Home / Tecnologia e Test / Una pellicola per proteggere le ciliegie dalle intemperie: un biofilm impermeabile, commestibile e trasparente, sviluppato dall’Oregon University

Una pellicola per proteggere le ciliegie dalle intemperie: un biofilm impermeabile, commestibile e trasparente, sviluppato dall’Oregon University

ciliegie frutta iStock_000009568197_Small pellicola
Si tratta di una pellicola biodegradabile che va spruzzata sui frutti e sulle foglie due volte a stagione

Alcuni ricercatori americani della statunitense Oregon University hanno messo a punto SureSeal, un biofilm antipioggia per la protezione delle ciliegie dall’acqua. Il sistema permette di dimezzare il cosiddetto effetto cracking, dovuto agli agenti atmosferici, responsabile di tagli e spaccature che impediscono la commercializzazione dei frutti.

 

Si tratta di una pellicola biodegradabile da  spruzzare sulle ciliege e sulle foglie due volte per ogni stagione. Il biofilm è composto da un mix di sostanze chimiche naturali, simili a quelle che si trovano nella buccia di ciliegie e mirtilli. Gli ingredienti principali sono la cellulosa, una cera a base di olio di palma e il calcio. Lo spessore  valutato  intorno ai 13 micron. L’altro elemento importante è che il rivestimento risulta commestibile, impermeabile ed elastico, in modo da adattarsi  durante la crescita del frutto.

 

ciliegie frutta bambini iStock_000003821545_Small
la pellicola e composta da sostanze chimiche naturali, simili a quelle nelle bucce di ciliegie e mirtilli

Le prove su campo sono state condotte in frutteti dell’Oregon. I ricercatori hanno preso in considerazione le precipitazioni di fine giugno e inizio luglio del 2007-2008 che hanno rovinato tra il 10 e il 17 per cento delle ciliegie. Nel caso delle  ciliege trattate con il biofilm SureSeal le percentuali di danneggiamenti risultano dimezzate.

 

Uno studio del 2013 ha rilevato una maggior quantità di residui di fungicidi e pesticidi nei frutti trattati con questo biofilm, ma i ricercatori dell’Oregon University affermano che questi residui erano sotto i livelli massimi fissati dall’Environmental Protection Agency e non comportavano alcun rischio per la salute .

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

caraffa filtrante

Caraffe filtranti: performance migliorate e problemi di sicurezza risolti. I risultati del test di Altroconsumo su 14 prodotti

Le caraffe filtranti migliorano le proprie performance di anno in anno. Lo certifica l’ultimo test …

Un commento

  1. Vorrei far notare che nell’ articolo si dice che nella cera per le ciliege c’è anche una sostanza naturale (olio di palma), anche se è vero, ciò può trarre in inganno, infatti l’olio di palma é considerato dannoso o perlomeno é sospetto di esserlo per l’organismo umano.