Home / Pubblicità & Bufale / Censurata la pubblicità dell’integratore Lattoferrina 200 Immuno: per lo Iap ci sono richiami inopportuni al coronavirus

Censurata la pubblicità dell’integratore Lattoferrina 200 Immuno: per lo Iap ci sono richiami inopportuni al coronavirus

Lattoferrina integratoreL’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha censurato la pubblicità di un integratore alimentare a base di lattoferrina perché considerata ingannevole. Il provvedimento, arrivato con l’ingiunzione n. 54/20 del 28 ottobre del Comitato di controllo nei confronti di PromoPharma Spa, riguarda l’inserzione relativa al prodotto Lattoferrina 200 Immuno comparsa sul Corriere della Sera del 28 ottobre. Secondo lo Iap il messaggio pubblicitario in questione, “Lattoferrina l’alleato naturale contro il coronavirus*”, sarebbe in contrasto con l’articolo 2 del Codice di autodisciplina pubblicitaria sulla comunicazione commerciale ingannevole.

La pubblicità censurata proponeva l’integratore come “Un aiuto concreto per il sistema immunitario” con un diretto riferimento all’azione sul coronavirus –“Lattoferrina l’alleato naturale contro il coronavirus” – che sarebbe dimostrata da un recente studio scientifico, citato per accreditarne l’efficacia. “Ad avviso del Comitato di controllo, – scrive lo Iap – una simile comunicazione risulta inopportuna e scorretta proprio per il richiamo all’attuale situazione di emergenza sanitaria determinata dal Covid-19, noto a tutti come un coronavirus, che colpisce soprattutto le vie respiratorie.

La pubblicità censurata attribuirebbe “inequivocabilmente al prodotto pubblicizzato caratteristiche ed effetti suscettibili di generare erronee aspettative nel consumatore”. Un lettore che, in questo periodo di pandemia, è più suscettibile dal punto di vista emotivo.  “La comunicazione in questione infatti è tale da poter accreditare – ingiustificatamente – il prodotto come strumento di prevenzione per l’attuale situazione sanitaria di emergenza, potendo altresì abbassare, o orientare non correttamente, il senso di vigilanza da parte del pubblico.” scrive lo Iap.

Inoltre, – prosegue il Comitato di controllo – risulta scorretto il riferimento diretto a studi di letteratura scientifica che il pubblico non è in grado di valutare criticamente e che vengono pertanto unicamente utilizzati per accreditare scientificamente il prodotto, non essendo la comunicazione commerciale la sede deputata a tale verifica.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

alcol

Bere alcol non aiuta a scaldarsi, il calore dura poco e poi si ottiene l’effetto contrario. Il parere dell’Istituto superiore di sanità

Bere alcol aiuta a scaldarsi? La risposta è: no. Lo spiega bene in questa nota …

5 Commenti

  1. Avatar

    Il problema, purtroppo, non si risolve con sanzioni. Il problema è che non c’è un organo di controllo prima dell’immissione sul mercato. Mi dite che importa alle aziende di sanzioni ridicole a confronto dei guadagni realizzati?
    Questo è il problema.

  2. Avatar

    Per una volta che viene pubblicizzato un integratore, che cmq aiuta a rafforzare il sistema immunitario, una cosa è certa male non fa, a dispetto di tante cose realmente farlocche io la uso e sinceramente la trovo ottima.

    • Avatar

      E’ una libera scelta credere negli integratori ( si viveva lo stesso anche senza ) ma la pubblicità deve stare nelle regole , e tanti possono essere essere confusi e portati a credere cose assurde .
      La verità non si raggiunge mai attraverso le falsità . grazie

  3. Avatar

    Ma non vi sembra assurdo che la scienza ufficiale e i vari organi di stato spesso appoggiati dalla politica, non perdino occasione per denigrare e nascondere l’esistenza e gli effetti benefici degli integratori, quando vi sono invece centinaia di ricerche pubblicate in cinquant’anni di storia dalla vera scienza, che ne attestano non solo l’efficacia ma l’assoluta necessità.

    Vorrei capire come si pone a riguardo questa testata.

    Distinti saluti

    • Avatar

      Quale sarebbe la Vera scienza ? quella non controllata e verificata da nessuno ?
      Quella che si trova sulle riviste Predatorie ?
      così tanto per sapere .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *