Home / Archivio dei Tag: e. coli

Archivio dei Tag: e. coli

Usa, un allevamento con oltre 100.000 animali è la probabile causa dell’epidemia di E. coli legata alla lattuga romana. Le indagini della FDA

animali manzo vacca allevamento

È probabile che l’epidemia di Escherichia coli (E. coli) legata alla lattuga romana, che nei mesi scorsi ha colpito gli Stati Uniti e in misura minore il Canada, sia stata causata dalla diffusione sul terreno e nelle acque di un canale della polvere di un allevamento intensivo di bovini in Arizona. Lo ha comunicato la Food and Drug Administration (FDA), sottolineando come …

Continua »

Lattuga romana: negli Usa si aggrava l’epidemia di E. coli, cinque morti. Bilancio ancora provvisorio

lattuga

Cinque morti, 197 persone ammalate in 35 Stati e 89 ricoverate, 26 delle quali hanno sviluppato la sindrome emolitica uremica, un tipo di insufficienza renale. È questo il bilancio pubblicato dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC), aggiornato a fine maggio, dell’epidemia di Escherichia coli (E. coli) in corso negli Stati Uniti, la cui origine è stata identificata nella …

Continua »

Grave epidemia di E. coli negli Usa provocata dalla lattuga romana. La provenienza è stata identificata nell’Arizona

insalata verde romana tagliere

Negli Stati Uniti è in corso un’epidemia di Escherichia coli (E. coli), la cui origine è stata identificata nella lattuga romana coltivata nella regione di Yuma, in Arizona, che rifornisce gli Usa di questa insalata nel periodo invernale. Le prime persone colpite da disturbi gastrointestinali legati a questo focolaio sono state registrate nel New Jersey a metà marzo e da …

Continua »

Francia, condannato produttore di hamburger contaminati da E. coli. Nel 2011, diciassette bambini furono colpiti da infezione, con conseguenze anche gravi

hamburger di manzo crudi

In Francia, il tribunale di Douai ha condannato a tre anni di prigione, di cui due senza sconti di pena, a 50 mila euro di ammenda e all’interdizione perpetua ad operare nel settore della carne bovina, l’ex-direttore dell’azienda SEB-Cerf, produttrice di hamburger confezionati. Nel giugno del 2011 provocarono il ricovero di 18 persone, di cui 17 bambini, colpiti da infezione …

Continua »

Batteri resistenti alla colistina, l’antibiotico di “ultima scelta” per l’uomo. Il campanello d’allarme arriva dalla Cina

L’Escherichia Coli O157 viene chiamato super-bug perché è uno dei batteri resistenti anche all’antibiotico colistina (un farmaco che presenta numerosi effetti collaterali e per questo considerato dai medici una sorta di “ultima spiaggia” per combattere le infezioni quando gli altri farmaci non funzionano. Pur non essendo l’unico super bug e nemmeno il più temibile, l‘Escherichia Coli O157 è diventato una …

Continua »

Acrilammide: un software dell’Università della Basilicata simula i processi aziendali per limitarne la presenza

acrilammide patate

L’acrilammide è ovunque: caffè, patatine, prodotti da forno… ne abbiamo parlato in un recente articolo in cui Chiara Manzi spiega i vari aspetti di questo contaminante cancerogeno che si forma in alcuni prodotti alimentari cotti a elevate temperature. Quando la doratura è eccessiva e il colore diventa scuro siamo in presenza di troppa acrilammide. L’Efsa ha stilato un rapporto per stabilire i …

Continua »

25 polli su 40 contaminati da batteri resistenti agli antibiotici (Cefalosporine). L’inchiesta di Altroconsumo conferma una situazione di criticità

Quanti polli venduti in supermercati e macellerie sono contaminati da batteri resistenti agli antibiotici? Altroconsumo ha provato a rispondere a questa domanda, con un’inchiesta in 20 punti vendita situati a Roma e Milano. Su 40 petti di pollo acquistati, 25 sono risultati contaminati da Escherichia Coli resistente a diversi antibiotici utilizzati per curare infezioni alle vie urinarie che colpiscono l’uomo. …

Continua »

