Home / Pubblicità & Bufale / Slim Power: dimagrisci subito senza sforzi e senza fatica! Il messaggio censurato dal Giurì della pubblicità

Slim Power: dimagrisci subito senza sforzi e senza fatica! Il messaggio censurato dal Giurì della pubblicità

Vedete questa pagina a fianco, è una pubblicità che descrive il trattamento dimagrante “Slim Power”. L’inserzione è apparsa sulla rivista  “Giallo” del  4 dicembre 2013. Il testo esordisce con la frase  “Così ho perso TUTTI I MIEI CHILI di troppo in MENO DI UN MESE! Senza sforzi, senza fatica e senza medicinali (e da più di un anno non ho ripreso nemmeno un etto)“. Il Comitato di controllo del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria ha censurato l’intera pagina, rilevando molteplici affermazioni esorbitanti e palesemente ingannevoli.

Il messaggio  induce a credere che con il trattamento “Slim Power” sia possibile ottenere una sicura perdita di peso ,senza che sia necessario sostenere sacrifici in termini di riduzione dell’apporto calorico giornaliero, senza lo svolgimento di attività fisica e, più in generale, senza adottare un regime di vita coerente.

Nel testo si trovano frasi come: in meno di una settimana avevo perso 5 chili senza aver cambiato nulla nelle mie abitudini, senza diete, né fare esercizi estenuanti”, “Dopo 10 giorni avevo perso già 10 chili“, “Di fatto io ho perso 20 chili in un mese“, “Potrà perdere fino a 5 chili in pochissimi giorni, finché avrà raggiunto il suo peso ideale. E dopo non ingrasserà più, perché il suo peso si sarà stabilizzato” … Il messaggio  riporta anche la testimonianza e la foto di una ragazza che racconta di aver perso 20 chili in un mese utilizzando il prodotto pubblicizzato.

Che ci siano messaggi pubblicitari palesemente ingannevoli è risaputo, che ci siano direttori di giornali disposti ad ospitare questa pubblicità che inganna i loto lettori è altrettanto disdicevole ma forse meno noto al grande pubblico.

 

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Sara Rossi

Sara Rossi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

close up of friends with beer bottles outdoors

La pubblicità della birra fa presa sui ragazzi: più le aziende spendono in marketing, più salgono le vendite tra gli adolescenti

A guardare i numeri, la strategia risulta molto evidente: le aziende di alcolici e, nello …