Home / Lettere / Che fine hanno fatto le salsine pronte in tubetto? Una lettrice segnala la misteriosa sparizione da alcuni supermercati di Milano. Risponde l’azienda

Che fine hanno fatto le salsine pronte in tubetto? Una lettrice segnala la misteriosa sparizione da alcuni supermercati di Milano. Risponde l’azienda

salsine tubetto verdurine mutti ortolinaGentile direttore, nonostante l’emergenza coronavirus, fino ad oggi le catene della grande distribuzione sono riuscite a garantire la presenza di tutti i prodotti alimentari essenziali sugli scaffali, con qualche curiosa eccezione come la farina e sopratutto il lievito di birra.

Da qualche giorno però ho osservato che, almeno a Milano, un’altra tipologia di prodotto è introvabile: mi riferisco alle salsine di pomodoro pronte in tubetto come Verdurine Mutti o Ortolina. Si tratta di prodotti particolarmente comodi per chi vuole una scorta di sughi senza aprire ogni volta un barattolo. Ho provato senza successo in tre supermercati di catene diverse (Esselunga, Pam e Carrefour), ma niente. Sugli scaffali si trovano sempre passate e tubetti di concentrato di pomodoro, ma le salsine sono sparite. C’è una spiegazione? Mi sono chiesta, poi, se altri prodotti abbiano fatto la stessa fine…

Paola C.

La riposta di Mutti

Siamo lieti che Le Verdurine sia uno dei prodotti da lei preferito. I tubetti continuano a essere distribuitisul territorio nazionale e generalmente è possibile trovarlo nei principali punti vendita Carrefour, Esselunga, Iper, Ipercoop. La situazione attuale può creare rallentamenti nel rifornimento di alcuni prodotti, ma siamo certi che presto troverà Le Verdurine nuovamente disponibili.

La risposta di Rodolfi Mansueto SPA

Gentile Signora Paola,
Siamo dispiaciuti che non abbia potuto trovare sugli scaffali la nostra storica “Ortolina”. In questo periodo abbiamo sempre continuato a consegnare con regolarità il nostro prodotto a tutti i supermercati delle catene nazionali, inclusi quelli da Lei citati.
È possibile però che, data l’ improvvisa situazione di emergenza che si è creata, il prodotto possa essere arrivato tardi sugli scaffali generando una momentanea indisponibilità.
La rassicuriamo però che potrà da subito ritrovare nei punti vendita “Ortolina” ed apprezzarne la rinomata genuinità e praticità.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Succhi, nettari o bevande alla frutta? Una lettrice chiede chiarimenti sui marchi Santal e Yoga

Succhi, nettari o bevande alla frutta? Al momento di scegliere cosa acquistare sono in molti …

5 Commenti

  1. Avatar
    matteo galasso

    Scusate ma mi sorge spontaneo un dubbio: se facciamo un articolo per ogni prodotto che manca a scaffale forse sarebbe bene inserire una nuova categoria…
    I più maligni penseranno a pubblicità gratuita, che non è, vero?
    Comunque io ho trovato introvabili la panna fresca a LIDL, la farina tipo 1 in COOP-LIDL, l’alcol denaturato in COOP, LIDL e anche con i cetrioli ho avuto difficoltà…
    Certo, scrivere al fatto alimentare chiedendo perché trovi dei prodotti piuttosto che informarsi nei punti vendita lo definirei curioso oltre al fatto che a questa persona piace evidentemente farsi il giro dei supermercati per un bene non di prima necessità quando la regola generale sarebbe rifornirsi al più vicino.

    • Avatar

      Buongiorno, io invece sono due mesi che non trovo sugli scaffali Esselunga di Milano l’estratto di carne Liebig. Ho chiesto spesso alla cassa centrale se questo prodotto fosse ancora in commercio oppure fosse un ritardo di consegno, non mi hanno saputo rispondere. Non sapevano neanche loro. Voi per caso sapete qualcosa?
      Grazie per l’interessamento Nicoletta

    • Avatar

      Matteo Galasso, buonasera. Concordo abbastanza con la sua osservazione, anche se per noi che siamo cresciuti più ad Ortolina che a Nutella (che è pure fantastica…) la sua eventuale mancanza riveste il carattere di emergenza nazionale! 🙂 . Devo dire che qui a Parma la si trova normalmente (almeno c’era una settimana fa quando ho fatto l’ultima spesa) . Forse perché siamo quasi a kilometri zero dalla produzione…
      Saluti

  2. Avatar
    Claudio Zanazzi

    Buon giorno
    Ritengo utile che la Redazione informi i lettori de Il Fatto Alimentare che il tanto ricercato LIEVITO DI BIRRA può essere conservato in frezeer.
    Tra ľaltro, quasi sempre se ne usa troppo. Io taglio un cubetto da 25 gr. In 5 parti, 4 nel congelatore e 1 per circa 1 kg di farina.
    Se si fa lievitare correttamente è più che sufficiente.
    Salve a tutti.

  3. Avatar

    salve, sarebbe giusto chiedere nei negozi chiarimenti su disponibilità o meno, il problema è che il personale normalmente non sa mai niente.