Home / Archivio dei Tag: marion nestle

Archivio dei Tag: marion nestle

L’ultimo libro di Marion Nestle “Unsavory Truth” spiega come i finanziamenti dell’industria alimentare condizionano scienza e nutrizione

unsavory truth marion nestle dettaglio copertina

Unsavory Truth (Sgradevole Verità, 2018) è l’ultimo libro di Marion Nestle, professoressa di Nutrizione e salute pubblica alla NY University, che analizza in maniera scientifica l’influenza del marketing alimentare sulle politiche nutrizionali degli USA. Food Politics (2002), un altro libro di Nestle considerato un classico sull’argomento, aveva già portato alla luce i profondi condizionamenti sulle linee guida nutrizionali ufficiali americane da …

Continua »

Distrazioni di massa sullo zucchero: migliaia di documenti dimostrano le strategie dell’industria alimentare per negare il nesso con obesità e carie

Un vero e proprio fiume in piena di documenti, appena resi pubblici dall’Università di San Francisco (UCSF), inchioda l’industria alimentare e, in particolare, quella dello zucchero, alle sue responsabilità nell’aumento vertiginoso dell’obesità, cresciuta di sei volte dagli anni Ottanta a oggi in molti Paesi. Per decenni, con tattiche molto simili a quelle dell’industria del tabacco, essa ha messo in campo …

Continua »

Lo strano caso di uno studio a favore dello zucchero, finanziato dall’industria. Pubblicato da un’importante rivista medica, che in un editoriale lo demolisce

Un’importante rivista medica, The Annals of Internal Medicine, ha pubblicato uno studio che critica duramente il consiglio a consumare meno zucchero, che viene rivolto a livello mondiale, affermando che si basa su prove deboli e non è affidabile. Lo studio ha sollevato aspre critiche, perché è stato finanziato dall’International Life Science Institute (ILSI), che a sua volta è finanziato da grandi …

Continua »

150 mila dollari a tre scienziati, così big sugar ha “coperto” i rischi dello zucchero nelle malattie cardiovascolari. Le rivelazioni su Jama

zucchero OMS

Poco meno di 50 mila dollari a testa (valore attuale), elargiti a tre scienziati di Harvard in cambio di una review in grado di assolvere lo zucchero dall’accusa di essere tra i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Siamo nel 1965 e a versare l’ingente somma è la Sugar Research Foundation (SRF), oggi Sugar Association, un potente gruppo di …

Continua »

Soda Politics: il ruolo di chi vende bibite zuccherate per promuoverne il consumo. L’ultimo libro di Marion Nestle

Marion Nestle, dell’università di New York, famosa in tutto il mondo per aver raccontato con rigore l’effetto nefasto dell’industria alimentare sull’alimentazione degli americani, ha appena pubblicato il suo ultimo libro: “Soda Politics”. Nell’opera viene affrontato nel dettaglio il ruolo che le multinazionali delle bibite zuccherate (soda o soft drink) hanno svolto nel corso degli anni per promuovere il consumo dei …

Continua »

Le etichette nutrizionali funzionano? Sì, lo dice uno studio condotto in un campus universitario. Ma devono essere belle, chiare e visibili

Anche se le etichette nutrizionali dei prodotti alimentari sono raccomandate dall’Affordable Care Act, sono sostenute dalla riforma sanitaria di Obama negli Stati Uniti, dall’inglese United Kingdom’s Responsibility Deal e da moltissime agenzie sanitarie, bisogna stabilire se e quanto siano effettivamente utili.   Sul primo interrogativo, negli ultimi anni molti ricercatori hanno dato risposte a volte contraddittorie (anche perché esperimenti e …

Continua »

Arriva Sweetmyx l’additivo che esalta il sapore dolce delle bibite. Pepsi lo usa anche se non ancora autorizzato dalla FDA. È polemica

Sweetmyx è un additivo alimentare utilizzato per rafforzare il potere dolcificante degli zuccheri. Il suo ruolo è di aumentare la percezione del dolce nei cibi, un po’ come fa il glutammato monosodico aggiunto agli alimenti per esaltarne il salato, permettendo di ridurre il contenuto calorico di bibite zuccherate o dolciumi senza modificarne il sapore. La denominazione esatta del prodotto, di …

Continua »

Alimenti scontati: negli USA i coupon con le offerte servono per acquistare cibo poco salutare. Solo il 3% interessa frutta e verdura

Con la crisi economica si moltiplicano le offerte al ribasso, che negli Stati Uniti hanno molto spesso la formula dei coupon, buoni sconto per specifici prodotti diffusi anche in Italia soprattutto attraverso le catene della grande distribuzione. Ma che cosa spingono a comprare queste offerte? Per verificarlo Hilary Seligman, della School of Medicine dell’Università di San Francisco, ha selezionato circa …

Continua »

Obesità, sovrappeso e mense scolastiche: un rapporto USA dice che serve più frutta e verdura. E in Italia? Ne abbiamo parlato con Andrea Ghiselli

bambini mangiare

Più sano ed equilibrato è il cibo servito nelle mense scolastiche americane, minore è la prevalenza dell’obesità tra gli studenti che le frequentano. A indicare questa associazione è una complessa indagine sulla ristorazione scolastica negli Stati Uniti condotta da un gruppo di economisti ed epidemiologi dell’Università dell’Illinois a Chicago. Un’indagine che, sostiene la nutrizionista Marion Nestle in un editoriale di …

Continua »

Biologico sì o no? Dopo lo studio che evidenzia come il vantaggio nell`assenza di pesticidi continua il dibattito sul NYT

Il cibo biologico non ha un valore nutrizionale diverso rispetto a quello convenzionale, ma offre due vantaggi importanti: contiene meno pesticidi e meno batteri resistenti agli antibiotici. Probabilmente ricorderete che queste sono le conclusioni di uno studio sul cibo bio pubblicato un paio di settimane fa da un gruppo di scienziati dell’Università di Stanford, in California. La ricerca ha fatto …

Continua »

OGM: referendum in California per segnalarli in etichetta

L’11 giugno 2012 è stata una giornata molto importante per il movimento americano “Just label it” che si pone l’obiettivo di rendere obbligatoria l’etichettatura dei prodotti alimentari contenenti OGM. Quel giorno il Segretario dello Stato della California ha annunciato che le 971.126 firme raccolte erano sufficienti per richiedere un referendum di iniziativa popolare da votare il prossimo novembre.   L’evento …

Continua »

Troppe calorie nelle maxi porzioni servite in ristoranti e fast-food. Bisogna dire basta. Il documento del JRC di Ispra

È guerra alle porzioni esagerate di cibi e bevande, accusate dagli esperti di sanità pubblica di essere una delle cause di obesità e sovrappeso. Quando si parla di chili di troppo ci sono diversi fattori da esaminare (ambientali, genetici, socio-economici) ma una cosa è certa: concedersi regolarmente porzioni maxi di pizza, hamburger o bibite aumenta il rischio di ingrassare. Scegliere …

Continua »