Home / Richiami e ritiri / Richiamati tranci di tonno pinne gialle decongelati per rischio chimico. Aggiornamento 9/6: ritiro precauzionale di altri lotti

Richiamati tranci di tonno pinne gialle decongelati per rischio chimico. Aggiornamento 9/6: ritiro precauzionale di altri lotti

Aggiornamento del 9 giugno 2021: il ministero della Salute ha pubblicato un aggiornamento del richiamo del lotto di tonno a pinne gialle decongelato in tranci prodotto da Ittica Zu Pietro Srl, in cui viene finalmente chiarito il motivo del richiamo. Contrariamente a quanto indicato in precedenza da Sogegross (“possibile presenza di istamina”) e dal ministero nel primo avviso (“sindrome anossica”), il richiamo del lotto 2008217/21 con data di scadenza 07/06/2021 è stato determinato dalla “presenza di nitriti/nitrati riscontrata dall’autorità di controllo”.

Inoltre, l’azienda rende noto di aver ritirato in applicazione del principio di precauzione anche i prodotti appartenenti ai lotti 2008218/21 con scadenza 07/06/2021, 2008216/21 con scadenza 08/06/2021, 2008215/21 con scadenza 09/06/2021, 2008214/21 con scadenza 10/06/2021 e 2008213/21 con scadenza 11/06/2021. Il richiamo è stato segnalato anche dai supermercati Decò, Gros Cidac e Sogegross, limitatamente al lotto 2008213/21 venduto presso i Cash di Rivoli e Novara dal 04/06/2021 al 10/06/2021.

Aggiornamento del 7 giugno 2021: anche Sogegross ha segnalato il richiamo precauzionale del lotto di tonno a pinne gialle decongelato in tranci prodotto da Ittica Zu Pietro Srl e fornito da 4th Cliff Lobster Italia Srl. La catena specifica che il prodotto è stato venduto nei Cash & Carry Sogegross dal 01/06/2021 al 03/06/2021.

Il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo precauzionale da parte del produttore di un lotto di tranci di tonno a pinne gialle decongelato con acqua aggiunta a marchio Ittica Zu Pietro per rischio chimico. Il prodotto interessato è venduto in confezioni sottovuoto a peso variabile con il numero di lotto 2008217/21 e la data di scadenza 07/06/2021.

I tranci di tonno richiamati sono stati prodotti dall’azienda Ittica Zu Pietro Srl nello stabilimento di via Varsavia 9, a Bisceglie, in provincia di Barletta-Andria-Trani (marchio di identificazione: IT 2830 CE).

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 92 richiami, per un totale di 137 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: Fotolia, ministero della Salute

Da 12 anni Ilfattoalimentare racconta cosa succede nel mondo dei supermercati, quali sono le insidie nelle etichette, pubblica le sentenze sulle pubblicità ingannevoli oltre che segnalare il lavoro delle lobby che operano contro gli interessi dei consumatori.

Il nostro è un sito indipendente senza un editore, senza conflitti di interesse e senza contributi pubblici. Questo è possibile grazie ai banner delle aziende e alle migliaia di lettori che ogni giorno ci leggono e ci permettono di sfiorare 20 milioni di visualizzazioni l'anno, senza farcire gli articoli con pubblicità invasive. Ilfattoalimentare dà l'accesso gratuito a tutti gli articoli.
Sostienici, basta un minuto clicca qui. Se vuoi puoi anche farlo con un versamento mensile.
Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Guarda qui

Positività a Salmonella Typhimurium: richiamato salame stagionato

Il ministero della Salute ha segnalato il richiamo da parte del produttore di un lotto …

Un commento

  1. Mi hanno scoperto un allegria al Nichel circa 40 fa’, al policlinico Gemelli a Roma . D’ allora seguo periodicamente una dieta povera di Nichel e assumendo Il Nalcrom , ho trovato il vostro articolo molto interessante .