Home / Supermercato / Milano, come risparmiare 700 € al supermercato secondo Altroconsumo. Esselunga batte tutti in convenienza, Carrefour l’insegna più cara

Milano, come risparmiare 700 € al supermercato secondo Altroconsumo. Esselunga batte tutti in convenienza, Carrefour l’insegna più cara

supermercatoÈ della catena Esselunga il supermercato più conveniente di Milano. Di più, tra i 12 punti vendita più economici della città, dieci appartengono all’insegna lombarda. Lo rivela l’annuale inchiesta di Altroconsumo sui supermercati italiani, che quest’anno ha visitato 70 città e oltre mille punti vendita, 54 solo nel capoluogo lombardo e nel suo hinterland.

La prima posizione, quest’anno, è occupata da ben cinque supermercati, di cui quattro dell’insegna Esselunga – il punto vendita di via Washington, quello di via Andrea Solari, quello di viale Suzzani e il Superstore di via Riccardo Pitteri – che condivide il primato con il punto vendita Iper del centro commerciale “Il Centro” di Arese.

Al secondo posto, ci sono altri quattro  Esselunga (via Elio Adriano e i Superstore di via dei Missaglia, via Filippo Palizzi e via C. De Angeli). Altri due punti vendita dell’insegna milanese (via Novara e il Superstore di viale Don Luigi Sturzo) occupano invece la terza posizione insieme all’Iper Fiordaliso di Rozzano. Tra i supermercati in prima e terza posizione, in ogni caso la differenza di convenienza è minima, appena il 2%.

All’altra estremità della classifica, Carrefour si conferma una delle insegne meno convenienti in Italia. Nelle ultime posizioni troviamo infatti quattro  Carrefour Market – viale Ergisto Bezzi, viale Carlo Espinasse, largo Domodossola e via dei Missaglia – e il supermercato Pam di via Piccinni. Tra la prima e l’ultima posizione, quest’anno è stato registrato un rincaro del 13%.

supermercati milano altroconsumoSecondo Altroconsumo, facendo la spesa nei punti vendita più convenienti della città si possono risparmiare fino a 700 euro circa l’anno. Un ulteriore risparmio, oltre 4.100 euro, si può raggiungere scegliendo il discount più economico. Anche quest’anno, però, spicca l’assenza delle insegne Unes e U2 tra quelle censite dall’associazione, che negli anni passati si era classificate nelle prime posizioni della classifica

Dall’indagine integrale emerge ancora una volta che le regioni d’Italia dove fare la spesa è più conveniente sono quelle nel Nord-Est (veneto e Friuli Venezia Giulia), dove si trovano ben 25 dei 30 punti vendita più economici, tra cui il meno caro del Paese, lo Spesa Facile di viale della Scienza a Rovigo. Sul sito di Altroconsumo è possibile consultare l’inchiesta integrale, dove si possono trovare le tabelle della propria città e scoprire qual è il supermercato più conveniente, a seconda delle proprie esigenze.

© Riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali. Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Quasi il 20% dei britannici fa la spesa alimentare solo online. Indagine di mercato della società di affiliate marketing Awin

Il 18% dei consumatori britannici fa la spesa alimentare solo online, il 33% lo fa …

Un commento

  1. Che ezselunga abbia prodotti di qualità non vi è dubbio; che sia la più conveniente lo escludo proprio. Ma chi è che gestisce questo tipo di disinformazione ? Ma !