Close up photo of charming lovely hipster playing with cakes pies candies in kitchen preparing for birthday dressed in white woolen pullover isolated over colorful background

C’è chi i biscotti preferisce mangiarli a colazione, chi li accompagna al classico tè delle cinque e chi invece li sgranocchia come snack dolce sul lavoro o davanti alla tv. E infatti le corsie dei supermercati ormai strabordano di decine e decine di tipi di biscotti diversi: secchi, frollini, ripieni, al cioccolato, con frutta secca, integrali, senza zuccheri, senza glutine, senza lattosio, e chi più ne ha più ne metta. Ma ci sono davvero differenze tra un biscotto e un altro? A questa domanda ha provato a rispondere Altroconsumo che ha creato una banca dati di 168 biscotti, analizzandone la qualità nutrizionale in collaborazione con la start up Edo.

La valutazione

Per ogni biscotto sono state valutate da una parte le caratteristiche nutrizionali e dall’altra gli ingredienti. Per quanto riguarda gli aspetti nutrizionali sono considerati positivamente i nutrienti benefici (vitamine, minerali e fibre) e negativamente quelli da limitare (grassi saturi, zuccheri e sale). Un principio di valutazione simile è stato adottato anche per gli ingredienti: quelli migliori alzano il giudizio, quelli di qualità peggiore lo abbassano.

Novellini al latte e miele biologici coop vivi verde
I frollini con il miglior profilo nutrizionale secondo Altroconsumo sono i novellini Coop

Biscotti e ingredienti

Per la sua analisi, Altroconsumo ha diviso i biscotti in quattro categorie: i frollini, i biscotti secchi, quelli integrali e ricchi di fibre e i biscotti ‘senza’ uno o più ingredienti. I frollini hanno quattro ingredienti base, cioè farina, zucchero, grassi e uova. Ma a seconda di cosa si aggiunge ad essi, i biscotti sono più o meno calorici. Ad esempio, i più ricchi di calorie sono quelli con gocce di cioccolato e quelli con cacao e frutta secca.

In ogni caso i frollini sono i biscotti più ricchi e calorici in commercio, con un contenuto di grassi mediamente superiore a quelli secchi, ma molto variabile tra un prodotto e l’altro, dai 9 ai 24 grammi ogni 100 grammi! Da un punto di vista nutrizionale, l’analisi di Altroconsumo premia i Novellini al latte e miele Vivi Verde Coop, mentre dà il giudizio più basso a pari merito a due prodotti: i Krumiri Bistefani con gocce di cioccolato e gli Ottocento Galbusera.

biscotti oswego gran varie colussi
Tra i biscotti secchi i migliori sono entrambi prodotti Colussi: gli Oswego e i Gran Varié

Fibre e calorie

I biscotti secchi, invece, hanno solo un ingrediente base: la farina. A questa poi si aggiungono tutti gli altri ingredienti, tipicamente zuccheri, grassi, latte, uova, lievito e aromi. Sono i biscotti meno calorici in circolazione. Il test ha dato il punteggio nutrizionale più alto a pari merito agli Oswego e ai Gran Varié Colussi, mentre i ‘peggiori’ sono i biscotti secchi assortiti Auchan Bio.

I biscotti integrali sono invece caratterizzati dalla presenza di fibre in quantità superiore alle altre categorie, ma molto variabile (in media 6 grammi per 100 grammi di prodotto). Quelli che ne hanno di meno sono i frollini con fiocchi d’orzo e farina d’avena Bene Sì Coop (2,2 g/100 g), i più ricchi sono gli Oro Saiwa Fibrattiva (4 g/100 g). In generale, dal punto di vista nutrizionale, l’analisi di Altroconsumo mette in prima posizione i biscotti con farina integrale di farro di Carrefour Bio e in ultima i Cereabel Campiello.

biscotti integrali farro carrefour oro saiwa senza zuccheri aggiunti
I migliori biscotti integrali sono quelli con fiocchi di farro Carrefour Bio e tra quelli ‘senza’ gli Oro Saiwa senza zuccheri aggiunti

Infine ci sono i biscotti ‘senza’, cioè quelli caratterizzati dall’assenza o dal ridotto contenuto di uno o più ingredienti. Ma non per questo sono per forza più sani degli altri. Tuttavia il migliore della categoria, il frollino integrale senza zuccheri aggiunti Oro Saiwa è anche il prodotto con il punteggio più alto tra i 168 analizzati.

© Riproduzione riservata

[sostieni]

2.3 4 voti
Vota
17 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Maria Paola Mazzanti
Maria Paola Mazzanti
10 Settembre 2019 20:26

I biscotti sani esistono eccome, solo che è necessario avere voglia e buona volontà. Basta farseli. Io ogni settimana preparo i biscotti o ciambella o plum cake o anche crostate per la colazione della famiglia. Scelgo ogni ingrediente anche perché la bimba è celiaca, dunque sono ancor più incentivata a cercare ingredienti di qualità.

