Home / Pubblicità & Bufale / Il marketing geniale: colazione da McDonald’s in pigiama e il primo assaggio di Nutella da parte di un gruppo di americani

Il marketing geniale: colazione da McDonald’s in pigiama e il primo assaggio di Nutella da parte di un gruppo di americani

safe_image
24 colazioni gratis a chi si è presentato in pigiama: una mossa di marketing perfetta

Una mossa di marketing perfetta: dal 24 marzo scorso un manipolo di circa 20 mila persone sta sfruttando la sua colazione gratis per 24 giorni. Questo perché martedì scorso queste persone hanno avuto la faccia tosta di presentarsi da McDonald’s in pigiama dalle 7.30 alle 10.30. Le foto dei partecipanti – rigorosamente in tenuta da notte – hanno fatto capolino da tutte le principali testate italiane. Gli ingredienti del marketing ci sono tutti: l’aspetto divertente e ludico, l’originalità, l’azzardo di andarsene in giro in pigiama, la possibilità – attraverso gadget e set studiati ad hoc come il letto matrimoniale nel punto vendita di Milano in piazza Duomo – di condividere il divertimento sui social e il premio: 24 colazioni gratuite. L’iniziativa non è ovviamente solo italiana, ma ha coinvolto 24 Paesi nel mondo, partendo dall’Australia. Sono i più giovani il target della geniale trovata pubblicitaria e lo scopo è uno solo: fidelizzare il cliente, anche sulla colazione. Se Mcdonald’s è già forte su pranzi e cene, è probabile che abbia voluto con questa mossa scalzare la concorrenza dei bar più tradizionali e farsi conoscere ancora di più per il pasto mattutino soprattutto ai pendolari, per esempio, dopo 24 colazioni, alla domanda “colazione al bar?”  chi non risponderebbe “andiamo da McDonald’s!”?

 

 

nutella cioccolato crema
Solo la consistenza lascia perplessi gli americani: ma al primo assaggio è amore

Ha il sapore di marketing anche il video di BuzzFeed, ripreso da questo pezzo su Il Post, che raccoglie le reazioni di alcuni statunitensi mentre per la prima volta degustano la Nutella, dapprima da sola e poi in “ricette” e combinazioni poco utilizzate in Italia (chi ha mai provato un sandwich con marshmallow e Nutella?). Il video mostra una certa incertezza per quanto riguarda la consistenza, ma totale approvazione per il gusto.

Sara Rossi

 

 

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

 

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

brancamenta amaro censura iap instagram

Brancamenta, censurato il post su Instagram di un influencer: è pubblicità occulta. La sentenza dello Iap

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con la pronuncia del Comitato di controllo n. 48/19 del 30/08/2019, ha …

3 Commenti

  1. Avatar

    “Dopo 24 colazioni, alla domanda “colazione al bar?” chi non risponderebbe “andiamo da McDonald’s!”.” E’ uno scherzo? Un pesce d’aprile anticipato? Marketing geniale, ma scherziamo? Non avverso mc Donald, ma questa mi sembra una pubblicità aziendale per nulla in linea con le finalità della vostra pubblicazione.

    • Avatar
      Eleonora Viganò

      Gentile Alex,
      la frase che citi era proprio ironica, per far capire che dietro alle 24 colazioni gratis in realtà troviamo una strategia di marketing. Il cliente viene fidelizzato e quindi tornerà a far colazione lì, magari cambiando abitudini.
      Non si tratta di pubblicità aziendale, ma di mettere in luce alcuni trucchetti, alcuni molto visibili e altri meno. E di sicuro alcuni anche molto “affascinanti” dal punto di vista creativo.

  2. Avatar
    nicolino di perna

    Salve, in effetti anche io avevo capito male, poi continuando a leggere si è chiarito “l’equivoco”, ero rimasto quasi sconcertato, alla fine mi sono ripreso.
    Complimenti
    Nicola