Home / Supermercato / Torino: come risparmiare 1.100 euro al supermercato. Nella classifica di Altroconsumo il più conveniente è Mercatò

Torino: come risparmiare 1.100 euro al supermercato. Nella classifica di Altroconsumo il più conveniente è Mercatò

supermercato spesa casseSe a Milano la convenienza è soprattutto a firma Esselunga, a Torino, sempre secondo l’annuale indagine di Altroconsumo, è Mercatò a guadagnarsi le prime posizioni. Ecco dunque la classifica stilata dall’associazione dei consumatori sui supermercati più convenienti della capitale sabauda.

Sono 36 i punti vendita presi in considerazione nel capoluogo piemontese e a conquistarsi il titolo di supermercato più conveniente è stato Mercatò di via Sandro Botticelli, registrando un risparmio massimo di 1.134 €.

supermercati convenienti torino altroconsumo 2019
La classifica di Altroconsumo dei supermercati più convenienti di Torino (Fonte: indagine Altroconsumo)

Al secondo posto, con quattro punti percentuali di distanza, troviamo appaiati tre Mercatò (via P. Gaidano, via M. Voli e via Carso) e Esselunga Superstore di Corso Traiano. Salgono invece sul terzo gradino del podio, con un ulteriore distacco di un punto dalla prima posizione, due Ipercoop (via Livorno e al certro commerciale “Le Fornaci”) e, ancora una volta, Mercatò (Corso Unione Sovietica).

All’estremità opposta della classifica con una differenza di spesa pari al 21% rispetto al punto vendita più conveniente si trova il Carrefour Market di via Cristoforo Colombo. Poco meglio fanno altri due Carrefour Market (Corso Carlo e Nello Rosselli e via Madama Cristina).

Il posizionamento delle altre catene è consultabile sul sito di Altroconsumo.

©Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

spesa supermercato

Fare la spesa a Milano: Esselunga la più conveniente. Carrefour quella più cara (19% in più)

Se abitate a Milano sappiate che tra i dieci supermercati più convenienti sette fanno parte …

Un commento

  1. Avatar

    Non è l’appartenenza ad una catena, ma è la localizzazione del punto vendita, non capisco perchè non lo facciano emergere, salvo pensar male. E’ chiaro che un punto vendita in una zona ricca è più caro sia per prezzi praticati che per tipo di merce venduta. E poi ci sono anche i supermercati/discount in zone dimenticate che esistono solo in funzione di logiche globali…