Home / Etichette & Prodotti / Mercati rionali: troppi i banchi di ortofrutta, carne e pesce non espongono tutte le informazioni

Mercati rionali: troppi i banchi di ortofrutta, carne e pesce non espongono tutte le informazioni

mercati fragole
In regola per l’ortofrutta solo il 34% dei banchi

Il 70% dei banchi dei mercati rionali non rispetta  le regole sull’etichettatura dei prodotti. È questo il risultato di una ricerca curata dal Movimento Difesa del Cittadino (MDM) esaminando 110 bancarelle adibite alla vendita di: frutta, verdura, pesce e carne in otto città: Milano, Siena, Ascoli Piceno, Roma, Avellino, Cagliari, Crotone e Reggio Calabria.

Per quanto riguarda l’ortofrutta solo il 34% delle bancarelle riporta le quattro indicazioni previste dalla norma (origine, categoria, prezzo e denominazione commerciale). Più precisamente l’indicazione dell’origine è riportata nel 63,9% dei campioni, mentre il cartellino del prezzo è quasi sempre presente  (93.4%). Per il pesce ii banchi in regola sono solo il 15,9%. I dati più sacrificati sono il metodo di produzione (presente nel 49% dei casi) e la categoria degli attrezzi da pesca (18%). Quest’ultima dicitura è stata introdotta a dicembre del 2014 e serve per valutare meglio il rapporto qualità/prezzo e l’impatto ambientale. In questo caso l’origine del pescato è presente in percentuale maggiore rispetto alla frutta e verdura, ma risulta insufficiente, dato che la norma è in vigore dal 2002.

mercato
Nei mercati il prezzo è quasi sempre presente

Per la carne i banchi in regola sono il 45.5%, e l’informazione meno presente riguarda proprio l’origine. Solo nel 20% dei casi le indicazioni sono riportate sul cartellino e sul libro informativo come prevede la norma.

«Servono controlli, educazione dei consumatori e formazione dei venditori – spiega Silvia Biasotto responsabile dell’area alimentazione del Movimento difesa del cittadino – per riportare a una situazione di vera trasparenza.  Sono ancora troppi i banchi considerati carenti dal punto di vista delle indicazioni: in alcuni casi sulle cassette di ortofrutta, di pesce o nei banchi di carne abbiamo trovato solo il prezzo. Questo è inaccettabile, perché nel caso dell’origine le leggi esistono ma non vengono rispettate».

Guarda l’infografica di MDM

Schermata 2016-06-27 a 14.07.05

Schermata 2016-06-27 a 14.07.27 carne

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Che fine ha fatto il pane ben cotto? Günther Karl Fuchs esamina il fenomeno su Papille Vagabonde

Capita spesso di trovare in vendita solo pane pallido e poco cotto. Su Papille Vagabonde Günter …

2 Commenti

  1. Avatar

    mi sembra che queste ricerche non includano mai la fascia est dell’Italia, da Nord a Sud. Come mai questa dimenticanza?

  2. Avatar

    In un mondo dominato dalle regole del profitto a tutti costi come si può controllare che anche le etichette con le dichiarazioni corrette non siano taroccate?