Home / Packaging / Riciclare la plastica e viaggiare gratis? Adesso a Roma si può

Riciclare la plastica e viaggiare gratis? Adesso a Roma si può

bottiglie acqua minerale plasticaLa Svezia, una delle nazioni più green d’Europa, è famosa in particolar modo per un fatto. E no, non è per aver fondato IKEA o aver dato i natali a Greta Thunberg, ma per essere stata una delle prime nazioni ad istituire un sistema di riciclo che funziona tutt’oggi. Nel Paese scandinavo dal 1984 si paga un deposito sulle lattine – esteso nel 1994 alle bottiglie di plastica – al momento dell’acquisto. Il deposito, riportando il vuoto nelle apposite macchine per riciclaggio, viene poi rimborsato rilasciando al consumatore uno scontrino che può utilizzare per fare la spesa al supermercato. La novità è che da poche settimane a Roma è stato lanciato un sistema molto simile per viaggiare sui mezzi pubblici.

Il 23 luglio nella capitale è stata presentata +Ricicli +Viaggi, la campagna Atac (Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune) per favorire la raccolta e il riciclo delle bottiglie in PET. L’iniziativa, in via sperimentale per un anno, premia i viaggiatori che conferiscono le bottiglie vuote facendoli viaggiare gratis. Il tutto si basa su un sistema tecnico che comprende macchine speciali per la raccolta, gli ecocompattatori, e due app. In pratica con 30 bottiglie riciclate si ha un biglietto per corsa singola, che a Roma costa 1,50 €.

+ricicli +viaggi atac plastica
Lo schema del sistema +Ricicli +Viaggi (Fonte: sito Atac)

Lo schema è piuttosto semplice: i passeggeri ricevono un bonus di cinque centesimi per ogni bottiglia inserita negli appositi ecocompattatori forniti da Coripet (Consorzio per il Riciclo del PET) nelle tre stazioni metro (Cipro, Piramide e San Giovanni). Il bonus finisce nel conto virtuale delle app MyCicero o TabNet, utilizzate per il pagamento dei parcheggi o l’acquisto di biglietti Atac. Da qui, i viaggiatori possono accumulare gli ecopunti senza limiti e scontarli sull’acquisto di uno o più titoli di viaggio.

In poco più di sei settimane i numeri parlano di circa 350mila bottiglie di plastica riciclate, equivalenti a oltre 11mila e 600 i biglietti guadagnati. Nulla di nuovo in realtà, dato che in Turchia nel 2018 è stato avviato un progetto di riciclaggio praticamente identico a quello romano, ma per certo l’iniziativa +Ricicli +Viaggi contribuisce a sensibilizzare i viaggiatori al tema dell’inquinamento da plastica rendendolo anche conveniente.

E il prossimo passo? Se, almeno a Roma, imitare il modello turco sembra aver riscosso un buon successo, perché non allargare la pratica anche ai supermercati imitando il sistema svedese o tedesco? Di recente in Italia si è (quasi) provato a fare una prova, ma poi non ci sono state più notizie. Chissà come andrà a finire questa volta

©Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

  Simone Finotello

Avatar

Guarda qui

mcdonald's mcflurry bicchierino salse

McDonald’s prova in Germania nuove soluzioni green: zero plastica, posate in legno e bicchieri riutilizzabili

McDonald’s si attrezza per essere più sostenibile, in previsione del bando ai materiali monouso che …

3 Commenti

  1. Avatar
    Mariagrazia bedogni

    Nel carrefour market di Novara danno 10centesimi per ogni bottiglia , fino a 20 bottiglie , pari a 2€, il buono è utilizzabile per fare la spesa minimo 20€

  2. Avatar

    Lodevole iniziativa….ma pare che alcuni vandali…magari anche sponsorizzati, abbiano già distrutto una di queste apparecchiature.

  3. Avatar

    Ottima cosa, certamente. Penso però alla diffusione nell’ ambiente, ormai ubiquitaria, dei mozziconi di sigaretta nell’ indifferenza più assoluta delle persone e delle istituzioni. Non sarebbe il caso di promuovere una campagna di educazione a tutti i livelli, dalle scuole di ogni ordine e grado, alle amministrazioni pubbliche alle associazioni ambientaliste e di salute pubblica.
    Un appello accorato di un cittadino comune alle prese quotidiane con l’incivilta’ ed il degrado ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *