Home / Lettere / Crema spalmabile alle nocciole e cacao. Le differenze tra il prodotto Smart, Esselunga e Nutella

Crema spalmabile alle nocciole e cacao. Le differenze tra il prodotto Smart, Esselunga e Nutella

Crema alle noccioleMoltissimi lettori hanno commentato il nostro ultimo articolo sui prodotti Smart di Esselunga. Di seguito pubblichiamo i dubbi di una lettrice sui prezzi e gli ingredienti delle creme spalmabili che trova al supermercato.

Sono un’affezionata cliente di Esselunga e consumo da tempo i prodotti della linea Smart, compresa la crema spalmabile alle nocciole e cacao e trovo che ci sia un buon rapporto qualità prezzo oltre a un notevole risparmio rispetto alla Nutella e alla crema spalmabile con il marchio Esselunga. Ho notato che gli ingredienti sono simili mentre le differenze di prezzo tra quelle a marca del supermercato e la Nutella sono rilevanti. Ma allora mi chiedo perché così tanta differenza di prezzo se si tratta di prodotti con ingredienti simili? Nadia

Abbiamo controllato anche noi e, in effetti, confrontando la crema alle nocciole della linea Smart con quella a marchio Esselunga le differenze sono poche. Il vasetto con etichetta gialla nella confezione da 750 grammi, costa 2,60 €/kg, mentre il vasetto da 750 g marchiato Esselunga costa il 50% circa in più (3,99 €/kg). Entrambe le creme sono preparate dallo stabilimento cuneese di Nutkao. Quella della linea Smart contiene olio di palma e la percentuale di nocciole si ferma al 7%, mentre quella Esselunga non contiene olio di palma e le nocciole arrivano al 13%. Poi nella crema Smart la quantità di latte è inferiore e il gusto è corretto con generici “aromi”, mentre il vasetto Esselunga usa “l’aroma naturale di vaniglia”. Quindi una differenza di prezzo è comprensibile anche se non così vistosa. Se facciamo un confronto fra la Nutella, (il vasetto da 725 grammi costa circa 7,85 €/kg), e la crema alle nocciole di Esselunga, la lista degli ingredienti risulta molto simile (l’unica differenza è la sostituzione dell’olio di palma con oli vegetali più pregiati), ma il prezzo quasi raddoppia.

Certo per Nutella bisogna considerare l’aggravio di costi dovuti a promozioni, pubblicità, sconti ecc., ma alla fine i margini di guadagno per l’azienda piemontese risultano comunque generosi. Diverso è il discorso per altre marche di crema alle nocciole che usano molte più nocciole e grassi pregiati e quantità di nocciole maggiore quantità, come nel caso della Nocciolata Rigoni di Asiago (19,5%), Lindt (25%) o della crema Novi (45%). In questi casi i listini lievitano ma il prodotto è qualitativamente diverso.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Qual è il prezzo giusto per un olio extravergine biologico? Una lettrice perplessa ci scrive e Roberto Pinton risponde

Pubblichiamo la segnalazione di una lettrice, perplessa per il prezzo basso di un olio extravergine …

24 Commenti

  1. Avatar

    In effetti vado tutte le settimane all’esselunga e devo dire che i prodotti della smart sono veramente buoni ed economici.

  2. Avatar

    La Nutella è Nutella. Tutto il resto è crema spalmabile alla Nocciola che si ispira all’inimitabile.

    • Avatar

      Permettimi di dissentire,
      l’articolo lo spiega benissimo. Io sono cresciuto a pane e nutella, ma la crema Novi, come dice l’articolo è un altro pianeta (anche nel prezzo, giustamente). Solo per il fatto che è per metà nocciole piemonte!!!!!

    • Avatar

      Non capisco la questione: se la crema Esselunga ha il 13% di nocciole (quindi il doppio vs la Smart) e NON contiene olio di palma perché dovrebbe costare come la “Smart” (anche se il naming è fuorviante, trattasi semplicemente di prodotto a basso prezzo e bassa qualità)? E cosa, secondo la lettrice NON giustifica la differenza di prezzo? A me sembra perfettamente spiegabile da una evidente differenza di qualità.

    • Avatar

      Nic prova ad assaggiare la crema di Novi, poi non torni più indietro….

    • Avatar

      Crema Novi forever !!!!

    • Avatar

      Non scriviamo eresie. A meno che tu non sia un membro della famiglia Ferrero. La Nutella ormai è un prodotto popolare ed economico con ingredienti poco pregiati e con una percentuale ridicola di nocciole. Chi la mangia lo fa per (insana) abitudine e per risparmiare. MA basta provare quella per esempio della LINDT per capire la differenza. Ormai è stata superata in qualità da numerose altre creme spalmabili con ingredienti superiori sia per qualità che percentuale.

  3. Avatar

    In merito alla differenza di prezzo dovuta ai margini che l’azienda piemontese ha non posso commentare, certamente però è la grande distribuzione che decide il prezzo finale di vendita ed aumentare il prezzo del prodotto leader per abbassare quello proprio, andrebbe evidenziato….

