Home / Allerta / Senape non dichiarata in taralli italiani e salmonella in tacchino surgelato dalla Germania… Ritirati dal mercato europeo 79 prodotti

Senape non dichiarata in taralli italiani e salmonella in tacchino surgelato dalla Germania… Ritirati dal mercato europeo 79 prodotti

senape taralliNella settimana n°44 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 79 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende tre casi: Salmonella in carne di tacchino macinata e surgelata, proveniente dalla Germania; senape non dichiarata in taralli di grano saraceno provenienti dall’Italia; senape non dichiarata in crostino al gusto speck e pepe, dall’Italia.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: conteggio troppo alto di Escherichia coli in mitili vivi (Mytilus galloprovincialis) dalla Spagna; istamina in filetti di sardine refrigerati, dalla Francia; Bacillus cereus in mix di cereali dall’Italia (Nome del prodotto: Mix 5 cereali precotti; marca: In Forma Carrefour; numero di lotto: 290.220; data di scadenza 29/02/2020; in confezione da 500g) (leggi i dettagli); Salmonella enterica (ser. Infantis) e conta troppo alta di Enterobacteriaceae in proteine animali trasformate, per alimenti per animali domestici dalla Repubblica Ceca.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: aflatossine (B1) in noci del Brasile sgusciate, dalla Bolivia; omogeneizzatore con lame in acciaio inossidabile, non idoneo all’uso come materiale a contatto con gli alimenti, dalla Cina; aflatossine (B1) in fichi secchi dalla Turchia; migrazione di nichel e livello di migrazione complessiva troppo alto da: robot da cucina, friggitrice a cesto, forno per pizza, dalla Cina; migrazione di nichel da griglie di tostapane in acciaio inossidabile dagli Stati Uniti.

Questa settimana non ci sono segnalazioni di esportazioni italiane in altri Paesi che siano state ritirate dal mercato.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

Salgono a nove i casi di epatite, il ministero della Salute segnala altri cinque prodotti a base di curcuma. Indagini ancora in corso

Aggiornamento del 22 maggio 2019: l’articolo in origine riportava numeri di lotto differenti per il prodotto …