Home / Efsa / Rischio alimentare delle nanoparticelle: le Linee Guida dell`Efsa per individuarlo in tutte le fasi della filiera produttiva

Rischio alimentare delle nanoparticelle: le Linee Guida dell`Efsa per individuarlo in tutte le fasi della filiera produttiva

L’11 maggio 2011 l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato una guida per la valutazione della sicurezza delle applicazioni dei nanomateriali ingegnerizzati (engineered nano materials, ENM) in alimenti e mangimi.

Un lavoro unico nel suo genere, proposto dal comitato scientifico dell’Autorità, che offre indicazioni pratiche per  individuare i potenziali rischi per la sicurezza dei consumatori derivanti dall’impiego di nanotecnologie nelle diverse fasi della filiera agro-alimentare.

Le Linee guida considerano perciò la possibile applicazione delle nanoscienze su antiparassitari, additivi alimentari e mangimi, aromi, enzimi, novel foods, materiali sostanze e oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti.

Il documento dell’Efsa, la cui elaborazione è stata richiesta dalla Commissione europea, mira a definire un approccio scientifico uniforme e peculiare nella stima dei rischi legati ad applicazioni tecnologiche che hanno proprietà diverse, dal punto di vista chimico e fisico, rispetto a quelle convenzionali. La loro valutazione obbliga necessariamente a ricorrere a criteri e parametri differenti.

Vittorio Silano, presidente del comitato scientifico dell’Efsa, ha infatti spiegato che «La dettagliata caratterizzazione dei nanomateriali, seguita da adeguati studi di tossicità, è essenziale per valutare il rischio di queste applicazioni.

Nondimeno, si riscontrano ancora incertezze sull’adeguatezza di alcuni dei metodi di analisi già utilizzati, oltre che sulla sufficienza dei dati disponibili. Il documento contiene raccomandazioni su come la valutazione del rischio dovrebbe riflettere queste incertezze».

Il professor Silano aveva in effetti già anticipato alcuni degli aspetti più delicati di queste valutazioni nel suo intervento a una tavola rotonda nell’ambito del 5° forum internazionale di nutrizione pratica a Nutri.Mi, il 7 aprile 11, a Milano* .

 

Dario Dongo

foto: Photos.com

 

Per maggiori informazioni:

– Linee guida Efsa: http://www.efsa.europa.eu/en/press/news/sc110510.htm?WT.mc_id=EFSAHL01&emt=1

– (*) Intervento del prof. Silano sulle nanotecnologie (video) http://www.expotv1.com/fad/MES/Helpme/EWOW/LEZIONI/DESK_110407_05_DONGO_TAVROTONDA/DEFAULT.ASP (min. 59 e successivi)

 

 

Precedenti articoli del Fattoalimentare.it sull’argomento:

http://www.ilfattoalimentare.it/le-nanoparticelle-si-avvicinano-al-cibo-scattano-paure-tab.html

http://www.ilfattoalimentare.it/troppi-dubbi-sulle-nanoparticelle-nei-beni-di-consumo.html

http://www.ilfattoalimentare.it/nanotecnologie-luci-e-ombre-degli-alimenti-del-futuro-prossimo-venturo.html

http://www.ilfattoalimentare.it/la-nanotecnologia-a-tavola-è-già-servita-lo-sostiene-uninchiesta-del-mensile-francese-60-millions-de-consommateurs.html

 a

 

Guarda qui

additivi alimentari

Nuove linee guida dell’Efsa sulle nanotecnologie in alimenti e mangimi. La valutazione del rischio per la salute umana e animale

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato le nuove linee guida sulla valutazione …