;
Home / Etichette & Prodotti / Olio extravergine: la Spagna regina della produzione, anche la Grecia supera l’Italia

Olio extravergine: la Spagna regina della produzione, anche la Grecia supera l’Italia

olive olioL’Italia perde il secondo gradino del podio relativo alla produzione mondiale di olio extravergine d’oliva. Dietro al colosso Spagna, capace di produrre 1,6 milioni di tonnellate, sale infatti la Grecia che, secondo i dati forniti dalla Commissione Europea, dovrebbe chiudere la campagna 2020/2021 intorno alle 265mila tonnellate di olio prodotte.

L’Italia – secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa – si piazza al terzo posto con meno di 250mila tonnellate di olio extravergine d’oliva, a causa del netto calo delle regioni olivicole più importanti come Puglia, Calabria e Sicilia. Sono questi i dati diffusi da Italia Olivicola sulla situazione del raccolto nel nostro Paese.

La buona notizia però arriva dai consumi di olio extravergine d’oliva che, in un anno difficile a causa della pandemia, crescono in Italia di quasi il 6%, positiva anche la bilancia commerciale: si registra un aumento del livello delle esportazioni pari al 3,3% ed una riduzione dell’import del 9,2%. A livello di prezzi, invece, l’olio extravergine d’oliva italiano conserva il primato rispetto ai competitor internazionali.

© Riproduzione riservata. Foto: stock.adobe.com

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

locusta migratoria

La locusta entra a fare parte del menu europeo: via libera della Commissione al secondo insetto

Semaforo verde per le locuste. La Commissione europea, lo scorso 12 novembre, ha autorizzato l’immissione …

Un commento

  1. Avatar

    ho fatto una lunga vacanza in spagna e principalmente in andalusia (il sud della spagna) e sono rimasto scioccato dalla immensa produzione di olio che ho trovato. Distese a perdita d’occhio di ulivi, nemmeno uno spazio non sfruttato per piantare ulivi. Una cosa impressionante. Sono stato anche in un paesino di montagna e ho assaggiato il “loro” olio ed era discreto. Ma sinceramente l’olio italiano mi sembra più buono, più saporito, anche se molto più caro.