;
Home / Packaging / Pepsi, bottiglie in plastica 100% riciclata in nove Paesi europei entro il 2022. Ma non in Italia

Pepsi, bottiglie in plastica 100% riciclata in nove Paesi europei entro il 2022. Ma non in Italia

pepsi 7up lipton tropicana rpet bottiglieDopo Coca-Cola, arrivano le bottiglie in plastica 100% riciclata anche per Pepsi. All’inizio di dicembre, la multinazionale americana ha annunciato l’intenzione di utilizzare solo Pet riciclato (rPet) per le bevande vendute in nove Paesi europei entro il 2022. Le bottiglie di plastica vergine scompariranno dai mercati di Germania, Polonia, Romania, Grecia e Spagna già nel 2021, mentre in Francia, Gran Bretagna, Belgio e Lussemburgo la transizione avverrà l’anno successivo. L’Italia, invece, dovrà aspettare ancora.

In alcuni Paesi non saranno solo le bottiglie di Pepsi ad essere realizzate in plastica riciclata anche al 100%, ma anche quelle delle altre bevande della multinazionale. In Francia, Gran Bretagna, Germania, Belgio e Lussemburgo saranno interessati ad esempio 7Up, Mountain Dew e Lipton Ice Tea, mentre in Polonia e Romania anche il marchio Mirinda.

plastica bottiglie inquinamento
PepsiCo stima che in questo modo eliminerà dal mercato 70 mila tonnellate di plastica vergine l’anno

Ci impegniamo a un’azione immediata per affrontare la sfida dei rifiuti plastici. – dichiara Silviu Popovici, amministratore delegato di PepsiCo Europe – A partire da questi nove mercati, lavoriamo per incorporare il 100% di plastica riciclata nelle bottiglie delle nostre bevande per minimizzare il nostro impiego di packaging in materiali vergini derivati da combustibili fossili. Cercheremo anche di spingerci oltre più velocemente in altri mercati Europei dove le condizioni lo permettono”.

Con questa mossa, PepsiCo stima di eliminare oltre 70 mila tonnellate di plastica vergine all’anno e di ridurre le sue emissioni di CO2 del 40%. La decisione si inserisce in una più ampia strategia annunciata nel 2018 con cui la multinazionale prevede di raggiungere l’obiettivo di utilizzare il 50% di rPet nelle bottiglie vendute in Unione Europea entro il 2030, e nella campagna della Commissione per riutilizzare 10 milioni di tonnellate di plastica riciclata entro il 2025.

naked smoothies rpet
In alcuni mercati europei, PepsiCo vende già alcuni marchi di bevande in bottiglie realizzate in plastica 100% riciclata

Al momento PepsiCo utilizza già il 30% di rPet per gli imballaggi dei suoi prodotti e negli ultimi due anni ha lanciato in alcuni mercati europei tre marchi – Tropicana, Naked Smoothies e Lipton Ice Tea – in bottiglie di plastica riciclata al 100%. Inoltre, circa il 90% degli imballaggi dei prodotti della multinazionale sono riciclabili, compostabili o biodegradabili.

Riciclare gli imballaggi e riutilizzare i materiali sono sicuramente passi avanti per un sistema alimentare più sostenibile, ma non sono la soluzione definitiva al problema dei rifiuti plastici. È necessario anche ridurre la quantità del packaging plastico che finisce sul mercato, eliminando gli imballaggi inutili e in eccesso, passando a materiali più sostenibili e, in definitiva, riducendo i nostri consumi.

Fonte immagini: PepsiCo

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare

Roberto La Pira

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

Pfas nei contenitori dei cibi da fast food, la denuncia di otto associazioni: ancora troppo usati negli imballaggi di carta

Ci sono ancora troppi Pfas nei contenitori per i cibi da fast food e d’asporto. …