Home / Packaging / Lotta alla plastica, Inghilterra verso il divieto di cannucce, cucchiaini, palette cotton fioc. Annuncio della Premier britannica Theresa May

Lotta alla plastica, Inghilterra verso il divieto di cannucce, cucchiaini, palette cotton fioc. Annuncio della Premier britannica Theresa May

colored plastic cocktail tubes standing in a glassIl Primo Ministro britannico, Theresa May, ha annunciato l’intenzione fare un ulteriore passo nella lotta alla plastica, vietando cannucce, cucchiaini e palette per mescolare le bevande, nonché i cotton fioc con bastoncino non biodegradabile. L’occasione scelta per l’annuncio è stato il summit dei capi di governo del Commonwealth. I nuovi divieti cominceranno a essere applicati in Inghilterra e il governo ha dichiarato che lavorerà con l’industria per sviluppare alternative, in modo tale da avere tempo sufficiente per adattarsi.

Il ministro dell’Ambiente, Michael Gove, sottolinea che, sebbene un certo numero di rivenditori, bar e ristoranti abbiano già ridotto l’uso della plastica, è necessario un lavoro comune tra governo, imprese e cittadini.Marevivo cannucce plastica

L’annuncio di Theresa May al summit del Commonwealth è l’ultimo intervento del governo britannico nella lotta alla plastica, dopo la decisione di introdurre entro l’anno un deposito per le bottiglie monouso, il divieto delle microsfere nei cosmetici e la tassa di 5 pence sui sacchetti, che ha avuto come risultato la riduzione di nove miliardi di buste.

In Italia, il divieto per i cotton fioc non biodegradabili è stato già deciso con l’ultima legge di Bilancio e scatterà dal 1° gennaio 2019. Intanto, una campagna contro le cannucce di plastica è stata lanciata dall’associazione Marevivo, che chiede a bar e ristoranti di sostituirle con cannucce biodegradabili in carta, vetro, acciaio o bambù. Una trentina di adesioni sono già arrivate da esercenti di Torino.

 

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

stoviglie posate piatti bicchieri plastica monouso usa e getta scaffali carrello

Plastica monouso addio: Unicoop Firenze toglie dagli scaffali stoviglie e posate usa e getta dal 1° giugno 2019

Mancano meno di due anni al bando delle stoviglie e altri oggetti in plastica monouso, …

Un commento

  1. ok questo è un provvedimento buono … ma vorrei sapere come mai con tutti questi che prendono provvedimenti x la plastica … alcune aziende hanno messo sul mercato confezioni di plastica x contenere passati di verdure minestroni zuppe da inserire subito nel microonde … ok moto comodo .. ma non stiamo facendo un piano x ridurre la plastica? mi sembra il solito inghippo .. da una parte positività .. ma dall’altra menefreghismo