Coop spot prezzo basso giusto 07.2024

È online dal 3 luglio il nuovo spot Coop, che focalizza l’attenzione dei consumatori sul giusto prezzo dei prodotti alimentari, che deve essere basso, ma anche giusto per tutti. Lo spot è una sorta di manifesto che spiega perché un prezzo non può essere solo basso. Se si punta solo su questo aspetto, la scelta comporta inevitabilmente effetti collaterali, come danni al clima e all’ambiente, alla biodiversità, ai lavoratori, soprattutto nelle filiere agroalimentari, e conseguenze negative per l’habitat degli animali. L’aspetto dei danni ai lavoratori non è certo da sottovalutare: basta pensare alle condizioni dei lavoratori immigrati, costretti a lavorare senza tutele, senza diritti, senza controlli. E spesso senza umanità, come è capitato nelle scorse settimane a Satnam Singh.

Lo spot di Coop

Il filmato è un invito a riflettere su tutto quello che c’è dietro il prezzo di un prodotto, con il carrello della spesa Coop che spazia dalla giungla al Polo Nord, fino a un paesaggio più europeo tra alpeggi, mucche e api. L’immagine finale è di un bambino piccolo che protende le mani verso il futuro, e poi si arriva tra gli scaffali del supermercato. L’obiettivo della campagna è di sensibilizzare i consumatori sul ‘prezzo giusto’. “Quando viene stabilito il prezzo finale di un prodotto a marchio Coop, – si legge in una nota, – vengono prese in considerazione le necessità, i diritti e le ragioni di tutti“.

Un prezzo non è solo un numero, ma la sintesi di una visione del mondo. Stabilire il prezzo di un prodotto vuol dire riconoscere che debba essere coerente con un’etica che deve rispettare i diritti di tutti. Coop dichiara dunque la propria posizione su ciò che significa ‘prezzo giusto’: quando si stabilisce il prezzo finale di un prodotto a marchio Coop, si prendono in considerazione le necessità, i diritti e le ragioni di tutti.

Il filmato è un invito a riflettere sull’importanza della scelta mettendo al centro un consumatore consapevole, che sempre più si deve rendere conto che un prezzo non può essere solo basso, ma deve essere anche giusto.

Lo spot di Coop, prodotto da Mercurio, è stato girato da Martin Werner, e ideato dalla copy Anna Triolo e dall’art director Nathalie Schwitter sotto la direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro e Luca Cinquepalmi. Il centro media è PHD.

© Riproduzione riservata Foto: spot Coop

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

1.5 2 voti
Vota
Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Glauco
Glauco
10 Luglio 2024 15:33

Capisco la giusta causa dello spot e il messaggio positivo, a parer mio, manca ancora qualcosa nelle iniziative della cooperativa. Segnalare tutti quei prodotti provenienti e che sovvenzionano Israele.

Paolo
Paolo
Reply to  Glauco
16 Luglio 2024 14:04

ma si rende conto di quello che scrive? se un prodotto proviene da Israele (come da qualsiasi altro luogo) lo ritroverò in etichetta. C’è bisogno di un marchio particolare? La stessa “tracciatura” secondo lei andrebbe estesa ai sovvenzionatori? (fiancheggiatori?).
per lo stesso motivo allora mettiamo all’indice i prodotti provenienti dall’Iran, Cina, Russia, USA (ognuno scelga in base alle sue simpatie e convinzioni)
poveri noi…

2
0
Ci piacerebbe sapere che ne pensi, lascia un commento.x