Home / Lettere / Le patatine fritte “fatte a mano” sono un’illusione del marketing e della pubblicità. Bisogna cambiare etichetta

Le patatine fritte “fatte a mano” sono un’illusione del marketing e della pubblicità. Bisogna cambiare etichetta

patatine le contadineIl dubbio sulla regolarità delle etichette delle patatine fritte Le Contadine sedicenti “fatte a mano” non sussiste, sono ingannevoli e non serve aspettare il parere dell’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato.

 

Il Ministero delle attività produttive nella circolare del 10 novembre 2003, n. 168 (Etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari) scrive:

“(…) L’uso di diciture quali «lavorato a mano» e simili è ingannevole quando soltanto alcune fasi secondarie e collaterali della produzione sono effettuate a mano.

Nel comparto delle paste alimentari, ad esempio, le diciture «lavorato a mano» e simili potranno essere apposte unicamente qualora le fasi di impasto, trafilatura, taglio ed essiccazione della pasta siano state effettuate in tutto o per la maggior parte a mano e non anche quando la manualità abbia riguardato unicamente fasi secondarie come lo svuotamento dei sacchi di semola, il riempimento delle tramogge, il dosaggio degli ingredienti o il confezionamento“.

 

Roberto Pinton

© Riproduzione riservata

Foto: Amicachips.it, Icafoods.it

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

olio extravergine di oliva

I dubbi sulle nuove norme dell’olio extra vergine. La risposta di Alberto Grimelli di Teatro Naturale

Un lettore che opera nel settore oleario ci ha chiesto chiarimenti a proposito delle nuove …

Un commento

  1. Sig.La Pira dove finisce il limite a cui ci si puo’ spingere per superare la soglia della persona INGANNEVOLE e dove inizia quella del TRUFFATORE?
    BASTA FURBERIE CI VOGLIONO LEGGI