Compresse bianche rovesciate da un flacone di plastica arancione su superficie azzurra

acutil-donna-compresse integratore alimentareEsselunga, Coop, Bennet e il ministero della Salute hanno segnalato il richiamo precauzionale da parte dell’operatore di alcuni lotti dell’integratore alimentare Acutil Donna a marchio Angelini per la “presunta presenza di ossido di etilene all’interno di un ingrediente utilizzato nei lotti di prodotto” indicati. Le confezioni coinvolte sono quelle da 20 compresse da 1 grammo ciascuna che appartengono ai lotti numero GT164 con la data di scadenza 06/2022, MT549 con scadenza 08/2022, VT238 con scadenza 01/2023, M10146 con scadenza 09/2023 e M10147 con scadenza 09/2023.

L’integratore alimentare richiamato è stato prodotto per Angelini Pharma Spa dalle aziende S.I.I.T Srl di via Ariosto 50/60, a Trezzano sul Naviglio, nella città metropolitana di Milano, e Farmaceutici Procemsa Spa di via Mentana 10 a Nichelino, nella città metropolitana di Torino.

Angelini Pharma consiglia a chi è in possesso di confezioni dell’integratore con i numeri di lotto segnalati di sospendere il consumo e restituire il prodotto al punto vendita. Per eventuali informazioni è possibile contattare l’azienda al numero 071 809809 oppure all’indirizzo email R3@angelini.it

Il ministero della Salute invece ha pubblicato l’avviso di richiamo da parte del produttore di un lotto di ricotta senza lattosio a marchio Selex Vivi Bene perché “il contenuto di lattosio risulta superiore al limite”. Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 250 grammi con il numero di lotto L 21307 e la data di scadenza 18/12/2021. Il richiamo è stato diffuso anche da A&O e Famila [aggiornamento del 14 dicembre 2021]

La ricotta richiamata è stata prodotta per Selex Spa dal Caseificio Pugliese F.lli Radicci Spa nello stabilimento di via Ettore Elia 10 a Lauriano, nella città metropolitana di Torino (marchio di identificazione IT 01 111).

In via cautelativa, si raccomanda ai consumatori intolleranti al lattosio di non consumare la ricotta con il numero di lotto indicato e restituirla al punto vendita d’acquisto, dove sarà rimborsata.

Il ministero ha segnalato anche il richiamo ad opera del produttore di un lotto di salame del Salumificio Zerbini Giovanni & Figli per la “presenza di Salmonella spp.”. Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 420 grammi con il numero di lotto 261021 e il termine minimo di conservazione 31/01/2022.

salame salumificio zerbiniIl salame richiamato è stato prodotto dal Salumificio Zerbini Giovanni & Figli Snc nello stabilimento di via San Martino 46, in frazione Ramiola, comune di Medesano, in provincia di Parma (marchio di identificazione CE IT 9/245L).

Per precauzione, si raccomanda di non consumare il salame con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2021, Il Fatto Alimentare ha segnalato 255 richiami, per un totale di 467 prodotti. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata Foto: stock.adobe.com (copertina), ministero della Salute, Esselunga

Siamo un sito di giornalisti indipendenti senza un editore e senza conflitti di interesse. Da 13 anni ci occupiamo di alimenti, etichette, nutrizione, prezzi, allerte e sicurezza. L'accesso al sito è gratuito. Non accettiamo pubblicità di junk food, acqua minerale, bibite zuccherate, integratori, diete. Sostienici anche tu, basta un minuto.

Dona ora

0 0 voti
Vota
2 Commenti
Feedbacks
Vedi tutti i commenti
bruno cazzuli
bruno cazzuli
14 Dicembre 2021 21:00

Grazie e complimenti per il grande servizio che fate a tutti noi. Senza di voi non saremmo in grado di essere a conoscenza di queste importanti informazioni, a salvaguardia della nosttra salute. Ancora grazie.

giova
giova
16 Dicembre 2021 20:26

Grazie per la puntualità dell’informazione, anche se – a proposito di o. di etilene – il titolo mi stupisce: “ritorno”? a me non sembra sia mai andato via, purtroppo.