Home / Allerta / Rucola con Salmonella e pesto italiano infestato da muffe… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

Rucola con Salmonella e pesto italiano infestato da muffe… Ritirati dal mercato europeo 72 prodotti

insalata verdura rucola con Salmonella
la Norvegia segnala rucola con Salmonella Kottbus (via Danimarca)

Nella settimana n°51 del 2014 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 72 (14 quelle inviate dal Ministero della salute italiano).

 

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende due casi: cadmio in carne di cavallo refrigerata dalla Romania, via Belgio; norovirus in cozze pre-cotte e congelate provenienti dalla Spagna, via del Portogallo.

 

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: eccesso di Escherichia coli in vongole (Ruditapes decussatus) dalla Tunisia; Listeria monocytogenes in due lotti di salmone affumicato dalla Polonia; Escherichia coli in mitili refrigerati (Mitilus spp) dalla Spagna; Escherichia coli in vongole refrigerate dall’Italia.

 

pesto salsa sugo 124569718
I Paesi Bassi segnalano pesto italiano infestato da muffe

Tra i lotti respinti alle frontiere l’Italia segnala: residui di pesticida (tiofanato metile) in fragole provenienti dall’Egitto; migrazione di nichel e di manganese da grill a gas provenienti dalla Cina; insetti morti in datteri dalla Tunisia; residui di pesticida (profenofos) in peperoni in salamoia da Egitto; enteropatogeno (Escherichia coli) in carni di manzo disossate congelate dal Brasile; aflatossine in fichi secchi turchi; residui di pesticida (carbendazim) in riso dall’India.

 

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Norvegia segnala rucola con Salmonella Kottbus (via Danimarca), e i Paesi Bassi segnalano pesto infestato da muffe.

 

Valeria Nardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
Giornalista

Guarda qui

burrata mozzarella formaggi made in italy

Listeria in burrata italiana esportata e Salmonella in tacchino dalla Polonia… Ritirati dal mercato europeo 69 prodotti

Nella settimana n°3 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti …

4 Commenti

  1. Scusate l’ignoranza, ma di questi lotti non è possibile conoscere l’importatore ed a chi sarebbero dovuti andare per essere inscatolati e commercializzati, ecc.?
    Vi ringrazio.

    • Valeria Nardi

      Il Rasff “Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi” è una struttura coordinata a livello europeo. Molti Stati pubblicano i nomi delle marche i cui lotti sono oggetto di ritiro, richiamo o allerta. L’Italia non è tra questi; cioè neanche a noi è dato sapere di che prodotti si tratta. Abbiamo chiesto più volte alle catene di supermercati e al Ministero che questi dati fossero resi pubblici. La nostra intenzione non è di allarmare, ma di creare consapevolezza nei consumatori: anche facendo conoscere il rasff, le tipologie di alimenti, e i motivi di richiamo, si può aumentare la conoscenza del sistema di sicurezza alimentare europeo e italiano.

  2. Non si potrebbe fare un Petizione (come quella per l’olio di palma ed altre simili) per chiedere più autorevolmente la pubblicazione di questi dati come già fanno gli stati di cui sopra?
    La ringrazio.