Mirko
Mirko
Reply to  Maria Paola Mazzanti
12 Settembre 2019 09:26

Fin quando esiste lo zucchero o tutti i suoi derivati, vedi sciroppo di glucosio, non può essere definito sano.

dario
dario
12 Settembre 2019 12:28

i migliori sono i campiello novellino senza zuccheri aggiunti. 🙂

Rossana
Rossana
Reply to  dario
13 Settembre 2019 14:59

Sono d’accordo con Maria Paola. Anch’io provvedo una o due volte alla settimana a preparare torte o biscotti senza zucchero. Ho imparato ad usare l’uvetta o altra frutta per addolcire e il tutto viene apprezzato dalla famiglia.
A Dario rispondo che la dicitura ” senza zucchero” purtroppo nasconde la presenza di edulcoranti o maltitolo.

Andrea Tibaldi
Reply to  dario
14 Settembre 2019 15:33

Rosanna attenta perché l’uvetta contiene un sacco di zuccheroh!

Emanuele
Emanuele
Reply to  dario
17 Settembre 2019 09:24

Veramente i Campiello sono in fondo alla classifica di Altroconsumo, sono identificati come “scarsa qualità”

emanuele pieraccioni
emanuele pieraccioni
Reply to  dario
7 Ottobre 2019 19:42

spesso purtroppo senza zuccheri aggiunti : poi ci sono edulcoranti aspartame etc..

Diego Matteuzzi
Diego Matteuzzi
14 Settembre 2019 08:37

Io ho suggerito al mio fornaio di fare biscotti integrali zuccherati pero’ con maltitolo che ha un basso indice glicemico. Sono ottimi e vanno a ruba fra le signore giovani che sono piu’ informate rispetto alle anziane

Andrea Tibaldi
14 Settembre 2019 09:09

La farina fa male, lo zucchero fa male, i grassi fanno male. Vi daranno da mangiare cartone, e voi direte “finalmente un biscotto sano”. Che tristezza.

Dionigi Angeli
Dionigi Angeli
14 Settembre 2019 19:08

Come al solito le analisi dei Altroconsumo lasciano il tempo che trovano.
Anzitutto bisognerebbe chiarire quale biscotto tra quelli disponibili nella grande distribuzione frequentata.
Ma poi, il biscotto più sano è il PANBISCOTTO ovvero il pane biscottato al quale se vuoi puoi aggiungere una spalmatina di burro oppure di confettura o di entrambe o di crema di nocciole (senza olio di palma) o anche solo acqua e zucchero e un bacio sulla guancia. (Che bei ricordi di 75 anni fa…)

Roby
Roby
15 Settembre 2019 12:49

Ricordatevi che lo zucchero e indispensabile per alcune funzioni celebrali.

Roberto La Pira
Reply to  Roby
16 Settembre 2019 09:51

Non è assolutamente vero, questa è una falsa notizia diffusa da anni dalla pubblicità .Il cervello non ha bisogno di zucchero ma di glucosio che viene metabolizzato da decine di altri alimenti.

RENATO MASSOLINI
15 Settembre 2019 20:37

A DARIO RISPONDO CON UN NON NE SONO CERTO MA IL CAMPIELLO DOVREBBE CONTENERE OLIO DI PALMA.
CHIEDO SCUSA SE MI SBAGLIO. RENATO

Andrea Ricci
Andrea Ricci
16 Settembre 2019 09:03

Mirko ha detto quello che bisogna dire. Aggiungo anche che non sono sani biscotti che contengono grassi diversi dal burro.

Costante
Costante
17 Settembre 2019 18:29

Andrea, e se un grasso fosse equivalente alla composizione del burro, magari senza acidi grassi trans,… e con meno produzione di CO2 nella filiera, non sarebbe SANO secondo te?
Dammi la definizione di SANO !

Costante
Costante
17 Settembre 2019 18:44

Andrea Tibaldi ha perfettamente ragione.
E’ solo questione di quantità, cioe’ di attenzione da parte dei genitori e dei consumatori.
Torniamo alla merenda di una fetta di pane e marmellata ! ma.. p..ca miseria,.. non va bene ! la marmellata è piena di zucchero..ohiboh!
Est modus in rebus……fatemi un piacere !!!!!

Rockbyron
Rockbyron
8 Ottobre 2019 17:52

Ho cercato dei biscotti da bagnare nel tè a colazione, ma tutti rimangono asciutti, tranne i frollini biologici Selex. Per quale motivo?