dieta che fa leva sul desiderio di tutte le persone in sovrappeso: dimagrire mangiando quanto si vuole e senza fare troppa attività fisica. È una scorciatoia sbagliata che non fornisce gli strumenti adatti per imparare a regolarsi, scegliendo stili alimentari e di vita corretti per tutta la vita. Questo dovrebbe invece fare una dieta corretta: dare alla persona un sistema di riferimento con il quale costruire l’alimentazione giusta, da mantenere per sempre.

Eleonora Viganò

© Riproduzione riservata  Foto: Thinkstockphotos.it

sostieniProva2

 

Le donazioni si possono fare:

* Con PayPal, clicca qui.

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

intestato a Ilfattoalimentare.it di Roberto La Pira indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Eleonora Viganò

Avatar
redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Raw Red Lamb Chops

Carne e malattie cardiovascolari: altri due studi puntano il dito sul legame tra il consumo e il rischio di patologie cardiache

L’annosa questione del legame tra carne rossa o lavorata e malattie conosce una nuova puntata. …

5 Commenti

  1. Avatar

    Si parla tantissimo di diete oggigiorno. Ce ne sono di tutti i tipi: vegetariana, vegana, Dukan, mediterranea, del DNA, di questo, di quello… La dieta, o meglio, l’alimentazione giusta per noi stessi non ce la possono scrivere dietologi o nutrizionisti, ma solo noi stessi. Se ognuno di noi imparasse ad ascoltare esclusivamente il nostro corpo e quello che il nostro organismo necessita allora non ci sarebbero problemi di sovrappeso oppure di obesità. Saper distinguere la vera fame dalla gola è la chiave per mantenere un corpo sano ed in forma. Se volete imparare ad ascoltare il vostro corpo venite sul nostro sito, dove troverete quello di cui avete bisogno 🙂

    • Avatar

      “parlare” di “dieta” non significa sapere quel che si dice. Quando non trattasi di oculate strategie di marketing (leggi: VENDI VENDI VENDI), sono vuote chiacchiere buone per il bar o il parrucchiere. Certo, è possibile “ascoltare il proprio corpo” e “farsi” la dieta da soli senza spendere i soldi del nutrizionista conservando la salute: basta studiare le proprietà degli alimenti, le composizioni, le frodi pubblicitarie, la fisiologia umana, i vari apparati specialmente il neuroendocrino, il digerente e il geneto-urinario, e nessuno farà la figuraccia di aver allagato il palazzo per essersi improvvisato idraulico, no?

    • Avatar

      Condivido

  2. Avatar

    Io non nulla da vendere, ma un semplice consiglio gratuito che fa risparmiare, invece di spendere:
    “mangiare meno di tutto quello che la nostra tradizione mediterranea ci ha costruito per secoli, semplicemente utilizzando piatti più piccoli e cibi freschi e genuini”
    Questa non è dieta ma buon senso per prevenire e mantenere la salute ed il giusto peso forma.
    Se siamo fisicamente ammalati oppure nevrotici cibo-dipendenti, occorre l’aiuto dello specialista (diabetologo, nefrologo, cardiologo, allergologo, psicologo).

  3. Avatar

    L’assurdità è che dal punto di vista psicologico la dieta Dukan impone più privazioni delle diete “classiche” (chiamiamole così) prescritte da dietologi e dietisti, quindi non capisco in che modo una persona riesca a seguire maggiormente una Dukan che non un’alimentazione morigerata… boh!