Home / Supermercato / Supermercati: la classifica dei più convenienti del 2018 secondo Altroconsumo. Da Auchan si spende meno, Aldi è già il discount più economico

Supermercati: la classifica dei più convenienti del 2018 secondo Altroconsumo. Da Auchan si spende meno, Aldi è già il discount più economico

supermercato spesaCome ogni anno torna l’inchiesta di Altroconsumo sui supermercati italiani per scoprire dove si risparmia di più. Questa volta sono stati analizzati 1.180.000 prezzi (6 mila in meno rispetto al 2017), rilevati in 1.012 punti vendita tra supermercati, ipermercati e discount di 70 città, distribuite lungo tutta la penisola e le isole del Paese.

Per confrontare le spese, l’associazione dei consumatori ha messo insieme un paniere che comprende centinaia di prodotti – pasta, olio, latte, carne, vino, caffé, articoli per l’igiene personale, ecc. – che secondo l’Istat sono i più consumati dagli italiani Il gruppo comprende sia prodotti con il marchio delle aziende leader di mercato sia quelli  con le marche private dei supermercati. In totale sono stati presi in considerazione 101 prodotti confezionati e 14 sfusi o da banco.

supermercati altroconsumo 2018 convenienza
I supermercati più convenienti del 2018 secondo Altroconsumo, in base ai vari modelli di spesa

Ad aggiudicarsi il titolo di supermercato più conveniente per la spesa mista, cioè quella composta sia da grandi marchi che private label (rappresentativa delle abitudini della maggior parte degli italiani),  è la catena francese Auchan, seguita da Esselunga e Iper. Analizzando nel dettaglio, i supermercati Esselunga offrono i prodotti di marca a prezzi più convenienti, mentre la catena Iper si distingue per essere quella dove si spende meno per i prodotti a marchio di insegna. Per quanto riguarda gli hard discount, la new entry nel panorama italiano Aldi si aggiudica il primato per la convenienza, seguita da Eurospin e Lidl.

Il Nord-Est si conferma come l’area più conveniente per la spesa: 25 dei 30 punti vendita più interessanti si trovano in Friuli Venezia Giulia e in Veneto. È qui infatti è localizzato il supermercato più economico d’Italia, il punto vendita Spesa Facile (della catena Conad) di Rovigo, dove si risparmia mediamente circa 1.100 euro rispetto alla spesa media delle famiglie italiane pari a 6.475 euro/anno. Facendo la spesa nel supermercato più conveniente, un single e una coppia potrebbero risparmiare circa 800 euro, mentre una famiglia con figli arriverebbe a 1.500.

supermercati altroconsumo 2018 citta
Le città dove la spesa è più conveniente (sopra) e più costosa (sotto) secondo Altroconsumo

Tutti i risultati dell’indagine, sono consultabili sul sito di Altroconsumo dove si possono trovare le tabelle della propria città e scoprire qual è il supermercato più conveniente, a seconda delle proprie esigenze e preferenze.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

spesa supermercato

Fare la spesa a Milano: Esselunga la più conveniente. Carrefour quella più cara (19% in più)

Se abitate a Milano sappiate che tra i dieci supermercati più convenienti sette fanno parte …

Un commento

  1. Avatar

    Interessante, anche se Auchan non lo si incontra spesso sul territorio come Esselunga che comunque risulta conveniente. Peccato che in Esselunga (ma anche in altri supermercati, COOP per esempio) quando viene individuato un prodotto di marca che ha particolare successo, questo venga progressivamente sostituito sugli scaffali da un prodotto analogo a marchio Esselunga fatto fare da produttori sconosciuti ( a prezzi sicuramente stracciati ) sovente presi per il collo che ‘in qualche modo ‘dovranno difendere un loro margine, e chissà quali garanzie per materie prime e qualità, rendendo vani costi di ricerca e sviluppo, garanzia di qualità etc. di chi ha per primo messo a punto prodotti di successo.