Home / Supermercato / Prezzi esagerati: patate Selenella e Iodì tanto selenio e tanto iodio ma il listino lievita a dismisura

Prezzi esagerati: patate Selenella e Iodì tanto selenio e tanto iodio ma il listino lievita a dismisura

Selenella e Iodì sono i due marchi di patate famose per l’alto contenuto di selenio e iodio. Questo vantaggio nutrizionale viene venduto a caro prezzo visto che  il listino arriva ad essere 2,5 volte maggiore rispetto al prodotto più economico di primo prezzo. Un buon lavoro è stato fatto dal marketing che ha dato un’identità e un marchio a queste patate differenziandole dalle altre. L’operazione consiste nel dare un nome e cognome a prodotti come le patate, lo zucchero, il sale… chiamati in gergo commodity, che apparentemente non presentano differenze significative di qualità da un produttore all’altro.

 

Stiamo in questo caso parlando di un ortaggio tra i più diffusi e meno cari presenti sulle nostre tavole ormai declinato in molteplici versioni: sbucciato, a fette, in fiocchi per il purè, in versione di V Gamma (precotte e in atmosfera modificata). 

 

A Bologna, sono state create a due varietà di patate. Nel 2000 ha iniziato il Consorzio delle Buone Idee con Selenella, ricca di selenio, seguita sette anni dopo da Iodì, quella con lo iodio, di Pizzoli. Si tratta di prodotti che hanno cambiato il mercato creando prezzi molto differenziati.  

 

 Per Selenella le variabili distintive sono: l’origine 100% italiana, la versatilità di utilizzo, la produzione integrata (Qualità Controllata), la tracciabilità (con un codice di rintracciabilità in grado di far risalire al produttore) e il selenio che da il nome alla marca e la rende unica.

 

Per Pizzoli, produttore di Iodì, se l’italianità del prodotto e la coltivazione con il metodo della lotta integrata sono elementi comuni all’intera produzione di patate, l’arricchimento con lo iodio rappresenta il tratto distintivo.

 

Per entrambe le patate, l’assorbimento degli oligoelementi avviene attraverso l’apparato fogliare: le piante vengono spruzzate di selenio o di iodio e il tubero assorbe gli elementi. La principale proprietà del selenio è quella di essere un potente antiossidante mentre lo iodio è un elemento fondamentale per il funzionamento della tiroide.

 

Senza nulla togliere all’apporto di entrambi gli elementi nella nostra dieta, è evidente che il ruolo è piuttosto marginale innanzitutto perché non si mangiano patate tutti i giorni, in secondo luogo perché in assenza di una necessità specifica dovremmo assorbire una giusta quantità degli oligoelementi di cui abbiamo bisogno con una dieta equilibrata e varia.

 

Francesca Avalle

 

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI 

 

Selenella


Iodì 


Valori medi

Per 100g

Per razione (200g)

Per 100g

Per razione (200g)

Apporto  Energetico

92 kcal

390kj

184kcal

780kj

65 kcal

277 kj

130 kcal

554 kj

Proteine

  2,1 g

  4,2 g

2,1g

4,2 g

Carboidrati

Di cui zuccheri

 17,9g

   0,4g

 35,8g

   0,8g

14,0g

  0,4g

28,0g

0,8g

Grassi

Di cui acidi grassi saturi

   1,0g

0,025g

   2,0g

0,050g

0,1 g

0,02 g

0,2g

0,04g

Fibre alimentari

   1,6 g

    3,2 g

2,0 g

4,0g

Sodio

0,007g

0,014g

0,001g

0,002g

Vitamina C

15 mg 19% RDA

30 mg 38% RDA

 

 

Potassio

570 mg 29% RDA

1140 mg 57% RDA

 

 

Selenio

9 mcg 16% RDA

18 mcg 33% RDA

 

 

Iodio

 

 

45µg 30% RDA

90µg 60% della RDA

 

 

 

PREZZI INDICATIVI DI ALCUNE TIPOLOGIE E MARCHE DI PATATA

 

Euro al kg

100 = il più caro

Selenella ( 1,5kg)

1,59

100

Iodì (2,5kg)

1,50

95

Patate Tutti Gli Usi Viversano (2,5kg)

0,90

57

Patata Fresca Campana (1,5kg)

1,20

76

“Anonimo” (5kg)

0,60

38

Prezzi rilevati in Carrefour Market – maggio 2012

Grazie alla marca e agli elementi distintivi si evidenzia una scala prezzi rilevante.

Selenella costa più del doppio rispetto alla patata di primo prezzo

 

Avatar

Guarda qui

Woman throwing plastic bottle on the beach.

Plastica, troppo pochi gli eco-compattatori nei supermercati per recuperare bottiglie in cambio di sconti. Bene solo Unes e Coop

Ridurre, riutilizzare e riciclare: sono questi i cardini di un uso più responsabile e sostenibile …

2 Commenti

  1. Avatar
    Quaggio Luciano

    Non sono assolutamente d’ accordo con l’ impostazione di questo articolo. Cosa pensa se diciamo che al posto di lei come giornalista, prendiamo per fare questo articolo un giornalista che costa tre volte meno di lei!! Le assicuro che si trova! proprio come le patate a buon prezzo.

  2. Avatar

    Pacatamente dico a Luciano ed a tutti quelli che la pensano come lui, che la pubblicità è la più potente droga per i consumatori inconsapevoli di qualsiasi prodotto si tratti. Anche sul pacchetto di sigarette c’è scritto che il fumo uccide ma al fumatore incallito non glien importa nulla,eppure i costi per la cura ai tumori da fumo sono a carico della comunità.