Home / Benessere animale / Despar elimina le uova da galline in gabbia da tutti i prodotti. Gulliver intraprende il percorso

Despar elimina le uova da galline in gabbia da tutti i prodotti. Gulliver intraprende il percorso

galline ovaiole uova allevamentoLa catena di supermercati Despar ha concluso il percorso iniziato nel 2014 che ha portato all’eliminazione delle uova provenienti da galline allevate in gabbia dall’assortimento. La decisione presa anni fa ha comportato la graduale revisione delle ricette dei prodotti a marchio Despar (oltre 300 referenze) e adesso tutti usano solo uova da galline allevate a terra. In questo modo il consumatore può scegliere tra uova da allevamenti senza utilizzo di antibiotici, oppure uova di allevamenti dove gli animali vivono all’aperto e anche quelle di galline alimentate con mangime biologico. “Per i clienti  – spiega Michela Cocchi di Despar Italia – è prioritario effettuare scelte responsabili, anche quando si trovano di fronte allo scaffale delle uova: non solo vogliono conoscere provenienza e alimentazione delle galline, ma anche vogliono conoscere le condizione di vita. Questo è importante non solo per le uova in guscio ma anche per tutti quei prodotti dove l’uovo è presente come ingrediente. L’obiettivo è continuare a migliorare la nostra offerta nell’ottica di garanzia del benessere animale”.

L’altra notizia positiva è che la catena di supermercati Gulliver, in collaborazione con Gruppo Selex di cui fa parte, si è impegnata entro il 2024 ad eliminare dal proprio approvvigionamento le uova (in guscio, liquide e ovoprodotti) provenienti da allevamenti dove le galline sono tenute in gabbia. La notizia è stata diffusa da Animal Equality Italia, che da anni porta avanti queste battaglie per il benessere animale. Gulliver si impegna inoltre ad eliminare progressivamente anche le uova provenienti da sistemi combinati (strutture di gabbie posizionate su più piani, dotate di cancelletti frontali e di divisori laterali che limitano il movimento all’interno dei singoli piani). Gulliver entra così nel gruppo delle molte aziende italiane della grande distribuzione organizzata che hanno deciso di non vendere più uova provenienti da galline allevate in gabbia.

uova
Despar ha concluso il percorso iniziato nel 2014 che ha portato all’eliminazione delle uova provenienti da galline allevate in gabbia da tutti i prodotti a marchio

“Il ruolo della grande distribuzione – ha affermato Alice Trombetta, di Animal Equality Italia – è essenziale per eliminare questo crudele e arcaico sistema dagli allevamenti e ridurre così progressivamente le sofferenze degli animali. La scelta di Gulliver rappresenta una posizione importante, perché incide non solo in modo efficace nella battaglia contro l’uso delle gabbie negli allevamenti, ma anche sulla consapevolezza dei consumatori”.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia, Adobestock

Da 12 anni ilfattoalimentare racconta con i suoi articoli cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

In questi anni ci hanno sostenuto decine di aziende grandi e piccole con i loro banner e moltissimi lettori con le donazioni.
Tutto ciò ha reso possibile la sopravvivenza di un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici.

Il Fatto Alimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli e ai dossier. Questo perché in rete tutte le persone hanno il diritto ad avere un'informazione libera e di qualità, senza il vincolo di dovere pagare. Tutto ciò è possibile grazie alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza la necessità di farcire gli articoli con pubblicità invasive.

Sostieni ilfattoalimentare ci vuole solo un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche sostenerci con un versamento mensile.

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Group of pigs domestic animals at pig farm. suini maiali

È possibile una ‘dimensione artistica’ per i maiali? Un recente esperimento sembra confermarlo

Tra tutti gli animali da allevamento, i maiali si trovano in una posizione del tutto …

Un commento

  1. Vorrei sapere cosa si intende esattamente con “galline allevate a terra”, perché questo è molto, troppo vago. Non mi aspetto che queste galline possano pascolare tutto l’anno all’aperto, libere alla luce del sole su grandi campi dedicati solo a loro, lontano da aree inquinate, ma …allevate a terra…?
    Ok, come, dove? In un grande capannone chiuso sotto luci artificiali, addensate le une contro le altre come le persone nei concerti musicali? Anche questo è un allevamento a terra, non sarebbe certo in gabbia e nemmeno su scaffali sollevati da terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *