Home / Supermercato / Sigma toglie il foie gras dagli scaffali dei 200 punti vendita. Si aggiunge a Coop, Conad, Esselunga e tante altre catene di supermercati

Sigma toglie il foie gras dagli scaffali dei 200 punti vendita. Si aggiunge a Coop, Conad, Esselunga e tante altre catene di supermercati

foie grasIl gruppo Realco Sigma, con i suoi 200 punti vendita, dice addio al foie gras e si aggiunge alla lunga lista di catene di supermercati e discount che non venderanno più il fegato grasso di anatra e oca: Bennet, Conad, Coop, Crai, Eataly, Esselunga, Lidl, MD/LD Market, Pam Panorama e il Gruppo Selex. La decisione è frutto della campagna Stop Fois Gras lanciata nel 2015 dall’associazione animalista Essere Animali al grido di #ViaDagliScaffali.

Il foie gras continua a essere un prodotto controverso a causa del metodo di produzione, che è considerato da molti crudeltà contro gli animali. Per produrre il foie gras si ricorre infatti al gavage, cioè all’alimentazione forzata di anatre e oche tramite un tubo infilato in gola. In questo modo si favorisce l’accumulo di grassi nel fegato, fino a provocare uno stato di steatosi epatica negli animali.

In Italia e in molti Paesi europei la produzione di foie gras è vietata, ma il commercio resta legale, anche se la crescente attenzione per il benessere animale lo rende un prodotto sempre meno apprezzato dai consumatori. In Francia, per la produzione di fegato grasso vengono utilizzati 44 milioni di animali l’anno. Il 90% del foie gras viene prodotto in Europa: Francia (72,3%), Bulgaria, Ungheria, Spagna e Belgio. Il restante 10% viene prodotto in Cina, Usa e Canada. I maggiori consumatori sono Francia, Belgio, Giappone, Svizzera, Hong Kong e Israele.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

frutta verdura sacchetto carta

Biologico, polemiche sulla guerra dei prezzi di Carrefour in Belgio. In Italia, invece, la catena non vuole penalizzare i produttori

In Belgio, la catena di supermercati Carrefour ha annunciato di voler offrire ai clienti prodotti …

2 Commenti

  1. Anch’io ho firmato la petizione affinchè si ponesse fine a questa barbarie.