Home / Allerta / Allerta per un integratore di vitamine per concepimento e gravidanza: ossido di etilene nel bamboo

Allerta per un integratore di vitamine per concepimento e gravidanza: ossido di etilene nel bamboo

integratore concepimento gravidanzaIl ministero della Salute ha pubblicato un avviso ai consumatori per segnalare due lotti dell’integratore alimentare Baby FORTE Vitamine Concepimento & Gravidanza FS in seguito al rilevamento di ossido di etilene nell’ingrediente estratto di bambù. Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 60 capsule e appartiene ai lotti numero C0122045 con data di scadenza 08/02/2022, e C0124817 con data di scadenza 26/12/2022.

L’integratore alimentare è stato segnalato attraverso il sistema di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) dalle autorità anitarie tedesche, che hanno anche reso noto come il produttore abbia già provveduto ad informare i consumatori della non conformità del prodotto. Il ministero della Salute, inoltre, fa sapere che l’integratore è distribuito in Italia via e-commerce e, in via precauzionale, raccomanda di non consumare il prodotto eventualmente acquistato.

Non si tratta del primo integratore alimentare segnalato a causa della presenza di ossido di etilene nell’estratto di bambù: negli scorsi mesi, in Italia, sono stati richiamati altri sei integratori per lo stesso motivo. Questi vanno ad aggiungersi alle centinaia di prodotti ritirati dal mercato a partire dall’autunno 2020 a causa della contaminazione di sesamo, farina di semi di carrube, zenzero e altri ingredienti.

© Riproduzione riservata

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Guarda qui

Ferrero spera di riaprire a giugno lo stabilimento collegato all’epidemia di Salmonella che ha colpito oltre 260 persone

L’impianto dolciario Ferrero di Arlon in Belgio che è stato l’origine  di una grande epidemia …