Home / Archivio dei Tag: istituto zooprofilattico piemonte

Archivio dei Tag: istituto zooprofilattico piemonte

Vitelli dopati e bovini trattati con anabolizzanti e altri farmaci vietati. Report Rai riprende i temi dell’inchiesta realizzata da Il Fatto Alimentare

il programma Report su Rai 3, di Milena Gabanelli, oggi ha mandato in onda un servizio dove denuncia un grave episodio di trattamento illecito di vitelli e bovini in provincia di Cuneo. Il servizio di Sabrina Giannini riprende le accuse lanciate da Il Fatto Alimentare in diverse inchieste sui sistemi di analisi e dei controlli inefficienti adottati dalle Asl e dal …

Continua »

Stop alla mozzarella blu: i ricercatori dell’Ispa-Cnr di Bari e dell’Izs del Piemonte mettono a punto un metodo per evitare la fastidiosa colorazione

Mai più mozzarella blu. I ricercatori dell’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bari (Ispa-Cnr) hanno realizzato un metodo per inibire lo sviluppo della colorazione blu nelle mozzarelle.“Fino ad oggi – spiega Leonardo Caputo dell’Ispa-Cnr – sapevamo che questa colorazione anomala della mozzarella era causata da alcuni ceppi batterici di Pseudomonas fluorescens e Pseudomonas libanensis, …

Continua »

“In Italia non si usano anabolizzanti per l’allevamento dei bovini”! L’ennesima favola del Ministero della salute che nega l’evidenza dei fatti

Secondo il rapporto pubblicato il 2 settembre 2014 dal Ministero della salute, la quasi totalità delle analisi condotte l’anno scorso sui bovini risultano conformi. Su un totale di 38.250 campioni esaminati all’interno del Piano nazionale residui (PNR) solo 46 hanno evidenziato irregolarità (*). Dopo avere letto il documento il lettore avverte un certo sollievo nel sapere che negli allevamenti tutto …

Continua »

Anabolizzanti nella carne: un nuovo metodo dell’IZS del Piemonte sulle proteine nel sangue smaschera gli allevatori troppo furbi

mucche

La presenza di residui chimici negli alimenti rappresenta un rischio per la salute: per questo l’Unione europea vieta a scopo precauzionale l’uso di sostanze ad azione anabolizzante negli  animali  destinati al consumo umano. Stiamo parlando di  corticosteroidi, ed in particolare il desametasone, utilizzati a scopo illecito per aumentare il peso delle carcasse e la qualità delle carni. La forte attività …

Continua »

Smascherare gli allergeni: un nuovo sistema diagnostico sfrutta i nanosensori. Una ricerca dell’Istituto zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Il Ministero della salute ha finanziato un sistema diagnostico veloce ed efficace (RF-IZP-2008-1160478) per stabilire la presenza di allergeni negli alimenti, che sfrutta le caratteristiche dei nanosensori. Il lavoro è stato condotto dall’Istituto zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, in collaborazione con gli esperti del Politecnico di Torino e del CNR della stessa città.   Adesso per verificare la …

Continua »

Che fine ha fatto l’influenza aviaria? Dal 1997 al 2005 l’Italia ha affrontato 6 epidemie. Convegno allo Zooprofilattico di Torino

polli, allevamento , pollaio

Che fine ha fatto l’influenza aviaria? La domanda è lecita visto che stiamo parlando di una delle infezioni più note perchè provoca sempre un’elevata mortalità tra gli animali e in grado di suscitare allarme anche tra i consumatori. Dal 1997 al 2005 l’Italia ha dovuto affrontare 6 epidemie di influenza aviaria e, ancora oggi, si sono scoperti focolai in alcuni …

Continua »

Frutti di bosco Buitoni “La Valle degli Orti” ritirati dal mercato perchè contaminati dal virus dell’epatite A. L’iniziativa firmata da Guariniello. Il ministero: non consumarli crudi

frutti di bosco mirtilli

La vicenda dei frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite  A  che  fino ad ora ha colpito centinaia di persone non sembra finire mai. Come avevamo anticipato ieri il procuratore Raffaele Guariniello ha contestato alla Nestlé proprietaria del marchio Buitoni l’accusa di avere venduto nell’Ipercoop di via Livorno a Torino confezioni di frutti di bosco surgelati contaminati dal virus. …

Continua »

Epatite A: è di nuovo allerta per i frutti di bosco, ritirato un lotto di frutti biologici surgelati dei supermercati Picard

Scatta una nuova allerta per i frutti di bosco surgelati. Questa volta si tratta del Cocktail de fruits rouges biologici surgelati prodotto e venduto nei supermercati Picard (vedi foto). L’origine dell’infezione è stata individuata nella materia prima proveniente dalla Polonia e transitata poi dalla Francia.   Il lotto coinvolto (numero 123101804A3) era in vendita dal luglio 2013 con termine minimo …

Continua »

In Italia il 15% della carne bovina è trattata con ormoni e sostanze vietate. Solo generiche positività o frode reale?

video ormoni bovini

Negli allevamenti italiani ed europei gli ormoni anabolizzanti per “gonfiare” i bovini da carne e rendere la carne più tenera sono vietati, ma diversi allevatori non rispettano il divieto. Il Centro di referenza nazionale per le indagini biologiche sugli anabolizzanti animali, istituito dal Ministero della salute ha riscontrato dati scoraggianti. A livello europeo la media di casi positivi riscontrati con …

Continua »

Il 15% della carne bovina italiana è trattato con ormoni e sostanze vietate. Il dato emerge dalle analisi istologiche del Centro di referenza nazionale sugli anabolizzanti

mucche

Negli allevamenti italiani ed europei gli ormoni anabolizzanti per “gonfiare” i bovini da carne e rendere la carne più tenera sono vietati, ma diversi allevatori  non rispettano il divieto. Anche i controlli esistono (ogni Paese della Comunità europea attua un Piano nazionale dedicato alla sorveglianza e al monitoraggio di eventuali residui di sostanze chimiche illecite negli alimenti di origine animale) ma …

Continua »

Maria Caramelli nominata direttore dell`Istituto zooprofilattico di Teramo

Il ministro della Salute ha nominato Maria Caramelli direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale per l’Abruzzo e il Molise con sede a Teramo. Caramelli è stata finora direttore sanitario dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta di Torino ed è nota a livello internazionale per i suoi studi e l’attività di contrasto della Bse (encefalopatia spongiforme bovina), di cui …

Continua »