Home / Allerta / Salmonella in carne avicola dalla Polonia e uova non dichiarate in salsa con vongole italiana… Ritirati dal mercato europeo 98 prodotti

Salmonella in carne avicola dalla Polonia e uova non dichiarate in salsa con vongole italiana… Ritirati dal mercato europeo 98 prodotti

salmonellaNella settimana n°28 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 98 (11 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende quattro casi: Salmonella enterica (ser. Enteritidis) in carne avicola congelata dalla Polonia; uova non dichiarate in salsa con vongole dall’Italia; richiamo ai consumatori di vegetali congelati dal Belgio in relazione a un’epidemia di origine alimentare multi-paese (qui uno degli ultimi ritiri italiani); istamina in tonno pinna gialla congelato dall’Indonesia.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: odore anomalo di acqua minerale proveniente dall’Italia contaminata con idrocarburi aromatici; conteggio troppo elevato di Enterobacteriaceae in pollame misto e altre farine di carne destinate a mangime, dalla Spagna; cadmio in totano refrigerato (Todarodes sagittatus) dalla Spagna; istamina in filetti di sardine sott’olio della Tunisia; presenza di DNA di ruminanti in farina di pesce destinata a mangime, dalla Spagna; livello di residuo di medicinale veterinario (ossitetraciclina ) superiore al limite in carne (muscolo) di coniglio dall’Italia.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in manzo disossato e surgelato dell’Uruguay; corpo estraneo (strutture filamentose di origine non animale) in farina di pesce destinata a mangime, proveniente da Mauritius; assenza di certificati sanitari per pasta di riso dalla Cina; migrazione di cromo da vasi di vetro provenienti dalla Cina.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la stessa Italia ha segnalato i tre richiami già riportati sopra riguardanti: l’allergene nella salsa con vongole, l’odore anomalo dell’acqua minerale e il residuo di medicinale nella carne di coniglio.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

quaglie carne barbecue griglia

Salmonella in quaglie dall’Italia e piombo in salame di camoscio fresco… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

Nella settimana n°42 del 2018 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …

2 Commenti

  1. Riguardo alla carne di pollo mi sembra che sia “normale ” che possa contenere il batterio della salmonella. Infatti si raccomanda di non lavare il pollo e di cuocere bene la sua carne. Forse è un problema di quantità?
    Mi potreste chiarire l’argomento?
    Grazie

    • Valeria Nardi

      Gentilissimo Francesco, nella carne fresca di pollo la normativa prevede l’assenza di Salmonella Enteritidis e Typhimurium (compresa la variante monofasica).