Infezioni alimentari: l’Oms pubblica per la prima volta le stime mondiali su malattie e morti

mani riso fame cibo mondo

Ogni anno almeno 600 milioni di persone si ammalano  per infezioni alimentari, il 40% è costituito da bambini al di sotto dei cinque anni e le vittime sono 420.000 . Sono le stime sulle malattie di origine alimentare a livello mondiale, diffuse per la prima volta dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Secondo il direttore del dipartimento per la sicurezza alimentare si …

Continua »

Formaggi acquistati online? Uno studio austriaco su etichettatura e igiene di 108 prodotti conferma le preoccupazioni sulla sicurezza

L’Università di Medicina veterinaria di Vienna ha condotto uno studio, pubblicato dalla rivista Food Control, su 108 formaggi europei preparati con latte crudo, acquistati via Internet, provenienti da sette paesi europei. Dopo la consegna, è stato verificato che il 4,6% dei prodotti era  confezionato con latte trattato termicamente o pastorizzato. Al momento della consegna, le temperature dei formaggi variavano tra …

Continua »

Germogli: non mangiateli crudi, è allerta in USA dopo l’infezione dell’agosto 2014. Segnalati 30 focolai nel 1996

broccoli, radish and clover sprouts in a wooden bowl

Negli Stati Uniti, è stata dichiarata chiusa l’indagine sul focolaio di Listeria collegato a germogli di soia, che ha provocato cinque ricoveri in ospedale in due Stati, Illinois e Michigan, con due morti. Il focolaio era stato scoperto lo scorso agosto dalla Food and Drug Administration (FDA), durante un controllo di routine in un impianto della Wholesome Soy Products, che …

Continua »

Latte crudo e infezioni alimentari: pochi casi in Italia. Su 5378 campioni 84 irregolarità? In calo il numero di punti di distribuzione

In Usa aumentano il consumo di latte crudo e i focolai d’infezione correlati, come abbiamo riportato in un precedente articolo su Il Fatto Alimentare. In riferimento a quella situazione, un lettore ci ha chiesto di tracciare un quadro su ciò che accade nel nostro Paese.   In Italia non ci sono dati che permettono di fare un’analoga correlazione a quella …

Continua »

Ritiri e rischi alimentari in Europa: il bilancio del primo trimestre 2014. L’Italia è il paese che fa più segnalazioni e l’ottavo per le irregolarità

La Relazione sul sistema di allerta alimentare europeo (Rapid Alert System for food and feed, RASFF) relativa al primo trimestre 2014, con le sue 787 notifiche, evidenzia una buona tenuta del sistema di controllo comunitario che ha consentito di individuare e togliere tempestivamente dal mercato prodotti non idonei al consumo e mangimi destinati agli animali.   Negli ultimi 15 anni …

Continua »

Germogli: un produttore ci scrive e spiega perchè, in attesa delle nuove regole, bisogna fidarsi

Dopo un nostro articolo sulla sicurezza alimentare dei germogli, abbiamo ricevuto una lettera da parte di un produttore, con alcune precisazioni, che pubblichiamo.   Sono uno dei pochissimi produttori di germogli italiani, l’unico sul territorio nazionale a produrre oltre 50 varietà di germogli diversi. Un mio cliente mi ha inviato copia del vostro articolo pubblicato il 22 maggio inerente i …

Continua »

Germogli: un produttore ci scrive e spiega perchè, in attesa delle nuove regole, bisogna fidarsi

Dopo un nostro articolo sulla sicurezza alimentare dei germogli, abbiamo ricevuto una lettera da parte di un produttore, con alcune precisazioni, che pubblichiamo.   Sono uno dei pochissimi produttori di germogli italiani, l’unico sul territorio nazionale a produrre oltre 50 varietà di germogli diversi. Un mio cliente mi ha inviato copia del vostro articolo pubblicato il 22 maggio inerente i …

Continua »

Stati Uniti: le contaminazioni alimentari più gravi del 2011. Molti cibi "insospettabili" possono essere coinvolti

Per avere un’idea di quello che succede anche oltreoceano in materia di sicurezza, ecco una rassegna delle più significative malattie e contaminazioni di origine alimentare segnalate negli Stati Uniti nel 2011. È un elenco significativo anche perché mostra quanto numerosi sono i possibili veicoli di tossinfezione a tavola.  Abbiamo prelevato i dati dal Foodborne Illness Outbreak Database, che fornisce una …

Continua »