Home / Supermercato / Fare la spesa a Milano: per Altroconsumo scegliendo il supermercato giusto si possono risparmiare 900 euro

Fare la spesa a Milano: per Altroconsumo scegliendo il supermercato giusto si possono risparmiare 900 euro

soldi
A Milano fare la spesa nel supermercato più conveniente permette di risparmiare 900 euro l’anno

Anche quest’anno Altroconsumo pubblica la classifica di supermercati e ipermercati dove conviene fare la spesa. L’inchiesta è stata realizzata in 907 punti vendita situati in 68 città.

A Milano la rivista ha valutato i listini di 37 supermercati, constatando un buon livello di competitività. Fare la spesa nel supermercato più conveniente permette di risparmiare 900 euro l’anno rispetto all’insegna più cara.

 

Nel capoluogo lombardo i punti vendita di U2 Supermercato situati in via Trilussa a Quarto Oggiaro e in via Durazzo nel quartiere Feltre guadagnano le prime posizioni superando grandi catene come Iper ed Esselunga che perde il primato di insegna più economica in città, mantenuto per anni. Interessanti anche le altre insegne con un indice di convenienza sino a 110* che riportiamo in tabella. In fondo alla classifica troviamo due Supercoop in via Fratelli Zoia e in via Arona (vedi tabella).

 

Supermercato Comune Indirizzo Indice
U2 Supermercato Milano via Trilussa 100 100
U2 Supermercato Milano via Durazzo, 5 102
Iper Milano via Don Luigi Palazzolo 103
Iper Rozzano via Eugenio Curiel, 25 105
Esselunga Milano via Lorenteggio, 219 105
Esselunga Milano via Filippo Palizzi, 69 105
Iper Simply Milano via Pompeo Mariani, 2 105
Esselunga Milano via dei Missaglia, 61 106
Carrefour Planet Assago viale Milanofiori 107
Auchan Vimodrone via Padana Superiore, 292 107
Il Gigante Cinisello Balsamo via Edmondo De Amicis, 2 107
Carrefour Carugate strada Provinciale 208, 2 108
Ipercoop Milano via Giacomo Quarenghi, 23 108
Ipercoop Milano via Benozzo Gozzoli, 130 109
Auchan Cinisello Balsamo viale Brianza 109
Simply Market Milano via Novara, 15 109
Pam Milano via Vincenzo Foppa, 33 109
Il Gigante Milano via Lorenteggio, 3 110
Il Gigante Sesto San Giovanni viale Italia 110
Simply Market Milano piazza Pietro Frattini, 8 110
Billa Milano via delle Forze Armate, 312 110
Simply Market Milano largo della Crocetta 110
Pam Milano via delle Forze Armate, 44 110
U! Come Tu Mi Vuoi Milano via Emilio De Marchi, 10 111
Superdi’ Milano via Luigi Ornato, 148 111
Pam Milano via Leone Tolstoi, 61 111
U! Come Tu Mi Vuoi Milano viale Bianca Maria 111
Carrefour Market Milano corso Lodi, 98 113
Billa Milano via Antonio Tolomeo Trivulzio 113
Carrefour Market Milano via Maestri Campionesi, 7 114
Carrefour Market Milano viale Monza, 134 114
Supercoop Milano via Derna loc. Paderno Dugnano 115
Conad Milano via Bovisasca, 173 115
Superdi’ Milano viale Molise, 56 116
Conad Milano via Bernardo Quaranta, 42 116
Supercoop Milano via Fratelli Zoia, 3 116
Supercoop Milano via Arona 117

 

* L’indice 100 viene attribuito al supermercato dove la spesa costa meno. Il valore dell’indice cresce in proporzione all’incremento dei prezzi. Il valore 117 attribuito a Supercoop vuol dire che a parità di prodotti acquistati il conto da pagare comporta un esborso del 17% in più.

© Riproduzione riservata

Foto e tabelle: Altroconsumo.it, Photos.com

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

serra aeroponica agricooltur auchan

Una vera serra per l’insalata nel supermercato: l’esperimento di Auchan e Agricooltur a Torino. L’articolo di RetailWatch

Una serra dentro al supermercato? È l’esperimento di un punto vendita Auchan a Torino, che …

4 Commenti

  1. Le indagini di Altroconsumo sono sicuramente apprezzabili, anche perchè offrono ai clienti qualche punto di confronto tra un supermercato e un altro.
    Ma vanno interpretate correttamente. Loro identificano un “carrello standard” di prodotti (o meglio due, uno di marca e uno no) e calcolano i prezzi di tutto il carrello nei centri che testano. Quello dove si spende meno è nominalmente 100 e riportano in percentuali crescenti i valori rilevati negli altri supermercati.
    Ne può derivare l’idea – non necessariamente vera – che recandosi nel super “da 105” si spenderà circa il 15% in meno rispetto a quello “da 120”, senza tener conto del fatto che il “nostro carrello” può differire in maniera significativa dal loro. Ovvero che una determinata marca (la nostra preferita) in un centro (e magari in offerta) può costare in maniera significativamente diversa da quanto rilevato altrove.
    Senza contare (per le grandi città) le spese e il tempo consumati per raggiungere un super “conveniente” che magari sta a 10 km da casa nostra.

    • Sono socio di Altroconsumo da molti anni. Ho ricevuto oggi il fascicolo con il test. A differenza degli anni passati (test di 2 carrelli “di marca” e “low cost”) quest’anno scrivono di aver testato 500 prodotti (sempre gli stessi) per ogni supermercato.
      In questo caso il test risulta molto più affidabile in termini pratici rispetto a prima. Anche se poi c’è da vedere se la nostra spesa corrisponde alla loro.
      Comunque a Roma, dove abito, si va da un minimo di 114 (ovvero, fatto 100 il miglior supermercato di Italia – per questi parametri – a Roma si paga “almeno” il 14% in più) a 138 (AKA il 38% in più rispetto ai migliori prezzi d’Italia e il 20% ca rispetto al migliore di Roma).
      Rimangono aperte le questioni base: compriamo le stesse cose ? Se devo fare 20-30 km nel traffico di Roma per arrivare al “miglior” supermercato in termini di tempo e benzina ci guadagno davvero ?

  2. Mancano completamente gli hard discount , che evidentemente sono classificati in altro modo , e che sono però responsabili del cambiamento di politica di tutti gli attuali supermercati . Non concordo con la Coop che nella mia esperienza , e nella mia città ha in assoluto i prezzi più cari

    • Confermo, anche a Milano i supermercati Coop sono nettamente più cari rispetto agli altri, soprattutto su prodotti quali latticini, carne, affettati e pesce. Il prezzo della verdura varia secondo le offerte, ma la qualità è migliore.