Home / Pubblicità & Bufale / Realtà o finzione? Tutti i segreti dei pubblicitari per rendere il cibo perfetto e irresistibile, nel video pubblicato da Il Salvagente

Realtà o finzione? Tutti i segreti dei pubblicitari per rendere il cibo perfetto e irresistibile, nel video pubblicato da Il Salvagente

Troppo belli per essere veri, così appaiono i prodotti alimentari sui cartelloni pubblicitari e negli spot televisivi. Dietro questo aspetto invitante, si nascondono trucchi e segreti, studiati da fotografi esperti di scenografia per far apparire un hamburger succoso al punto giusto e la panna montata perfettamente spumosa (ne avevamo parlato anche noi in questo articolo). A svelare i segreti dei set delle pubblicità ci pensa un video del canale Blossom, pubblicato sul canale Youtube della rivista  Il Salvagente.

Come si fa a creare una torre di pancake alta e invitante? Facile, basta separare ogni frittella con un disco di cartone e poi innaffiare il tutto con olio per motore, che assomiglia perfettamente allo sciroppo d’acero, senza essere assorbito dai pancake. Per lucidare torte e pasticcini si usa la lacca per capelli, mentre il deodorante spray funziona benissimo per creare l’effetto “brina” sulla frutta.

Il gelato che si vede negli spot non è quello che abitualmente viene spatolato dall’artigiano, ma una miscela di grasso vegetali, sciroppo di mais e colorante alimentare che imita benissimo l’aspetto e non si scioglie sotto le luci del set. Se invece bisogna fotografare la torta con qualche fiocco di panna montata in superficie si usa la schiuma da barba.

Preparare un hamburger per una pubblicità richiede invece un lungo lavoro di “montaggio”; la carne viene spennellata  con olio vegetale, per farla apparire succosa, mentre le fettine di formaggio vengono “piegate” verso il basso con un asciugacapelli, in modo da apparire naturalmente sciolte dal calore dell’hamburger, che invece è ormai freddo e asciutto. Tutti gli altri ingredienti vengono attentamente disposti e fissati con stuzzicadenti, in modo da risultare più invitanti. Alla fine la foto o il filmato ritraggono un prodotto diverso da quello che viene servito nelle catene di fast food.

pubblicita gelato
Il gelato che appare nelle pubblicità spesso è una miscela di grassi vegetali con sciroppo di mais e coloranti

Per creare l’illusione di un bel pollo o un tacchino arrosto, che richiederebbero ore di cottura, basta spennellare la pelle di un volatile crudo con lucido oppure con una miscela di salsa “browning” (dal colore marrone scuro), liquore bitter, colorante giallo e sapone per piatti. Se poi il piatto deve apparire fumante come se fosse appena uscito dal forno, basta nascondere del cotone o degli assorbenti femminili imbevuti di acqua e passati al microonde, che rilasciano vapore per parecchio tempo.

Per impedire ai cereali della colazione di affondare nella tazza di latte si nasconde una ciotola appena sotto la superficie del liquido e si usa colla vinilica. Per mostrare una schiuma soffice e abbondante nel bicchiere della birra basta aggiungere una goccia di detersivo per piatti.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Mellin: censurata la pubblicità del latte formula Aptamil. Per il Giurì è ingannevole

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha censurato la pubblicità del latte formula per la prima infanzia …