Home / Allerta / Ranitidina, anche il Buscopan Antiacido tra i farmaci con divieto d’uso dell’Aifa. Sono 516 i lotti bloccati in attesa di analisi. Non sono previsti rischi acuti

Ranitidina, anche il Buscopan Antiacido tra i farmaci con divieto d’uso dell’Aifa. Sono 516 i lotti bloccati in attesa di analisi. Non sono previsti rischi acuti

buscopan antiacidoOltre ai 195 lotti di farmaci antiacidi a base di ranitidina ritirati dal commercio, l’Agenzia italiana del farmaco ha disposto il divieto d’uso a scopo precauzionale per altri 516 lotti di medicinali, di svariati marchi e in diverse formulazioni. Tra questi, figura anche il Buscopan Antiacido in compresse effervescenti, forse il prodotto più conosciuto del lungo elenco diffuso dall’Aifa. La decisione è arrivata dopo che in alcuni dei lotti ritirati è stata rilevata la presenza di N-nitrosodimetilammina (Ndma), una molecola appartenente alla classe delle nitrosammine, classificata come probabile cancerogeno dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc).

Tutti i lotti di farmaci ritirati dal commercio sono stati realizzati con il principio attivo prodotto dall’azienda farmaceutica Saraca laboratories, in India. I medicinali per cui è scattato il divieto d’uso, invece, sono prodotti con ranitidina proveniente da altri laboratori farmaceutici: il provvedimento è precauzionale e temporaneo, in attesa che le analisi escludano (o confermino) la contaminazione da Ndma.

La ranitidina agisce inibendo la secrezione acida dello stomaco, e per questo è impiegata nel trattamento di condizioni come ulcera, reflusso gastroesofageo e bruciore di stomaco. Alle persone che seguono una terapia a base di ranitidina, l’Aifa raccomanda di consultare il proprio medico prima di interromperla: sono, infatti, disponibili farmaci antiacidi basati su principi attivi diversi, ma con le stesse indicazioni terapeutiche.

In ogni caso, non sono previsti rischi acuti per le persone che hanno già assunto i farmaci segnalati o per chiunque ingerisca quantità molto basse di Ndma.

Gli elenchi dei lotti interessati dal ritiro e di quelli interessati dal divieto di utilizzo sono disponibili nella pagina: https://www.aifa.gov.it/revisione-ranitidina

Per informazioni: numero verde: 800-571661, e-mail: farmaciline@aifa.gov.it

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

at the doctors office

Principio attivo del Viagra in integratore alimentare e pasta infestata da insetti… Ritirati dal mercato europeo 61 prodotti

Nella settimana n°42 del 2019 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …