Home / Etichette & Prodotti / Cornetto Algida Veggy e senza glutine. Dal classico cono due nuovi gelati, ma quello per vegani “può contenere latte”

Cornetto Algida Veggy e senza glutine. Dal classico cono due nuovi gelati, ma quello per vegani “può contenere latte”

Cornetto Algida
Il nuovo Cornetto Algida senza glutine

Due le novità in arrivo per il 2017 annunciate da Agida: il Cornetto senza glutine e quello Veggy. L’azienda ha deciso di riformulare il famoso gelato da passeggio per soddisfare i consumatori celiaci e quelli vegani. Il primo presenterà una cialda di farina di mais e altri ingredienti senza glutine tra cui la copertura al cacao, arricchita da una granella di nocciole e un cremoso cuore di panna fresca 100% italiana. Quello per vegani invece è preparato con un gelato a base di soia e solo “ingredienti vegetali*”. È curioso notare che l’asterisco posizionato a fianco della parola “vegetali” visibile nella presentazione sul sito aziendale, rimandi alla nota: “* può contenere latte”. Quindi nonostante sull’etichetta del cornetto Veggy sia apposto il marchio di autocertificazione V-Label, rilasciato dall’Associazione Vegetariana Italiana, il gelato non potrà essere consumato dalle persone allergiche o intolleranti al latte. Purtroppo questo non è un dettaglio di poco conto. Molti lettori della pagina Facebook dell’azienda non hanno notato l’asterisco e hanno commentato in maniera entusiastica l’arrivo del nuovo prodotto vegano, dando per scontato che fosse adatto anche a chi non può assumere latte e derivati.

Aprirsi al mercato dei prodotti vegani sembra essere stata una scelta apprezzata anche dalla Peta, l’organizzazione no-profit a sostegno dei diritti animali, che dal sito inglese chiede ad Algida quando si potrà acquistare anche nei loro negozi.

Il nuovo Cornetto Algida Veggy

La data prevista per il lancio dei nuovi Cornetti Algida è ancora segreta. L’unico indizio è stato postato sulla pagina Facebook con un tesser trailer e sul sito internet dedicato, in cui si trova una breve descrizione. Per adesso non si hanno altre informazioni sul prezzo o sull’elenco completo degli ingredienti. Algida suggerisce di seguire i canali social per capire quando partirà la campagna e inizierà la vendita dei nuovi gelati.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

nutri-score etichetta a semaforo francia beglio spagna

Etichetta a semaforo: in Francia 90 aziende e 5 supermercati aderiscono. Sì di Spagna e Belgio al Nutri-Score. Italia contraria

Il Senato italiano ha votato quasi all’unanimità una nota contro l’etichetta a semaforo, che impegna …

7 Commenti

  1. contiene l’olio di palma come il classico oppure no ?

  2. Cornetto algida vegano: sino ad oggi il”vecchio” cornetto algida non ha mai ammazzato nessuno: un’altra delle tante follie vegane.

    • non ha mai ammazzato nessuno… tranne le vacche che producono il latte, le galline che producono le uova, per non parlare dei danni ad ambiente, fauna e popolazioni locali per la produzione dell’olio di palma. Già, una vera follia provare a immaginare un mondo diverso.

    • L unica follia e’ fregarsene totalmente del dolore di esseri sezienti..questa e’ l unica vera follia.
      Il resto lo spiega benissimo Silvia.

  3. fabrizio_caiofabricius

    E il gluten free?
    Nobile alternativa per 600 000 veri celiaci ?
    o
    Ennesima bufala per ammaliare e far spendere di più qualche milione dei restanti 59 000 000 che non ne hanno nessun bisogno ?

    Del resto, quella che sembrava una barzelletta, il GLUTEN-FREE PER CANI, è rapidamente diventata una (lucrosa) proposta reale.

  4. Bisogna fare i complimenti alla Algida che ha preso a cuore la salute degli italiani, perchè il prodotto senza glutine è proposto a chi questo elemento fa male, il prodotto vegano per chi ne ha fatto una scelta di vita… ma come al solito in italia, l’ultima ruota dela carro sono gli allergici/intolleranti al lattosio, dove gli viene detto “aggiustatevi”, per voi niente!