  4. Avatar

    Non era meglio leggere prima l’etichetta? Comunque, rapporto qualità prezzo della Rigoni non si batte, le altre sono straordinarie ma costano troppo…la Nutella neanche la considero….ciao

  5. Avatar

    Ma ancora a risparmiare sul cibo? ma quanta cioccolata mangiate, un vasetto al giorno? Mangiatene meno ma di qualità. il cibo va gustato, non serve a riempirsi la pancia.
    Ma con due euri volete comprare della cioccolata spalmabile?? Roba da matti.
    Sul cibo non si risparmia, mangiate più verdure, più legumi, e poca carne, e tutto di qualità.

    • Avatar

      Sono pienamente d’accordo.
      Va poi detto che l’allocazione delle risorse è quanto di più personale esista. Conosco persone che ritengono di dover risparmiare comperando alimenti di qualità e ingredienti scadenti per poi spendere tranquillamente 100 euro al mese in vari abbonamenti televisivi.

  6. Avatar

    Perchè non fanno una NUTELLA Fondente ? Anche con Stevia come Estathe

    • Avatar

      SAI CHE il 60% della nutella è zucchero e olio di palma….il cacao lo vede in cartolina. Ma come si fa…boh????La Nutella fondente.

  7. Avatar

    Gli articoli della linea SMART di Esselunga sono prodotti da “primo prezzo”, ovvero i più economici e quindi quelli più scadenti qualitativamente parlando, mentre il marchio diretto “Esselunga” dovrebbe essere migliore sotto questo aspetto.
    In ogni caso, anche se i prodotti hanno le stesse percentuali di materia prima (nocciole, cacao, ecc.) ma cambiano gli “aromi”, il prodotto non sarà mai uguale. La Nutella sarà sempre la n° 1 come preferenza generale proprio per questo fatto, poichè trova il consenso nel sapore e bontà della maggioranza dei consumatori, e non c’è logica che tenga se il prodotto è BUONO.

  8. Avatar

    Ma ragazzi , ancora c’e’ chi sostiene l’ olio di palma ?? ( Nutella e Smart …) . Vi e’ chiaro che l’ olio di palma e’ distruttivo per l’ ambiente , oltre che per le arterie coi suoi prevalenti grassi saturi ???? Ve l’ hanno detto anche in cinese , regolatevi !!!!!

  9. Avatar

    Gia’ provata la crema nocciole Novi e tante altre.
    Cmq grazie.
    Miranda

  10. Avatar

    Ma ognuno di noi, è libero/a di dare un parere!!! All’infuori dell’ olio di palma, di arachidi e di altro tipo.
    Se vi agiterete, anche senza mangiare alimenti contenenti olio di palma, potrebbe essere peggio
    Miranda

  11. Avatar

    come al solito, molte persone nelle loro scelte si lasciano guidare dalla gola, senza mettere in posizione ON il proprio cervello. apparentemente, la formula commerciale che combina dolcezza e cremosità, se ben indovinata, non importa come, piace a tanti. certo, un senso critico verso un prodotto alimentare non è congenito, ma si coltiva, e coltivarlo richiede impegno e tempo. credo sia proprio questo il discrimine che segna un figurato confine tra la maggioranza dei consumatori ed una ancora (purtroppo) esigua minoranza che, prima di acquistare, cerca di approfondire le proprie conoscenze…

    • Avatar

      Significa essere golosi caro Signore.
      Io ho scoperto da poco un dolce veloce, semplice e genuino:
      Ricotta di capra o pecora con miele e cacao amaro, a scelta, noci. Di sicuro meno dannoso alla salute e soprattutto senza olio di palma

  12. Avatar

    Chi è cresciuto con la Nutella non accetta imitazioni di alcun tipo, perché ovviamente il gusto non è lo stesso.

    Poi che le creme d’imitazione possano essere più o meno buone è questione di gusti, e in questo ognuno ha i propri ed è inutile stare a polemizzare.

    Quanto ai costi, ovviamente sono collegati ai metodi e luoghi di produzione, alle materie prime e infine alla commercializzazione in quanto il prezzo finale lo fa il supermercato, e se può imporre gare al doppio ribasso a marchi emergenti o secondari ovviamente non può fare lo stesso con la Nutella, che se sparisse dallo scaffale provocherebbe una perdita secca di clienti.

    E risparmiamoci per favore le solite favolette dell’olio di palma zeppo di grassi saturi (ne ha meno del burro) e che distruttore d’ambiente, inventate dai produttori di olio di soia che distrugge 8 volte più superficie, e quella delle nocciole solo italiane, che non basterebbero neppure a coprire metà del fabbisogno nazionale.

  13. Avatar

    La crema Novi è, sine ullo dubio, la migliore!

  14. Avatar

    Mai comprato Nutella perché boicotto fermamente i prodotti industriali. Ma Quando è capitato di avere bambini invitati a casa ho dovuto prendere una crema spalmabile x la merenda (non mangiano altro sti ragazzini) e ho optato, dopo aver letto gli ingredienti, x quella a marchio Esselunga: più nocciole e zero olio di palma rispetto a Nutella. Non è sicuramente buona come quella di Rigoni ma si fa mangiare e il prezzo è ottimo secondo me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *