Home / Supermercato / Milano, come risparmiare 700 € al supermercato secondo Altroconsumo. Esselunga batte tutti in convenienza, Carrefour l’insegna più cara

Milano, come risparmiare 700 € al supermercato secondo Altroconsumo. Esselunga batte tutti in convenienza, Carrefour l’insegna più cara

supermercatoÈ della catena Esselunga il supermercato più conveniente di Milano. Di più, tra i 12 punti vendita più economici della città, dieci appartengono all’insegna lombarda. Lo rivela l’annuale inchiesta di Altroconsumo sui supermercati italiani, che quest’anno ha visitato 70 città e oltre mille punti vendita, 54 solo nel capoluogo lombardo e nel suo hinterland.

La prima posizione, quest’anno, è occupata da ben cinque supermercati, di cui quattro dell’insegna Esselunga – il punto vendita di via Washington, quello di via Andrea Solari, quello di viale Suzzani e il Superstore di via Riccardo Pitteri – che condivide il primato con il punto vendita Iper del centro commerciale “Il Centro” di Arese.

Al secondo posto, ci sono altri quattro  Esselunga (via Elio Adriano e i Superstore di via dei Missaglia, via Filippo Palizzi e via C. De Angeli). Altri due punti vendita dell’insegna milanese (via Novara e il Superstore di viale Don Luigi Sturzo) occupano invece la terza posizione insieme all’Iper Fiordaliso di Rozzano. Tra i supermercati in prima e terza posizione, in ogni caso la differenza di convenienza è minima, appena il 2%.

All’altra estremità della classifica, Carrefour si conferma una delle insegne meno convenienti in Italia. Nelle ultime posizioni troviamo infatti quattro  Carrefour Market – viale Ergisto Bezzi, viale Carlo Espinasse, largo Domodossola e via dei Missaglia – e il supermercato Pam di via Piccinni. Tra la prima e l’ultima posizione, quest’anno è stato registrato un rincaro del 13%.

supermercati milano altroconsumoSecondo Altroconsumo, facendo la spesa nei punti vendita più convenienti della città si possono risparmiare fino a 700 euro circa l’anno. Un ulteriore risparmio, oltre 4.100 euro, si può raggiungere scegliendo il discount più economico. Anche quest’anno, però, spicca l’assenza delle insegne Unes e U2 tra quelle censite dall’associazione, che negli anni passati si era classificate nelle prime posizioni della classifica

Dall’indagine integrale emerge ancora una volta che le regioni d’Italia dove fare la spesa è più conveniente sono quelle nel Nord-Est (veneto e Friuli Venezia Giulia), dove si trovano ben 25 dei 30 punti vendita più economici, tra cui il meno caro del Paese, lo Spesa Facile di viale della Scienza a Rovigo. Sul sito di Altroconsumo è possibile consultare l’inchiesta integrale, dove si possono trovare le tabelle della propria città e scoprire qual è il supermercato più conveniente, a seconda delle proprie esigenze.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Limoni verdi o gialli? Gli italiani preferiscono quelli gialli che però in estate arrivano dal Sud Africa

Con una certa meraviglia ho scoperto che i limoni acquistati pochi giorni fa a Milano …

Un commento

  1. Avatar

    Che ezselunga abbia prodotti di qualità non vi è dubbio; che sia la più conveniente lo escludo proprio. Ma chi è che gestisce questo tipo di disinformazione ? Ma !